Centrale rischi banca d’italia e tempistiche di segnalazione

Indice dei contenuti dell'articolo


Segnalazione centrale rischi banca d'italia

Vorrei sapere quali sono le tempistiche, a decorrere dalla segnalazione effettuata dall'intermediario, per la registrazione dei dati da parte di banca di Italia nella centrale rischi e se esiste un numero minimo di rate o di importo non pagato al sussistere del quale può procedersi alla segnalazione.

Centrale rischi e soglia di competenza

A far data da primo gennaio 1999, la Centrale Rischi della Banca d'Italia ha abbassato a 30.000 euro la propria soglia di competenza (che prima era fissata a 75 mila euro) inglobando la CRIC - Centrale Rischi Importo Contenuto - sempre pubblica, che raccoglieva le segnalazioni di importo “ridotto”. La Centrale Rischi della Banca d'Italia, dunque, raccoglie informazioni su mutui, anticipazioni, aperture di credito etc. pari o superiori a 30.000 euro.

La rilevazione delle posizioni viene fatta su base mensile aggregando in capo a ciascun nominativo censito le segnalazioni di rischio (esposizione) trasmesse dai soggetti segnalanti risultanti all'ultimo giorno lavorativo del mese di riferimento.

I soggetti segnalanti (banche e intermediari finanziari) devono inviare le rilevazioni mensili entro il 25 del mese successivo mentre Banca d'Italia di norma rende disponibili le informazioni circa 40 giorni dopo la fine del mese di riferimento.

Le segnalazioni negative riguardano crediti in sofferenza e crediti portati a perdita per un importo superiore a € 250.

19 Ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic