Impugnazione di una cartella esattoriale per mancata notifica della stessa

E' possibile effettuare l'impugnazione di una cartella esattoriale per mancata notifica della stessa: vediamo quali sono i casi.

Può anche accadere che il contribuente riceva un sollecito di pagamento o un avviso bonario, o ancora un preavviso di fermo auto o di ipoteca, oppure, nella peggiore delle ipotesi, un pignoramento, senza però aver mai ricevuto la cartella esattoriale.

Anche in tale caso è lecito fare ricorso al giudice, sostenendo che nessuna precedente richiesta di pagamento o avviso era mai stato inviato da Equitalia.

Molti contribuenti ricorrono a questa eccezione anche quando non sono certi che la notifica sia avvenuta (magari lo hanno dimenticato o sono stati assenti per lungo tempo) o quando sono risultati irreperibili.

Spetta, infatti, a Equitalia, di fronte alla semplice eccezione del contribuente di omessa notifica, dimostrare il contrario, producendo gli originali delle relate di notifica o degli avvisi di ricevimento delle raccomandate.

Una prova non sempre facile da fornire, sia per via del paradigmatico disordine delle pubbliche amministrazioni, sia perché altrettanto spesso vengono conservate solo le fotocopie che, si sa, se contestate non fanno prova.

Così, a volte si tenta la sorte, sperando che l'amministrazione ometta di produrre la prova contraria.

Né l'attenzione di conformità all'originale, apposta sulla copia da un funzionario dell'Agente della riscossione, può supplire a tale deficit, in quanto egli non è un pubblico ufficiale capace di dare pubblica fede alle proprie dichiarazioni.

Peraltro, nel caso di irreperibilità del contribuente, il postino è tenuto a inviargli una seconda raccomandata con cui gli comunica l'avvenuto deposito alla Casa Comunale, ma non sempre tale comunicazione va a buon fine.

Qui poi la Cassazione è chiara: se il contribuente è irreperibile e il suo nome non c'è più sul campanello, prima del deposito in Comune il messo notificatore deve fare ulteriori ricerche nel comune di residenza per verificare dove si possa trovare il destinatario (per es. verificando il luogo di lavoro).

La notifica, quindi, non può sbrigativamente essere dichiarata negativa per assenza assoluta; senza le suddette ricerche si avrà nullità del procedimento.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca