Cai e segnalazione per una carta Aura non pagata

Indice dei contenuti dell'articolo


Carta Aura e CAI

Cerco informazioni in merito ad una carta Aura, in quanto ero possessore di questa carta dal 2002 e circa un anno fa ho avuto una sofferenza che poi ho estinto: tale societa mi ha segnalato comunque alla CAI.

Chiedevo se e possibile tutt'oggi chedere a codesta societa una copia del mio contratto in originale. E perché essendo passati 12 mesi dall'estinzione sono ancora essere segnalato al CAI e come dovrei fare per un eventuale ricorso all'Autorità per la tutela della privacy.

Segnalazione CAI per utilizzo irregolare di carta AURA

L’iscrizione alla CAI avviene nel caso di utilizzo irregolare delle carte di pagamento ovvero quando l’emittente la carta abbia revocato il cliente dall'utilizzo della carta stessa a causa del mancato pagamento delle spese connesse con gli acquisti e i prelievi effettuati.

La CAI è, appunto, l’archivio informatico costituito presso la Banca d'Italia nel quale confluiscono informazioni riguardanti irregolarità commesse dalla clientela nell'utilizzo degli assegni e delle carte di pagamento.

La segnalazione, in caso di revoca, è obbligatoria

L’iscrizione nella CAI per revoca dall'utilizzo di carta di pagamento dura due anni. Diversamente dagli assegni (dove il soggetto iscritto non può più utilizzare assegni per il periodo di 6 mesi), l’iscrizione relativa alle carte di pagamento ha valore soltanto informativo: ciascun emittente può quindi autonomamente decidere se rilasciare o meno una carta a un soggetto iscritto nella CAI.

Per quanto sopra, non esistono validi motivi per un ricorso all'Autorità per la tutela della privacy. Può solo citare l’emittente FINDOMESTIC nel caso in cui lei abbia fondati elementi per ritenere errata o illegittima la revoca della carta AURA.

27 Novembre 2012 · Simone di Saintjust