Box autovelox » Il parere del Ministero dei Trasporti

Continua la diatriba sulla legittimità dei box autovelox: vediamo quali sono gli sviluppi della vicenda.

I cosiddetti box autovelox, ovvero gli armadietti destinati a contenere i misuratori di velocità possono essere posizionati su qualunque tratto di strada.

Infatti, questi apparecchi possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione che ospitino, anche non continuativamente, i dispositivi misuratori della velocità dei veicoli.

A chiarirlo è il Ministero dei trasporti con il parere numero 1870/14.

I box autovelox possono essere posizionati su qualunque tratto di strada anche a titolo di semplici dissuasori, purché vengano effettivamente impiegati, anche solo saltuariamente, con gli strumenti elettronici e l’eventuale presidio degli organi di polizia.

Ciò è stato ribadito dal Ministero dei trasporti con il parere numero 1870 del 18 aprile 2014.

A parere del Ministro Maurizio Lupi, infatti, questi manufatti sono generalmente inutili e pericolosi.

Ma gli organi del suo Dicastero da sempre hanno fornito una interpretazione molto più permissiva che viene confermata anche nel parere in esame indirizzato, tra l’altro, all'Anci e al Capo Gabinetto del Ministero delle infrastrutture.

Questi apparecchi porta autovelox comunemente definiti Velo box, Velo ok o Speed Check o semplicemente armadietti, possono essere realizzati in materiale plastico o metallico a seconda delle esigenze operative degli organi di vigilanza.

Non trattandosi di componenti della segnaletica stradale, questi strani apparecchi, a parere degli organi tecnici, non richiedono approvazioni di nessun tipo e possono pertanto essere installati su qualsiasi tratto di strada purché non costituiscano pericolo alla circolazione.

A parere del ministero, non serve neanche un impiego costante dei misuratori per legittimarne l’uso e la posa in opera.

In parole povere, quindi, questi manufatti colorati possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione che ospitino anche non continuativamente, i dispositivi misuratori della velocità dei veicoli.

20 Maggio 2014 · Giuseppe Pennuto