Cessione quinto per debitore che vorrebbe trasferirsi all'estero

Cessione quinto, delega pagamento e incentivo all'esodo

Vorrei lasciare il lavoro per trasferirmi all'estero, visto che il mio stipendio è gravato da una cessione del quinto e da una delega di pagamento.

Vorrei sapere se l'azienda in cui lavoro mi dà un incentivo all'esodo, se le finanziarie hanno diritto all'incentivo all'esodo o possono rivalersi solo sul tfr maturato.

L'incentivo all'esodo è sicuramente un benefit che non rientra nelle voci stipendiali

L'incentivo all'esodo è sicuramente un benefit che non rientra nelle voci stipendiali: dunque, innanzitutto non dovrebbe essere gravato dalle ritenute per cessione quinto e delega. Questo aspetto è tuttavia necessario affrontarlo preventivamente con il suo datore di lavoro, il quale, per evitare problemi futuri, potrebbe anche decidere, con un atteggiamento "più realista del re" di trattenere le quote cedute e delegate anche dal corrispettivo.

E' bene allora chiarire questo punto, facendolo rientrare nell'accordo che si sta concludendo.

Una volta ottenuto l'incentivo, il problema diventa semplicemente quello di come sottrarre ad azione esecutiva del creditore un importo entrato nella disponibilità del debitore.

Da questo punto di vista sono due le soluzioni classiche: la prima è quella di spendere tutto nel più breve tempo possibile in beni non successivamente pignorabili. Tipicamente donne, casinò e champagne.

La seconda soluzione è quella di depositare l'importo sul conto corrente di persona di fiducia, magari riservando a sé stessi la delega a disporre ed operare sul conto.

18 ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione ...
Contratti di prestito – rinnovo della cessione del quinto
Il lavoratore dipendente che ha in corso una cessione del quinto può chiederne il rinnovo della cessione prima della data di scadenza. Questa è una caratteristica della cessione del quinto che può risultare molto importante. Procedere al rinnovo della cessione significa erogare un nuovo finanziamento che viene in parte utilizzato ...
Cessione del quinto » Piccolo prontuario per il debitore
La Cessione del quinto è un prestito personale con massima libertà di utilizzo della somma ricevuta. Il richiedente in cambio “cede” una parte del suo stipendio o della sua pensione (al massimo di un quinto) autorizzando il suo datore di lavoro a trattenere ogni mese dalla busta paga o dalla ...
Contratti di prestito – cessione del quinto dello stipendio
La cessione del quinto dello stipendio è un prestito non finalizzato all'acquisto di uno specifico bene o servizio ed è disciplinato dalla normativa sul credito al consumo. Il prestito attraverso la cessione del quinto dello stipendio può essere richiesto esclusivamente dal lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, il quale ottiene ...
Cessione del quinto per lavoratori precari
La normativa ha riconosciuto anche ai lavoratori a progetto, collaboratori coordinati e continuativi, agenti e rappresentanti di commercio, ecc., la facoltà di contrarre prestiti a fronte della cessione del quinto del compenso che abbia "carattere certo e continuativo". Per i soggetti in questione, la facoltà di contrarre prestiti a fronte ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cessione quinto per debitore che vorrebbe trasferirsi all'estero. Clicca qui.

Stai leggendo Cessione quinto per debitore che vorrebbe trasferirsi all'estero Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 18 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca