Pagamento della multa - Trasgressore e obbligato in solido

Chi paga la multa il conducente o il proprietario?

Quando viene elevata una contravvenzione chi è tenuto al pagamento: il proprietario del veicolo o il conducente, ammesso che non siano la stessa persona?

Grazie per l'attenzione. Emanuele

Quando viene notificato un verbale presso il domicilio, il suo originale viene trattenuto presso l’ufficio o il comando che ha elevato la multa (ad esempio Vigili urbani, Polizia stradale ecc.) mentre al trasgressore o obbligato in solido viene consegnata una copia conforme.

Pagamento della multa - Il trasgressore

Il trasgressore è colui che effettivamente ha commesso la violazione, ovvero, se la violazione è stata commessa da un minore, al genitore o a chi ne fa le veci. Viene indicato in due casi:



Pagamento della multa - L'obbligato in solido

L’obbligato in solido è colui che è tenuto al pagamento di una sanzione pecuniaria senza aver materialmente partecipato alla violazione.

Quando la violazione commessa è punibile con una sanzione amministrativa che prevede un pagamento di una somma di denaro, la legge dà facoltà all'amministrazione pubblica di agire anche nei confronti del proprietario del veicolo al fine di recuperarla nel caso non sia stata pagata dalla persona che ha commesso l’infrazione.

Questo è il cosiddetto “principio di solidarietà” per il quale il proprietario del veicolo viene considerato appunto “obbligato in solido” con chi ha commesso la violazione, anche se, di fatto, non vi ha partecipato in alcun modo.

Tuttavia, in alcuni casi particolari, al posto del proprietario del veicolo, la legge prevede che siano tenuti al pagamento i seguenti soggetti:

In tutte queste situazioni, il verbale può essere notificato direttamente a loro.

18 ottobre 2008 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pagamento della multa - trasgressore e obbligato in solido. Clicca qui.

Stai leggendo Pagamento della multa - Trasgressore e obbligato in solido Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 18 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • Anonymous user 14 settembre 2017 at 14:52

    Mio figlio maggiorenne ma senza patente è stata fermato per controllo dai carabinieri. Premesso che l’auto fermata è cointestata con la madre (mia moglie) come mai è arrivato il verbale a mia moglie?

    • Simone di Saintjust 14 settembre 2017 at 15:25

      Quando la violazione al Codice della strada sia stata contestata immediatamente al trasgressore, il verbale deve essere notificato anche al comproprietario entro cento giorni dall’accertamento della violazione. Infatti, per le violazioni punibili con la sanzione amministrativa pecuniaria il comproprietario del veicolo è obbligato in solido, con l’autore dell’infrazione, al pagamento della somma da questi dovuta, se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà.

  • Sonja Casu 6 giugno 2017 at 17:24

    Salve,

    La mia amica ha ricevuto la multa, ma la conducente del veicolo ero io al momento dell’infrazione.
    Il dubbio che mi è venuto è questo, c’è scritto che nel secondo modulo, nel quale la mia amica dichiara che io guidavo al posto suo, che deve firmare l’obbligato in solido. Purtroppo non ho capito se l’obbligato in solido che deve firmare è lei o io!

    Spero possiate rispondermi al più presto.

    • Simone di Saintjust 6 giugno 2017 at 18:37

      E’ la proprietaria del veicolo, cioè la sua amica, l’obbligata in solido a dover firmare il modulo, tanto è vero che è la sua amica a dichiarare, sotto la propria responsabilità, che al volante, quando è stata commessa l’infrazione al Codice della strada, si trovava Sonja.

      La sua amica, obbligata in solido, pagherà la multa per violazione al CdS. Se poi non comunicherà (con il secondo modulo) i dati del conducente, che vengono utilizzati per poter decurtare al conducente trasgressore i punti patente previsti dalla normativa, la sua amica (obbligata in solido) sarà costretta al pagamento di una ulteriore sanzione pecuniaria.

  • Davide 26 novembre 2008 at 12:53

    Ho un problema simile.

    Ho subito una contravvenzione mentre ero alla guida di un’auto a noleggio.
    La società proprietaria del veicolo ha ricevuto la notifica del verbale e si è precipitata a pagare la multa, chiedendomi successivamente il rimborso (addebbitato su carta di credito + 30 euro di gestione multa). Contestualmente mi hanno chiesto i dati per la decurtazione dei punti dalla patente.
    Dal canto mio, dopo la presa di responsabilità dichiarata, ho condotto ricorso al gdp che ha accolto la mia richiesta e annullato il verbale (photored non a norma).
    Adesso, vorrei sapere se ho diritto al rimborso e se questo deve essermi riconosciuto dalla società di noleggio o dal comando di polizia municipale che mi ha elevato la multa.

    Grazie mille, Davide

  • peppe 4 novembre 2008 at 15:21

    tutto vero.
    ma se l’auto è stata noleggiata ed è sprovvista di assicurazione l’eventuale sanzione amministrativa comminata in caso di fermo chi la deve pagare? legislazione di riferimento?
    grazie




Cerca