I soggetti obbligati e quelli esclusi dall'aggiornamento della carta di circolazione per uso promiscuo del veicolo

Soggetti obbligati, e non, all'aggiornamento della carta di circolazione in caso di uso promiscuo del veicolo.

Sono inclusi nell'obbligo tutti i casi di comodato (esclusi quelli dove il comodatario è un familiare convivente del proprietario), di locazione senza conducente (noleggio), di custodia giudiziale con facoltà d'uso del veicolo, di utilizzo di veicoli di soggetti incapaci (minori, interdetti, etc.) o deceduti (in attesa che si attui la successione), di utilizzo di veicolo con contratto rent to buy, di utilizzo di veicoli facenti parte di un trust.

Sono invece esenti dall'obbligo tutti i casi di auto date in uso ai familiari conviventi, a prescindere dal periodo di utilizzo, i casi di auto aziendali assegnate ai dipendenti (fringe benefit) e gli autotrasportatori (per i quali verranno emanate norme specifiche).

Sono ovviamente esclusi anche tutti i casi dove il veicolo viene dato in prestito occasionalmente o per periodi inferiori a 30 giorni, o quando un mezzo è utilizzato da più persone senza esclusività.

Dunque, in sintesi, i soggetti su cui grava l'obbligo di comunicazione, e a nome del quale quindi potrebbero scattare le sanzioni, sono:

  1. i comodatari in caso di comodato
  2. i locatari o i sublocatari in caso di noleggio
  3. gli affidatari in caso di custodia giudiziale
  4. gli eredi
  5. gli utilizzatori nei casi di contratti rent to buy.

Gli obblighi sono assolti anche se la comunicazione viene fatta dal proprietario del veicolo o comunque dal soggetto intestatario della carta di circolazione, a patto che venga sottoscritta una delega su modulo predisposto dal Ministero.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca