Cartelle esattoriali – la prescrizione non si rileva d'ufficio

Lo vogliamo fare il calcolo sulla prescrizione eventuale? O è inutile, perchè se anche ci accorgessimo della prescrizione poi dovremmo darcela sui denti?

La prescrizione non si rileva d’ufficio. Un modo elegante della PA per dire “se te ne accorgi bene, altrimenti ti ho fregato come un volgare piazzista con il gioco delle tre carte …”.

Perchè avremmo dovuto far ricorso nel 2002 e nel 2005. Ora è tardi e ripensarci ci può solo mettere di cattivo umore.

E dunque ragionare sulla prescrizione non serve a niente.

Ci resta il difetto di notifica dell’atto da cui si forma la cartella esattoriale.

Ed allora, recarsi in regione o all’ADE (per le regioni che hanno con l’ADE convenzione per la riscossione del bollo) e chiedere copia conforma delle relate di notifica degli avvisi di pagamento del bollo.

In pratica bisogna verificare se l’indirizzo alla data dell’invio era quello giusto. E qui è necessario un certificato di residenza storico per controllare.

Oppure si tratta di una notifica per compiuta giacenza. Ovvero irreperibilità temporanea del destinatario. Ma allora la regione (o chi per essa) ci deve far vedere l’attestato di una raccomandata AR che doveva avvisarci della giacenza dell’atto presso l’ufficio postale o l’albo pretorio.

Ma anche in questo caso, per far valere il vizio di notifica devo presentare ricorso quando mi viene notificata la cartella. Lei non si capisce cosa abbia ricevuto da Equitalia. Una cartella? Non si invia per posta semplice. Probabilmente si tratta di una intimazione di pagamento. Ma allora, la cartella dove sta? Quando è stata notificata? Neanche quella ha ricevuto?

La procedura quando non pago:

1) notifica avviso di pagamento. Se non pago importo iscritto a ruolo.

2) notifica cartella esattoriale. Se non pago intimazione di pagamento e avvio delle procedure di riscossione coattiva.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cartelle esattoriali di equitalia e prescrizione debiti esattoriali » Tutto ciò che il contribuente deve conoscere
Nel caso in cui Equitalia vi abbia notificato una o più cartelle esattoriali per debiti pregressi, come verificare che, trattandosi di vecchi tributi, il credito nei vostri confronti sia ancora da onorare o sia scaduto? Facciamo chiarezza all'interno dell'articolo. Per stabilire se si devono pagare i debiti con Equitalia di molti anni prima bisogna tenere in considerazione diversi aspetti. Innanzitutto, va detto che Equitalia può chiedere il versamento delle imposte finché il proprio credito non si prescrive. Inoltre, la prescrizione è diversa a seconda del tipo di tributo. Successivamente, va fatto notare che la prescrizione può essere sempre interrotta e ...

Equitalia » Come funziona la prescrizione delle cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative
Tutte le cartelle esattoriali notificate da Equitalia sono soggette alla prescrizione, ovvero all'estinzione a seguito dell'inerzia dell'agente di riscossione, protratta per il numero di anni stabiliti dalla legge. Questi atti, di conseguenza, non devono essere pagati. La disciplina della prescrizione in discorso è, tuttavia, diversa a seconda che si riferisca a sanzioni amministrative o a tributi e tasse. In questo articolo, parleremo della prescrizione delle cartelle di Equitalia per quanto riguarda le sanzioni amministrative. Per fare chiarezza è necessario riassumere le prescrizioni di queste sanzioni così come previste dalla legge. Per prima cosa è bene precisare che l'ente impositore di ...

Notifica delle cartelle esattoriali per accertamenti dell'Agenzia delle Entrate – Termini di decadenza
In tema di accertamenti e controlli delle dichiarazioni tributarie ai sensi dell'articolo 36 bis del DPR 29.9.1973, numero 600, la legittimità della pretesa erariale è subordinata, alla luce dell'intervento legislativo realizzato con l'articolo 1, commi 5 bis e 5 ter, del DL 17.6.2005, numero 106 (convertito con modificazioni con la legge 31.7.2005, numero 156), alla notifica della cartella di pagamento al contribuente entro un termine di decadenza, dovendo l'ordinamento garantire l'interesse del medesimo alla conoscenza, in termini certi, della pretesa tributaria derivante dalla liquidazione delle dichiarazioni. La cartella esattoriale, dunque,  deve essere notificata entro precisi termini temporali a partire dalla ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartelle esattoriali – la prescrizione non si rileva d'ufficio. Clicca qui.

Stai leggendo Cartelle esattoriali – la prescrizione non si rileva d'ufficio Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 19 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)