Indice del post carta di credito: tutto ciò che non conoscevate o non volevano dirvi

Carta di credito a saldo e revolving: dai problemi di concessione da parte della banca ai diritti/doveri dell'utilizzatore » La guida completa

Che cos'è una carta di credito, quante tipologie di carte di credito esistono e soprattutto, gli istituti di credito le concedono facilmente? Quali sono i rischi che si corrono contraendo questi strumenti di pagamento e, ancora, quali sono i reali diritti e doveri dell'utilizzatore? In linea piuttosto generica, con la carta di credito, la banca mette a disposizione a favore del cliente una somma di denaro (fido) che può essere utilizzata a sua discrezione (es. acquisto di beni/servizi, acquisizione disponibilità liquide), con l'obbligo di restituzione attraverso rimborsi periodici in una o più soluzioni. I pagamenti effettuati dal cliente, una [ ... leggi tutto » ]

Che cos'è una carta di credito

Come accennato in premessa, la cosiddetta carta di credito è uno strumento di pagamento, costituito da una carta plastificata con dispositivo per il riconoscimento dei dati identificativi del titolare e dell'istituto bancario o finanziario emittente. Con la carta di credito, la banca mette a disposizione a favore del cliente di una somma di denaro (fido) che può essere utilizzata a sua discrezione (es. acquisto di beni/servizi, acquisizione disponibilità liquide), con l'obbligo di restituzione attraverso rimborsi periodici in una o più soluzioni. I pagamenti effettuati dal cliente, una volta coperti gli interessi maturati, ricostituiscono in tutto o in parte la [ ... leggi tutto » ]

Le tipologie di carta di credito più comuni

Le più comuni tipologie di carta di credito disponibili alla concessione da parte delle banche sono due, ovvero la carta di credito a saldo e la carta di credito revolving. Esistono, tuttavia, altri strumenti di pagamento più o meno conosciuti sulla falsa riga delle carte di credito classiche. Le principali tipologie di carte di credito sono: Carta di credito "a saldo" Carta di credito revolving La carta di credito a saldo rappresenta la più comune carta di credito in Italia, generalmente offerta come servizio aggiuntivo all'apertura di un conto corrente. Consente di dilazionare il pagamento della merce acquistata di [ ... leggi tutto » ]

Tutto quello che devi sapere sulla carta di credito a saldo

Come funziona, cosa comporta, e come deve essere conservata una classica carta di credito a saldo: tutte le informazioni utili. Come accennato, la carta di credito è uno strumento di pagamento collegato a un rapporto di conto corrente, costituito da una tessera di plastica che contiene dispositivi (microchip e/o banda magnetica) per il riconoscimento dei dati identificativi del titolare e alcuni elementi di sicurezza. Sul fronte della carta sono riportati le generalità del titolare, il numero della carta e la sua scadenza, mentre sul retro si trova il codice di controllo CVV2 o CVC2 (codici che nelle transazioni on-line [ ... leggi tutto » ]

Tutto quello che devi sapere sulla carta di credito revolving

Come funziona, cosa comporta, e come deve essere conservata una carta di credito revolving: tutte le informazioni utili. La carta di credito revolving è uno strumento di pagamento alternativo al contante che permette di effettuare spese, nei limiti del fido accordato, rimborsabili ratealmente con l'addebito di interessi. La banca, una società finanziaria o un istituto di moneta elettronica mettono a disposizione del titolare una riserva di denaro (denominata fido o plafond), con cui poter effettuare acquisti di beni e servizi e/o prelevare contante. La restituzione delle somme utilizzate avviene in maniera rateale e posticipata rispetto al momento dell'acquisto o [ ... leggi tutto » ]

Le carte di credito a saldo vengono concesse a qualsiasi correntista indiscriminatamente?

Qualunque correntista può ottenere con facilità una carta di credito, che sia a saldo oppure revolving, dal proprio istituto di credito? Per rispondere a questa domanda, è bene fare una fondamentale premessa. Il periodo di crisi che ci accompagna ha comportato un consistente restringimento di concessione del credito da parte delle banche. Basti pensare ai mutui o ai prestiti, sempre più raramente elargiti. Non per ultima, in questa lista, compare la concessione di una semplice e comune carta di credito a saldo. Le banche, per concederla, richiedono garanzie piuttosto rigide. Innanzitutto, se siete stati segnalati in una qualsiasi centrale [ ... leggi tutto » ]

Fate attenzione alle carte di credito revolving: sono pericolose

La carta di credito revolving rappresenta una particolare tipologia di credito in cui le spese non vengono automaticamente pagate a fine mese, ma possono essere rateizzate nel tempo. In parole povere, la banca concede un prestito al titolare della carta che si impegna a rimborsare il dovuto in rate fisse o variabili, in cambio di un tasso di interesse aggiuntivo rispetto all'importo speso. I versamenti mensili, poi, saldano il debito e ricostituiscono il credito concesso dalla banca. Si tratta, quindi, di una forma di finanziamento più agevole rispetto al prestito tradizionale, non bisogna richiedere alcuna autorizzazione specifica per ogni [ ... leggi tutto » ]

Duplicazione furto o smarrimento di una carta di credito: diritti e doveri del consumatore

Sono sempre più consueti i contenziosi con gli istituti di credito aventi a oggetto gli utilizzi non autorizzati di strumenti di pagamento, con particolare riguardo alle fattispecie di duplicazione, clonazione, furto e smarrimento di carta di credito e bancomat. In numerose sue decisioni l'Arbitro Bancario Finanziario ha applicato i principi della normativa comunitaria (direttiva europea 2007/64/CE sui servizi di pagamento, comunemente denominata PSD ovvero Payment Services Directive). Ai sensi della normativa vigente, italiana e comunitaria, sul cliente e sulla banca gravano una serie di obblighi di condotta a seguito dell'emissione dello strumento di pagamento quale il bancomat, dovendo il [ ... leggi tutto » ]

La franchigia a carico dell'utilizzatore di una carta di credito in caso di indebito utilizzo

La diatriba della franchigia applicabile a carico dell'utilizzatore di una carta di credito in caso di indebito utilizzo dello strumento di pagamento. Il Collegio di coordinamento si è pronunciato sulla franchigia a carico dell'utilizzatore di bancomat o carte di credito in caso di indebito utilizzo, chiarendo che, salvo il caso in cui abbia agito con dolo o colpa grave, non può essere superiore a 150 euro. Sono state richiamate alcune pronunce dell'Arbitro secondo cui la formulazione adottata dal legislatore nazionale consente di prevedere importi differenti a seconda delle circostanze del caso concreto. Fra i criteri per la graduazione dell'importo [ ... leggi tutto » ]

Diritto per l'utilizzatore di una carta di credito di ottenere il rimborso di una transazione per l'inadempimento imputabile all'esercente

L'inadempimento del beneficiario nelle transazioni regolate con una carta di credito. Il Collegio di coordinamento è intervenuto a risolvere il contrasto interpretativo in merito al diritto per l'utilizzatore di una carta di credito, o bancomat, di ottenere il rimborso di una transazione, da parte dell'emittente, per l'inadempimento imputabile all'esercente, beneficiario del pagamento. Muovendo dall'inquadramento giuridico della fattispecie nell'ambito della delegazione di pagamento, il Collegio afferma che il solo obbligo gravante sull'intermediario è quello di eseguire gli ordini di pagamento impartiti, e quindi appositamente autorizzati, dall'utilizzatore. La sua responsabilità si limita all'eventuale inadempimento o inesatto adempimento a tale obbligo, come [ ... leggi tutto » ]

17 giugno 2015 · Andrea Ricciardi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post carta di credito: tutto ciò che non conoscevate o non volevano dirvi. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Carta di credito: tutto ciò che non conoscevate o non volevano dirvi Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 17 giugno 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 5 gennaio 2019 Classificato nella categoria carte di credito di debito (bancomat) e carte revolving Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca