Il vizio di notifica della cartella esattoriale

Il vizio di forma per cui sono effettuati più ricorsi per le cartelle esattoriali è il cosiddetto difetto di notifica.

La normativa vigente, infatti, impone a chi recapita la posta di rispettare determinate formalità prima di consegnarvi l'atto di Equitalia.

La cartella esattoriale, come abbiamo visto in un precedente articolo, deve essere consegnato nelle vostre mani o, in caso di vostra assenza, in quelle di un familiare convivente.

Solo nel caso mancassero all'appello, allora l'atto potrà essere consegnato nelle mani del portiere.

Il postino deve, quindi, rispettare questa sorta di ordine gerarchico ed è obbligato a far menzione, nella relata di notifica, posta alla fine della cartella, di aver proceduto a tali tentativi secondo questa scaletta.

Ricordiamo, però, che sollevare una impugnazione contro la cartella esattoriale per difetto di notifica potrebbe essere controproducente.

Infatti, la giurisprudenza segue il principio secondo cui l'opposizione stessa è prova di conoscenza dell'atto.

In questi casi, quindi, conviene far finta di niente.

Nel caso, poi, Equitalia proceda avanti con atti di esecuzione forzata, allora bisognerà proporre una opposizione all'esecuzione e contestare la nullità della notifica della cartella esattoriale proprio per il predetto vizio di forma.

Altra e fondamentale cosa da dire in merito alle modalità di notifica per posta: ultimamente nel nostro paese è stato sollevato più volte il vizio in merito alla illegittimità della notifica effettuata a mezzo posta.

I tribunali, sia di merito che di legittimità, si stanno spaccando in due, ma la Cassazione sembra tendere verso la opposta tesi, quella favorevole al fisco. Quindi, attenzione.

Concludendo, occhio alla relata di notifica. Fate molta attenzione a dove il postino ha scritto la relata di notifica. Essa infatti deve essere apposta alla fine della cartella e mai sul frontespizio dell'atto. Se così, infatti, non fosse, la notifica sarebbe nulla.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca