sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di fondo patrimoniale e trust

Sono riconducibili ai bisogni familiari anche le spese legali sostenute dal condominio per ottenere il pagamento delle quote relative ai beni immobili conferiti ad un fondo patrimoniale

Annapaola Ferri - 22 Novembre 2014

Così come ineriscono all'attività di gestione e di amministrazione del fondo patrimoniale gli oneri condominiali riguardanti i beni che ne fanno parte, assumono la medesima natura le spese che il Condominio abbia dovuto sopportare per ottenere il pagamento di questi oneri e che i titolari del bene costituito in fondo debbono rimborsare in quanto soccombenti nei relativi giudizi. Infatti, in tema di fondo patrimoniale, il criterio identificativo dei crediti il cui soddisfacimento può essere realizzato in via esecutiva sui beni conferiti nel fondo va ricercato nella relazione esistente tra gli scopi per cui i debiti sono stati contratti ed i [ ... leggi tutto » ]

Pignoramento di un immobile inserito in un fondo patrimoniale » rientrano fra i bisogni della famiglia le bollette condominiali

Andrea Ricciardi - 3 Novembre 2014

Può essere disposto il pignoramento per una casa, inserita in un fondo patrimoniale, a causa di debiti contratti per oneri condominiali non corrisposti. Sono soggetti a esecuzione forzata i beni del fondo patrimoniale in caso di debiti contratti per i bisogni della famiglia tra i quali rientra il mancato pagamento degli oneri condominiali. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 23163/14. Da quanto si apprende dalla pronuncia esaminata, qualora i coniugi siano morosi per oneri condominiali, l'eventuale destinazione del bene immobile nel fondo patrimoniale, non li salva dall'esecuzione forzata, iniziata con ipoteca e finita con il [ ... leggi tutto » ]

Costituzione di un fondo patrimoniale » la banca può esercitare azione revocatoria verso il fideiussore anche se non è ancora maturato un debito certo

Andrea Ricciardi - 17 Ottobre 2014

L'istituto di credito può esercitare azione revocatoria ed annullare la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore di società. Inutile la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore: l'istituto di credito può esercitare l'azione revocatoria contro il fondo e aggredire gli immobili che vi sono stati inseriti, poiché la costituzione della garanzia sulla casa, in questo caso, si considera un atto di frode verso i creditori, pur non essendo ancora maturato un debito certo. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21938/14. Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, è inutile, dopo aver [ ... leggi tutto » ]

Fondo patrimoniale – quando il debito assunto nell’esercizio dell’attività di impresa può considerarsi estraneo ai bisogni della famiglia

Ludmilla Karadzic - 2 Settembre 2014

Secondo quanto stabilito dal codice civile, l'esecuzione sui beni conferiti al fondo patrimoniale non può avere luogo per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia. L'onere della prova dei presupposti di applicabilità di un tale assunto, grava, tuttavia, sulla parte che intende avvalersi del regime di impignorabilità dei beni costituiti nel fondo patrimoniale, la quale non deve provare soltanto la regolare costituzione del fondo patrimoniale e la sua opponibilità nei confronti del creditore pignorante, ma anche che il debito per cui si procede fu contratto per scopi estranei ai bisogni della famiglia. [ ... leggi tutto » ]

Il fondo patrimoniale costituito nell’insorgenza del debito è soggetto ad azione revocatoria

Ornella De Bellis - 1 Settembre 2014

L'azione revocatoria verso gli atti di disposizione dei beni del debitore, quale ad esempio la costituzione di un fondo patrimoniale, è semplicemente finalizzata alla tutela delle ragioni del creditore; tutela realizzata sottraendo al fondo patrimoniale i beni che svolgevano una funzione di garanzia generica del credito, quando ricorre l'elemento della consapevolezza del pregiudizio che la costituzione del fondo patrimoniale stesso avrebbe arrecato al creditore. Con l'azione revocatoria non si disconosce la validità del fondo patrimoniale e la sua causa (il soddisfacimento dei bisogni della famiglia): tanto è vero che sono considerati soggetti all'azione revocatoria anche gli atti di disposizione dei [ ... leggi tutto » ]

