Chi è Marianna Madia

Veramente carina la giovane "economista" dell'Arel, dott.ssa Marianna Madia, capolista nel Lazio alla Camera dei Deputati per il Partito Democratico.
Sia ben chiaro, però, che non si tratta di una raccomandata! E' una che ha fatto la gavetta, che, come si suol dire, si è fatta (la messa in piega) da sola (e si vede, non c'è che dire).

In ogni caso Giulio Napolitano, Giovanni Minoli, Enrico Letta, Walter Veltroni, ecc. ecc. potranno senz'altro confermarlo. Cosa? Che la signorina non ha alcuno sponsor, ovvio. Un po' di pazienza (in realtà credo ce ne vorrà molta). Appena avremo un po' di materiale, vi proporremo il Marianna Madia pensiero.

normal_madia.jpgQuello che c'è disponibile al momento, tipo ricordi dell'esclusivo liceo CHATEAUBRIAND, racconti su emozionanti cene al Quirinale, il tè delle 5 (rigorosamente di marca PG articolo da visualizzare in una finestra di navigazione anonima del browser) gustato in compagnia del Presidente Cossiga, non credo vi interessi.

Per questi gossip, queste "pariolinate" basta accendere la TV e guardarsi "Il grande fratello", "L'isola dei famosi" o "Amici" della De Filippi, che, probabilmente, presentano contenuti assai più stimolanti.

C'è chi difende a spada tratta la bellissima Marianna Madia, e noi per completezza, vi proponiamo questo contributo video:

per il quale ringraziamo http://erezionipolitiche2008.wordpress.com

Non può essere ignorata, per comprendere chi è la capolista Lazio alla Camera dei Deputati per il Partito Democratico, questa intervista, della serie non sono raccomandata!! articolo da visualizzare in una finestra di navigazione anonima del browser.

Al limite, date una sbirciatina anche qui:

http://www.06blog.it

http://mercatounico.blogspot.com

Per ulteriori aggiornamenti leggere qui

9 marzo 2008 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Spunti di discussione dal forum

A chi pagare l’addizionale regionale Irpef su reddito da locazione
Io non lavoro e sono residente nella regione Lazio, ho come unico reddito quello derivante da una casa di proprietà locata nella Regione Veneto (non sulle isole). Ogni anno compilo il Modello Unico per la dichiarazione dei redditi, quest'anno però avendo trasferito la mia residenza dal Veneto al Lazio ho…
Pignoramento veicolo
Ho ricevuto un pignoramento dell'auto per un debito risalente al 1984, ero giovane e militare, credo di aver firmato per un corso di lingue straniere mai fatto, con scadenza decennale; sono poi arrivate delle carte prese da mia madre o da mio fratello, io ero in giro per lavoro, in…
Indebitato e forse perseguitato da uno dei creditori – Come reagire?
Sto attraversando delle difficoltà economiche e sono in ritardo nei pagamenti dovuti a causa della perdita del impiego: ho deciso di non pagare né affitto, né bollette, né scuola dei figli, né prestito personale della banca. Ad oggi non ho ricevuto nessuna lettera raccomandata che mi chiede di rientrare, nemmeno…
Accollo di un debito ad un terzo – Cosa è la cessione del debito?
Si pone il caso in cui un erede Caio soccombente alle richieste dei coeredi ottiene una transazione che risolve i rapporti tra di essi. Nell'accordo una delle parti Giulio accetta il pagamento delle spese legali che il tribunale ha già definite e poste a carico dell' erede soccombente Caio, ricevendo…
Cambio gestore telefonico e modifica unilaterale contratto – Una truffa legalizzata?
Un anno fa, stuzzicato da offerte e tariffe convenienti, ho cambiato gestore telefonico (cellulare) passando da una nota compagnia ad un'altra (non voglio fare nomi). Ebbene, dopo appena un anno, mi è arrivato un sms sul telefono dicendo che la società cambiava unilateralmente le condizioni del contratto. Praticamente hanno alzato…

Link a ritroso

Stai leggendo Chi è Marianna Madia Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 9 marzo 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 16 dicembre 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • francor 17 marzo 2008 at 07:07

    Siamo Invidiosi?
    Sì, a volte lo siamo e non c’è nulla di cui vergognarsi, in modo particolare se può servire a smascherare privilegi intollerabili.
    Nessun desiderio di alimentare gl istinti peggiori dell’animo, sia chiaro, o mettere gli uni contro gli altri secondo la triste regola dell’eterna lotta fra poveri.
    Tutt’altro: dalla legittima invidia nei confronti di chi è nella posizione di godere di privilegi, un modo diverso e forse anche più efficace per denunziare e contrastare le tante ingiustizie alle quali, alla lunga, si finisce per non fare più caso.
    E allora largo all’invidia se questa può ritardare la deriva qualunquista. Basta al “buonismo” che rende solo diarroici e riprendiamo a chiamare le cose con il loro nome.

    “Marianna Madia”: capolista del PD a Roma e, quindi, sicura Deputata della XVI legislatura.
    Marianna Madia non partecipa ad una competizione elettorale. Marianna Madia, da capolista di un grande partito e con un sistema elettorale che non consente agli elettori di esprimere una preferenza, è già eletta. E che Veltroni affermi che andrà ad aiutare tutti i capolista al di sotto dei 30 anni fa solo arrabbiare.
    Ma di quale aiuto può avere bisogno un candidato che ha il seggio assicurato e la foto già pronta per il sito della Camera dei Deputati?

    Ebbene sì! siamo invidiosi!

