Cartella esattoriale originata da multa » La prescrizione è di 5 annI

Indice dei contenuti dell'articolo


Cartella esattoriale originata da multa » La prescrizione è di 5 anni

La cartella esattoriale originata da una multa per trasgressione al codice della strada è prescrivile entro cinque anni e non in dieci.

La cartella, infatti, ha il ruolo di mettere in mora il debitore e interrompere la prescrizione, vale cioè come un mero atto di precetto ed è assimilabile ad un’ingiunzione di pagamento ma non certo ad un atto giudiziario, con la conseguenza che non può trovare applicazione il termine di prescrizione decennale previsto dall'articolo 2953 del codice civile

Si sottolinea, inoltre, che il termine quinquennale di prescrizione della cartella esattoriale decorre dal giorno della sua notifica. In caso di notifica ai sensi dell'articolo 140 codice di procedura civile, l’esattore ha l’onere di dimostrare (mediante la produzione della ricevuta di ritorno) di aver dato avviso al destinatario dell'atto – con raccomandata A/R – dell'affissione dello stesso presso la casa comunale.

Ciò è quanto emerge dalla sentenza 459/13, emessa dal giudice di pace di Nardò, Lecce.

La cartella esattoriale originata da una multa si prescrive in cinque anni

Si prescrive in cinque e non in dieci anni la cartella esattoriale di Equitalia originata da multa.

Questo quanto si evince dalla pronuncia in esame.

L’atto inviato da Equitalia, infatti, ha le caratteristiche di una ingiunzione fiscale, un atto amministrativo più vicino a un precetto che ad un decreto ingiuntivo.

Per questa motivazione, pertanto, non si può applicare il normale termine di prescrizione decennale previsto dal codice civile per tutti gli atti giudiziari.

Spieghiamoci meglio.

Un decreto ingiuntivo o una sentenza sono atti giudiziari emanati, cioè, da un magistrato.

Per questi tipi di documento, la prescrizione è decennale: in parole povere, il creditore che non abbia richiesto il pagamento nei confronti del debitore entro tale termine, non può più agire in esecuzione forzata con un precetto e successivo pignoramento.

La cartella esattoriale, invece, viene considerata un atto amministrativo e non giudiziale: ne consegue che a tale atto si applica un diverso termine di prescrizione che è, appunto, quinquennale.

Da ciò ne deriva che, trascorsi i cinque anni dal ricevimento della cartella esattoriale per contravvenzioni originate dal codice della strada, ogni successiva azione dell'agente di riscossione, come ad esempio un pignoramento o un fermo amministrativo, è illegittima.

Ciò, ovviamente, a meno che non siano intervenuti atti interruttivi della prescrizione: parliamo del classico sollecito di pagamento con raccomandata A/R.

8 Aprile 2014 · Chiara Nicolai


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Equitalia » Prescritta la cartella esattoriale originata da multa se prima di iscrivere il fermo passano cinque anni senza atti interruttivi
E' da ritenersi prescritta la cartella esattoriale, notificata al trasgressore, se Equitalia non si fa viva per cinque anni, a partire dalla multa, prima di recapitare la notifica di preavviso del fermo amministrativo. O meglio, deve ritenersi prescritto il diritto dell'esattore alla riscossione delle somme portate dalla cartella di pagamento per la violazione del codice della strada, laddove, a cinque anni dall'infrazione, nessun atto interruttivo risulta compiuto prima della notifica del preavviso di fermo del veicolo. Cio, dovendosi ritenere che il termine prescrizionale decennale opera soltanto allorquando il diritto alla riscossione della sanzione derivi da una sentenza. Questa la decisione ...

Cartella esattoriale originata da multe - la prescrizione è quinquennale
La prescrizione della cartella esattoriale originata da sanzioni del codice della strada è di cinque anni. La cartella esattoriale, infatti, non può essere trattata come una sentenza, che ha scadenza decennale. Così ha deciso il giudice di pace di Torino con la sentenza numero 11937 depositata il 30 dicembre 2011, relativa a un preavviso di fermo a seguito del manato pagamento di una sanzione del codice della strada. Nel caso specifico il concessionario per la riscossione ha comunicato che avrebbe proceduto al fermo amministrativo del veicolo una volta trascorsi oltre cinque anni dalla notifica della cartella esattoriale. Ma il giudice ...

Prescrizione cartella esattoriale originata da multe – una conferma del termine biennale
Con una interessante sentenza il Giudice di Pace di San Vito dei Normanni (Brindisi) ha annullato una cartella esattoriale notificata da EQUITALIA oltre il termine  biennale  previsto dalla legge dalla consegna dei ruoli e traente origine da un verbale per violazione a norme del Codice della Strada. In particolare il Giudice (sentenza numero 319/2010 del 09/06/2010) ha accolto il ricorso condannando alle spese il comune di Carovigno (Br) quale ente cui spettavano gli introiti della riscossione, ravvisando la carenza di correttezza dell'iter amministrativo per la violazione di legge. Il comma 154 della Legge 24 dicembre 2007 numero 244 (Finanziaria 2008) stabilisce ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartella esattoriale originata da multa » la prescrizione è di 5 anni. Clicca qui.

Stai leggendo Cartella esattoriale originata da multa » La prescrizione è di 5 annI Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 8 Aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 22 Ottobre 2017 Classificato nella categoria contenzioso e impugnazione cartelle esattoriali originate da multe Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento