Busta paga dimezzata dai prestiti

Sono un dipendente statale (forze di polizia) da venticinque anni,la mia busta paga è gravata, per la metà dello stipendio, da una cessione del quinto e da un prestito in delega, ambedue decennali.

Praticamente percepisco, netto alla mano, circa 1.100 euro al mese a fronte dei 2.000 circa di uno stipendio “pulito”.

Adesso stò separandomi da mia moglie disoccupata e con una figlia di appena 4 anni.

Praticamente, di comune accordo, dovrei versare circa 750 euro mensili. Io resterei con circa 300 euro al mese.

Cosa posso fare?

Si può chiedere la rideterminazione dei prestiti volontari?

Vi sarei grato se mi rispondeste, la mia situazione pare essere analoga a tanti altri colleghi, che, però, sono quasi tutti già proprietari di casa o hanno libero accesso al credito.

Io sono iscritto anche alle centrali rischio e non sò come fare.

I suoi colleghi, rispetto a lei, hanno solo la possibilità di spostare un pò più in avanti il problema rappresentato dal proprio sovraindebitamento

I suoi colleghi, rispetto a lei, hanno solo la possibilità di spostare un pò più in avanti il problema rappresentato dal proprio sovraindebitamento. Ma la “mala bestia”, prima o poi, presenterà comunque il conto, anche a loro, in assenza di interventi strutturali sul debito o sul tenore di vita.

Lei ha perfettamente chiaro il problema: il non potere accedere al credito la penalizza fortemente. Infatti, ottenendo oggi un prestito e non pagandolo, per i sopravvenienti creditori non ci sarebbe più spazio per un eventuale pignoramento dello stipendio, tenuto conto della cessione del quinto, del prestito delega e degli incombenti crediti alimentari vantati dalla sua ex-moglie.

Paradossalmente, tuttavia, quello che potrà ottenere è il ridimensionamento dell’assegno da corrispondere al coniuge: questo non potrebbe superare la differenza fra la metà dello stipendio netto e le quote già cedute o delegate.

Il che significherebbe non concedere gli alimenti a sua moglie, cosa non possibile. Probabilmente il giudice, in assenza di un accordo, assegnerà al coniuge un assegno alimentare equivalente all’importo del prestito delega, che a rigore non dovrebbe essere concesso, ma che continua, come nel suo caso, a mietere vittime.

8 Settembre 2012 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Busta paga dimezzata
Faccio sèguito alla Vs gentile risposta del dottore Simone Saintjust il quale mi ha esaustivamente illuminato sulla questione sottoposta circa la mia busta paga dimezzata. La mia domanda è ora semplice: si possono rideterminare le quote dedicate alla cessione del V e quella del prestito in delega, considerando che esse già "occupano" il 50% dello stipendio? Questo perchè, dovendo separarmi dovrò mantenere la mia ex moglie ed un bimbo di 4 anni e non posso versare meno di 750 euro (loro morirebbero di fame, visto che la madre è disoccupata) e morirei di fame anch'io. ...

Contratti di prestito - Il prestito delega
Il prestito delega (o delegazione di pagamento), è una forma di prestito personale di cui possono usufruire i lavoratori dipendenti. Tale forma di prestito è regolata dalla legge 180 del 05.01.1950 e dal DPR 895 del 28.07.1950 e successive modifiche. Per capire di cosa si tratta possiamo partire dalla cessione del quinto dello stipendio, essa funziona basandosi sulla cessione di una parte della busta paga o pensione prelevandolo direttamente alla fonte. Sarà quindi il nostro datore di lavoro o l'ente pensionistico che pagherà direttamente la nostra rata. Questo tipo di prestito permette di ottenere del denaro dando come garanzia solamente ...

Terza trattenuta su Busta Paga oltre a cessione del quinto e prestito delega - Possibile?
Sono un dipendente statale Esercito Italiano sul mio cedolino grava già una cessione del quinto ed un prestito delega. Su internet ho letto che si può richiedere una terza trattenuta è vero? E l'importo della rata di quanto potrebbe essere? Il mio stipendio da cedolino netto è circa 1.600 euro da sottrarre la cessione per 143 euro e il prestito delega per euro 277 più assicurazione auto per 50 euro. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su busta paga dimezzata dai prestiti. Clicca qui.

Stai leggendo Busta paga dimezzata dai prestiti Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 8 Settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)