    Siamo invidiosi che una sconosciuta fra tante e tanti, senza con ciò toglierle alcun merito, grazie ad una legge elettorale che dà potere di vita o di morte ai capi di partito, possa dal nulla vedersi assicurare un seggio nel prossimo Parlamento.
    Ma quale tipo di rapporto è mai intercorso tra Marianna Madia e i possibili elettori del PD?
    E quelli della militanza a tutto tondo? A macinare volantini e ad imbrattarsi di colla dalla mattina alla sera e nessuno che si sia sognato di chiedergli: che ne pensate di candidare Marianna Madia?

    Cara Marianna Madia, qualsiasi cosà di buono riuscirà a fare in futuro, non potrà mai far dimenticare questa sorta di peccato originale. C’è chi parte da zero; chi da anche meno… per lei, con tutta franchezza, è sinceramente difficile calcolare il valore del segno + dal quale è partita.

    Certamente, la lista dei beneficiati dalle leggi elettorali che di fatto costringono gli elettori a beccarsi “l’asino” scelto dall’imperatore di turno è lunga e non riguarda un solo partito.
    Nessun problema di par condicio: fuori l’invidia, fuori i nomi … che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare.

    http://forum.termometropolitico.it/559661-cara-marianna-madia-siamo-invidiosi.html

  • imilleboston 12 marzo 2008 at 03:00

    Una precisazione: noi che andiamo all’estero ci andiamo perché in Italia di soldi e speranza di farne non ne abbiamo, non partiamo per fare i manager della GE ma per partire dagli scalini più bassi, come studenti pagati per la ricerca o insegnamento che fanno o come impiegati dell’industria o medici di ospedali.

    La storia della Madia si commenta da sola ed e’ inutile scavare sulla piaga: non mi scandalizza, perché rientra nelle solite logiche. Certo non mi esalta.

    di giovani piu’ preparati all’estero, ed in Italia, ce ne sono sicuramente…l’essere all’estero porta con se un punto di vista unico. Provare per credere.

    M.M.

  • karalis 11 marzo 2008 at 22:01

    Del Madia pensiero non se ne ha traccia cara Riccarda. Del resto lei ha candidamente ammesso: “Porto al PD tutta la mia straordinaria inesperienza”.

    http://www.corriereromano.it/roma-notizie/2794/Ecco-la-capolista-del-Pd.html

    Ora, scusami se chiedo troppo, ma avrei voluto che della mia futura pensione (se mai riuscirò ad averne una), della possibilità di essere licenziata senza giusta causa nè giusto motivo (vedi abolizione art. 18 che vogliono gente come Ichino e Calearo) se ne fosse occupata una sindacalista (ad esempio) piuttosto che la leggiadra Marianna.

    Che la Madia sia una ragazza con molte qualità non lo metto in dubbio. A 27 anni di strada ne ha fatta già molta e prima di essere candidata al Parlamento.
    Ma, ciò nonostante, almeno io non dormo sonni tranquilli.
    Ragion per cui, essendo residente qui a Roma non voterò certamente per lei. Il che significa che non darò il mio voto al Partito Democratico.

  • riccarda 11 marzo 2008 at 20:42

    Inesperta in Parlamento. Non vuole dire che abbia acquisito in questi anni delle competenze. Sono due cose ben diverse.

    E non possiamo dire che tutti quelli che vanno all’estero sono bravi, competenti ..etc.. Ora se uno ha i soldi e va all’estero vuol dire che è adatto per la politica?
    è assurdo.

    Mi pare che attorno a questa ragazza ci sia molta fiducia.
    A me non dispiace. Essendo una donna sono felice di vedere una ragazza con molte qualità a cui viene offerta una simile possibilità.

  • imilleboston 11 marzo 2008 at 04:41

    onestamente, sta cosa della “Madia” mi lascia un po’ perplesso. avend a disposizione 30,000 italiani sotto i 40 anni emigrati all’estero ogni anno, donne e uomini, e con molteplici titoli terziari, con competenze provate sul campo, carriere internazionali, e sicuramente con competenze e realizzazioni maggiori della Dr.sse Madia, mi sarei aspettato una scelta con maggiore contenuto. detto questo una Madia 27 enne ed inesperta o un oscuro funzionario di provincia 50 enne non vedo la differenza… solo mi sare aspettato maggior coraggio da perte di Walter.

  • cicerone 10 marzo 2008 at 04:22

    Giustissimo Riccarda. Ma bisogna far presto. Il Madia pensiero dovrebbe essere reso noto prima del 13 aprile, non dopo. Per adesso sappiamo che la Madia ama prendere il tè con gli ex presidenti della Repubblica, con i quali discorre amorevolmente del proprio nonno.
    Che ama cenare con il figlio del Presidente in carica, meglio se al Quirinale.
    Che conduce un programma notturno in RAI. Ma non vorrai farmi fare le ore piccole per ascoltare ciò che dice, anche perchè in quel caso conoscerei il pensiero degli autori e non il suo.

    E comunque, una volta i candidati venivano scelti per il pensiero e gli atti politici di cui si erano resi protagonisti. Adesso prima li candidano e poi li fanno studiare da Deputati.

    Va bene così. Siamo alla frutta ormai. Non c’è più nulla di cui meravigliarsi in questo paese in decadenza civile e morale.

  • riccarda 9 marzo 2008 at 20:15

    Magari la difendono perché l’hanno fatta anche parlare di altri temi. Mi sembra un’ottima idea quella di aspettare di conoscere il Madia pensiero.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca