Chi è Matteo Colaninno

Toh, guarda chi c’è: Matteo Colaninno, un altro illustre rampollo cooptato da Walter Veltroni nelle file del Partito democratico. Un deputato nella prossima legislatura. Il papà Roberto è il ragioniere più famoso della finanza italiana.

Con qualche spicciolo e senza alcun appoggio esterno, riusci a comprarsi la TELECOM. Davvero un mago della finanza. E sicuramente uno (il papà) non raccomandato. Chiedete conferma a Massimo D’Alema. Se buon sangue non mente ….

colaninno-baby.jpg

Per apprezzare appieno il candidato del partito democratico, leggiamo pure quest’articolo:

http://www.ilgiornale.it

9 Marzo 2008 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Cosa sto leggendo

Stai leggendo Chi è Matteo Colaninno Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 9 Marzo 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 16 Dicembre 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Anonimo 9 Settembre 2008 at 01:12

    Il solito figlio di papà, papà che non ce lo scordiamo a fregato un sacco di soldi a poveri investitori con le Seat Pagine gialle, altro che guru della finanza………

  • Comandante 12 Giugno 2008 at 15:22

    Matteo Colaninno mi stava molto simpatico. Apprezzavo il suo impegno per i giovani industriali. Quando però l’ho visto gettarsi in politica, ho notato che il suo modo di comunicare è garbato ma si rende molto antipatico.
    Non ha colpa di essere nato a casa Colaninno, ma si deve assumere le responsabilità per essere sceso in politica.

    Eri meglio prima, così non ci piaci.

    Riguardo la laurea, mio nonno non era laureato e nemmeno mia madre ma li stimo come le presone migliori del mondo. Se non hai stoffa ma hai 4 lauree ci fai ben poco. romani chiuso in casa o tra gli scaffali di un archivio. Se sei ambizioso ti basta una laurea e vai ovunque. Se sei fortunato come Colaninno ti basta anche la seconda elementare.

  • NemoTeneturAdImpossibilia 6 Maggio 2008 at 23:10

    Colaninno Colaninno…rampollo dell’economia “che conta”.Telecom,Piaggio,Confindustria.
    Illustre manager che di economia non sa un emerito cazzo,essendo diplomato al liceo, e non possedendo uno straccio di laurea in economia e commercio ,ma nemmeno in scienza della melanzana ripiena.Non è laureato in nulla…
    Averceli di manager così……

  • maura 10 Marzo 2008 at 08:05

    Non si può dire “tuteleremo i precari” e poi scegliere un candidato-simbolo così,
    Il gruppo di cui è vicepresidente il signor Colaninno mi ha offerto un contratto di lavoro per sei mesi a 250 euro al mese
    Avrei dovuto gestire – insieme ad altri – il lancio a Roma della Vespa, il nuovo modello della casa, in occasione del musical Vacanze Romane, al teatro Sistina. La loro idea per darle un tocco un po’ retrò era riagganciare il prodotto alla famosa scena in cui Gregory Peck e Audrey Hepburn fanno quel giro di Roma sulla Vespa.
    Mi sembrava un’opportunità stimolante, una grossa casa, la prospettiva di fare un po’ di carriera, le cose a cui si pensa in questi casi.
    A Milano con quella cifra lì ci puoi pagare i mezzi pubblici, neanche l’affitto di una camera condivisa. Però io non ho detto di no, non sono una che si scoraggia, ho sempre fatto lavori e lavoretti anche durante gli studi, per non pesare troppo sui miei, che da Brindisi mi hanno mandato qua a Milano a studiare.
    Ma ho dovuto rifiutare, soprattutto perché hanno escluso fin dall’inizio la possibilità di passare a un contratto diverso alla fine dei mesi, al massimo c’era in palio un solo rinnovo.