Cessione del quinto e finanziamenti non pagati – la busta paga non è al sicuro

Indice dei contenuti dell'articolo


Cessione del quinto dello stipendio di mia moglie

Io sono disoccupato: mia moglie lavora, ma ha la cessione del quinto e il piccolo prestito, per cui gli rimangono solo 700 euro e la casa dove abitiamo è dei genitori di lei.

Abbiamo dei finanziamenti non pagati.

Per non farmi pignorare i mobili e l'auto posso intestarli a mia figlia?

Cessione del quinto in corso - non è affatto escluso il pignoramento dello stipendio

Innanzitutto, il fatto che sua moglie, presumo coobbligata, abbia una cessione del quinto in corso, nulla toglie alla possibilità che il suo stipendio sia pignorabile.

Prenda lo stipendio netto di sua moglie, ne calcoli la metà e da questa sottragga la quota oggetto di cessione del quinto.

Se il risultato è negativo o nullo può stare tranquillo, ma se fosse positivo l'importo risultante è tutta capienza utile per un eventuale pignoramento del quinto dello stipendio di sua moglie.

Il "piccolo prestito" non ha, invece, alcuna rilevanza sotto questo aspetto.

A meno che il veicolo non sia di valore e nuovissimo, le sconsiglio di buttare via i soldi per il passaggio di proprietà dell'auto. Improbabile che i creditori lo aggrediscano. Il depauperamento del valore del bene è troppo rapido perchè valga la pena di tentare la riscossione coattiva tramite pignoramento.

Per i mobili, la vendita a sua figlia non mi sembra una buona idea. Piuttosto registri un contratto di comodato, stipulato con i suoceri, per l'uso di arredi ed elettrodomestici presenti nell'abitazione concessa a sua moglie.

Ma anche qui, se c'è capienza nello stipendio di sua moglie, la via più semplice, economica e lineare, per rientrare del credito, è il pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro.

13 Novembre 2012 · Simone di Saintjust