Article schema org



Emergenza coronavirus – indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020 ai professionisti con partita iva e ai lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa

Lilla De Angelis - 17 Marzo 2020


Ai liberi professionisti titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un'indennità per il mese di marzo 2020 pari a 600 euro. Tale indennità non concorre alla formazione del reddito IRPEF ed è erogata dall'INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 170 milioni di euro per l'anno 2020. L'INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i [ ... leggi tutto » ]


Emergenza coronavirus – indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020 ad artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Giorgio Martini - 17 Marzo 2020


Sono iscritti alle Gestioni Speciali dell'Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) i lavoratori autonomi quali gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, i coloni e i mezzadri: sono esclusi, in quanto iscritti alla Gestione Separata AGO i liberi professionisti, i lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (cococo), i venditori a domicilio, i prestatori di lavoro occasionale accessorio eccetera. Ebbene, ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Ago, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un'indennità per il mese di marzo pari a 600 euro. Tale indennità non concorre alla formazione del reddito ed [ ... leggi tutto » ]


Conto corrente cointestato fra il defunto ed uno dei coeredi – come prelevare l’intero saldo

Simonetta Folliero - 16 Marzo 2020


Com'è noto, i crediti del de cuius non si dividono automaticamente tra i coeredi in ragione delle rispettive quote, ma entrano a far parte della comunione ereditaria. Ciascuno dei partecipanti alla comunione ereditaria può agire singolarmente per far valere l'intero credito ereditario comune o anche la sola parte di credito proporzionale alla quota ereditaria, senza necessità di integrare il contraddittorio nei confronti di tutti gli altri coeredi. La partecipazione al giudizio di tutti i coeredi può essere richiesta dal convenuto debitore in relazione ad un concreto interesse all'accertamento nei confronti di tutti della sussistenza o meno del credito (questi sono [ ... leggi tutto » ]


Soggetti che possono succedere per rappresentazione ereditaria in caso di rinuncia dei chiamati

Lilla De Angelis - 15 Marzo 2020


Se un uomo muore e la moglie rifiuta l'eredità, i figli pure, i nipoti pure, vanno a chiedere anche alle sorelle del defunto? A quale livello di parentela si ferma la catena delle rinuncie delle eredità? Alla sua domanda risponde l'articolo 468 del codice civile, secondo il quale la rappresentazione ha luogo, nella linea retta a favore dei discendenti dei figli anche adottivi e naturali del defunto, e, nella linea collaterale a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto. [ ... leggi tutto » ]


Cartella esattoriale non pagata e iscrizione ipotecaria

Annapaola Ferri - 4 Marzo 2020


Cartella notificata nel maggio 2007, non vi sono stati atti interruttivi nè iniziata alcuna procedura esecutiva, sono stati inviati i Modelli RD1 E SL1 barrando la casella "prescrizione" e in relazione al Modello SL1 è pervenuto dall'Agenzia di Udine un avviso di iscrizione ipotecaria. Gli enti creditori sono tutti siciliani. Conviene attendere l'iscrizione ipotecaria e impugnarla? Dove si impugna? Si può presentare un reclamo-mediazione tributaria e dove? La competenza è del giudice tributario siciliano o visto che la cartella proviene da Udine la competenza territoriale è di quella Agenzia e del giudice di Udine? La Corte di cassazione a sezioni [ ... leggi tutto » ]