Sentenze e ordinanze della corte di cassazione in tema di condominio

Vendita dell'immobile e debiti condominiali - l'obbligo per il pagamento degli oneri di manutenzione straordinaria dell'edificio è a carico del soggetto che riveste la qualifica di condomino al momento in cui vengono approvati i lavori e non quando vengono ripartite le spese

Giorgio Martini - 24 giugno 2017

Una volta perfezionatosi il trasferimento della proprietà di un'unità immobiliare, l'alienante perde la qualità di condomino e non è più legittimato a partecipare alle assemblee (potendo far valere le proprie ragioni sul pagamento dei contributi solo attraverso l'acquirente che gli è subentrato). Pertanto, non può essere chiesto ed emesso nei [ ... leggi tutto » ]

Il condomino che se ne distacca è tenuto a corrispondere esclusivamente le spese di conservazione dell'impianto centralizzato di riscaldamento

Roberto Petrella - 17 giugno 2017

E' legittima la rinuncia di un condomino all'uso dell'impianto centralizzato di riscaldamento, anche senza necessità di autorizzazione o approvazione da parte degli altri condomini, purché l'impianto non ne sia pregiudicato, con il conseguente esonero, dall'obbligo di sostenere le spese per l'uso del servizio centralizzato. Il condomino che decide di rinunciare [ ... leggi tutto » ]

La compiuta giacenza vale anche per la notifica del verbale della delibera condominiale agli assenti

Simone di Saintjust - 24 gennaio 2017

Poiché il termine di decadenza di trenta giorni per impugnare le delibere dell'assemblea condominiale decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti e dalla data di comunicazione per gli assenti, qualora il plico diretto a questi ultimi, contenente il verbale della deliberazione, non sia lasciato al loro indirizzo ma depositato [ ... leggi tutto » ]

Riforma del condominio e distacco da impianto centralizzato di riscaldamento e raffreddamento

Giorgio Martini - 18 novembre 2016

La riforma del condominio ha, espressamente, ammesso la possibilità del singolo condomino di distaccarsi dall'impianto centralizzato di riscaldamento o di raffreddamento ma a condizione che dimostri che dal distacco non derivino notevoli squilibri di funzionamento dell'impianto od aggravi di spesa per gli altri condomini. Il condomino che intende distaccarsi deve, [ ... leggi tutto » ]

Il termine per l'impugnazione delle delibere condominiali da parte del condomino assente decorre dalla data del recapito al suo indirizzo del verbale dell'assemblea

Giorgio Martini - 8 settembre 2016

La contestazione di una delibera condominiale, da parte del condomino assente ai lavori dell'assemblea, va esperita con citazione notificata al condominio nel termine perentorio di 30 giorni. Infatti, il condomino assente che intende procedere in sede giudiziale per impugnare la delibera adottata dall'assemblea condominiale è innanzitutto obbligato a tentare preventivamente [ ... leggi tutto » ]

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum



Cerca