Fondo patrimoniale ed azione revocatoria

Ornella De Bellis - 21 Agosto 2014

Come si esplica l'azione revocatoria del fondo patrimoniale La revocatoria è un'azione legale che può rendere inefficace il fondo patrimoniale. La revocatoria può essere chiesta al giudice dai creditori che siano in grado di dimostrare che la costituzione del fondo è stata esclusivamente finalizzata ad evitare il rimborso, tramite escussione coattiva, di quanto loro dovuto da parte del debitore. Passando al'’esame dei requisiti per l'esperimento dell'azione revocatoria, l'articolo 2901 del codice civile prevede espressamente la sussistenza dei seguenti elementi: oggettivo, cosiddetto eventus damni, soggettivo cosiddetta scientia damni - e cioè che il debitore conoscesse il pregiudizio che l'atto arrecava alle ragioni del creditore [ ... leggi tutto » ]

Fondo patrimoniale » il creditore può esercitare azione revocatoria se è costituito per evitare pignoramento

Andrea Ricciardi - 4 Agosto 2014

Il creditore può far annullare il fondo patrimoniale costituito dal debitore, con un'azione revocatoria, se viene provato che lo stesso è stato costituito esclusivamente in previsione dell'insorgenza del debito. Il debitore se con un atto dispositivo cerca di arrecare pregiudizio al creditore, dopo aver ricevuto una condanna al pagamento di una elevata somma di denaro, costituendo il fondo, e senza residua capacità patrimoniale, deve essere condannato e il fondo patrimoniale va dichiarato inefficace. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 16498/14. Come noto, sui beni oggetto del fondo patrimoniale non è possibile agire con azioni esecutive: i beni [ ... leggi tutto » ]

Debito per attività d’impresa con garanzia su immobile conferito al fondo patrimoniale – si presume destinato a soddisfare esigenze famiiari

Piero Ciottoli - 15 Luglio 2014

Nel caso dell'opposizione proposta dal debitore avverso l'esecuzione avente ad oggetto beni conferiti al fondo patrimoniale, al fine di contestare il diritto del creditore di agire esecutivamente, l'onere della prova grava sul debitore opponente. Questi non deve provare soltanto la regolare costituzione del fondo patrimoniale e la sua opponibilità nei confronti del creditore pignorante, ma anche che il debito per cui si procede fu contratto per scopi estranei ai bisogni della famiglia. Il criterio identificativo dei crediti che, essendo stati contratti per fare fronte ai bisogni della famiglia, possono essere soddisfatti anche in via esecutiva, va inteso non in senso [ ... leggi tutto » ]

Equitalia » ecco quando può iscrivere ipoteca sui beni inseriti in un fondo patrimoniale

Andrea Ricciardi - 7 Giugno 2014

Per poter stabilire il momento della certezza del credito e la possibilità, per Equitalia, di poter iscrivere l'ipoteca sulla casa inserita in un fondo patrimoniale, si deve vedere quando l'accertamento fiscale è divenuto definitivo. L'agente della riscossione, come ad esempio Equitalia, ha la possibilità di iscrivere l'ipoteca sui beni immobili inseriti in un fondo patrimoniale se l'accertamento fiscale, da cui sia scaturito il credito per il fisco, sia divenuto definitivo prima della costituzione del fondo stesso. Al contrario, potrebbe verificarsi un abuso del diritto sanzionato nell'ordinamento tributario. Ciò è quanto si evince dalla sentenza della Corte di Cassazione 7239/13. Come [ ... leggi tutto » ]

Azione esecutiva su fondo patrimoniale – cosa è il fondo patrimoniale

Ornella De Bellis - 19 Aprile 2014

Il fondo patrimoniale è un vincolo convenzionale costituito da ognuno dei coniugi nell'interesse della famiglia su di un complesso di beni determinati (immobili, mobili registrati o titoli di credito) e realizza la costituzione di un patrimonio separato o di destinazione, con limitazione dei poteri dispositivi di uno o entrambi i coniugi. Funzione del vincolo è quella di destinare i beni conferiti al soddisfacimento dei diritti di mantenimento, di assistenza e di contribuzione esistenti nell'ambito della famiglia. Il fondo si costituisce a mezzo di atto pubblico; non è necessaria l'accettazione quando è fatto da uno dei coniugi. La disciplina del fondo [ ... leggi tutto » ]