Bonus mobili dopo ristrutturazione edilizia » Pagamento con assegno?

Bonus mobili per ristrutturazione edilizia » No al pagamento con assegno

Avrei un quesito da proporvi: dopo aver effettuato la ristrutturazione del mio appartamento, ho deciso di rinnovare l'arredamento ma, per l'acquisto dei nuovi arredi, ho pagato con un assegno.

Ho diritto comunque alle agevolazioni previste dal bonus mobili?

Bonus mobili per ristrutturazione edilizia » solo bancomat, carta di credito o bonifico

Per poter beneficiare della detrazione del 50% del bonus mobili, in relazione alle spese sostenute per l'acquisto di beni (mobili, elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, apparecchi televisivi e computer) finalizzati all'arredo di immobili per i quali si fruisce della detrazione del 50% prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, è necessario che il pagamento sia avvenuto tramite carte di debito (es. bancomat), carta di credito, bonifico bancario o postale.

Non è consentito, invece, effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Le spese sostenute, inoltre, devono essere “documentate”, conservando la documentazione attestante l’effettivo pagamento (ricevute dei bonifici, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente) e le fatture di acquisto dei beni con la usuale specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti.

29 novembre 2013 · Andrea Ricciardi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Bonus mobili per giovani coppie
La legge di stabilità del 2016 ha ampliato le ipotesi in cui è possibile fruire del bonus mobili: infatti, le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non ...
Bonus mobili per le giovani coppie under 35 che acquistano casa » Ecco la panoramica completa
Il comma 75 dell'articolo 1 della legge di stabilità del 2016 amplia le ipotesi in cui è possibile fruire del bonus mobili, individuando specifici requisiti soggettivi in presenza dei quali è anche elevato da 10.000 a 16.000 euro il limite massimo di spesa detraibile. Il citato comma 75 stabilisce che ...
Bonus edilizia » Cosa cambia e cosa rimane: proroghe novità e cambiamenti
Per quanto riguarda il 2017, la legge di bilancio conferma i bonus fiscali che stanno trainando l'edilizia e il patrimonio immobiliare: ci sono però, alcune novità, vediamo quali. Le misure destinate agli incentivi fiscali sulle ristrutturazioni edilizie previste anche per il 2017 sono così riassumibili: riapertura dal 1° gennaio al ...
Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e bonus mobili - Post it
Ricordiamoci che: La detrazione IRPEF per gli interventi di ristrutturazione edilizia, nonché per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all'arredo di immobili oggetto di ristrutturazione, è pari al 50% della spesa sostenuta. L'importo massimo di spesa ammessa al ...
Dichiarazione dei redditi – detrazioni per ristrutturazione di immobili
Le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio per le quali è possibile fruire della detrazione sono: le spese relative agli interventi di manutenzione straordinaria sulle singole unità immobiliari di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze; le spese relative agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria ...

Spunti di discussione dal forum

Anticipo tfr e obbligo esibizione attestati di spesa
In base ad accordi intervenuti fra datore di lavoro ed i sindacati aziendali, io posso richiedere l'anticipo tfr per spese matrimoniali (pari al 40% del tfr maturato) e/o per acquisto dell'auto (pari al 30% del tfr maturato). Nei casi di acquisto prima casa o di cure sanitarie, l'azienda dopo aver…
Debito per leasing non pagato e pignoramento carta con IBAN
Ho un debito molto rilevante con una banca, a seguito di un leasing che non ho potuto rispettare. La banca ha già ritirato il bene e ne ha effettuato la vendita all'asta. La banca mi ha precettato il pagamento del debito residuo. Non sono intestatario di beni immobili né mobili…
Difesa per pignoramento Equitalia presso la residenza del debitore: a chi intestare i beni mobili?
Mio marito era amministratore di una sas che negli anni ha accumulato diverse centinaia di migliaia di euro in debiti IVA, IRAP e attualmente, avendo ricevuto visita da Equitalia è stato costretto a chiudere l'attività. Un verbale di pignoramento dei beni dell'azienda è stato già notificato, mentre un verbale di…
Bonus bebé per coppia non coniugata convivente
Lei, fino ad Aprile 2015 risiedeva con i propri genitori e il fratello, nel 2013 reddito proprio, non a carico dei propri genitori. Nel 2014 a carico dei propri genitori, non avendo reddito proprio. Lei, calcolando con il simulatore ISEE - INPS , inserendo i redditi 2013 di 4 componenti…
Un’altra ingiunzione di pagamento per bollo non pagato – A cosa vado incontro se ormai da pignorare resta ben poco?
Mi è arrivata una raccomandata dalla società SORIS per conto di regione Piemonte in relazione ad un bollo auto non pagato: mi si ingiunge di pagare entro 60 giorni altrimenti recupero coattivo. Cosa devo aspettarmi visto che sono precario con conto corrente cointestato in cui transitano il mio stipendio e…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bonus mobili dopo ristrutturazione edilizia » pagamento con assegno?. Clicca qui.

Stai leggendo Bonus mobili dopo ristrutturazione edilizia » Pagamento con assegno? Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 29 novembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?