I requisiti e le modalità per poter ottenere il bonus mamma

Bonus mamma 2017 » Scopriamo quali sono i requisiti per ottenere il premio di 800 euro

Bonus mamma finalmente al via: vi spieghiamo come è possibile ottenere il premio di 800 euro.

Nel comma 353, articolo 1 della legge di bilancio per il 2017 è previsto che a decorrere dal 1 gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all'adozione di minore dell'importo di 800 euro.

Il premio è corrisposto in un'unica soluzione su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza o all'atto di adozione.

La Circolare 39 del 27 febbraio 2017 fornisce e disciplina i requisiti necessari per ottenere questa nuova misura, e dà indicazioni sulle corrette certificazioni da allegare alla domanda.

In particolare, il premio alla natalità è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei requisiti attualmente presi in considerazione per l'assegno di natalità di cui alla legge di stabilità n. 190/2014 (art. 1, comma 125):

Il beneficio di 800 euro può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

Il beneficio è concesso in un'unica soluzione, per evento (gravidanza o parto, adozione o affidamento), a prescindere dai figli nati o adottati/affidati contestualmente.

Il premio alla nascita è corrisposto su domanda della madre avente diritto all'INPS.

La domanda va presentata dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, attestante la data presunta del parto.

Se la domanda del premio è presentata in relazione al parto, la madre dovrà autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino.

Con successivo messaggio saranno fornite le specifiche istruzioni per le modalità di presentazione delle domande telematiche.

Come quando ed in quali modalità è possibile ottenere il bonus mamma da 800 euro

Ecco come quando ed in quali modalità è possibile ottenere il bonus mamma da 800 euro.

L'Inps ha finalmente pubblicato le istruzioni su come richiedere il bonus mamma 2017, la misura di welfare più attesa fra quelle introdotte dal pacchetto famiglia dell'ultima Legge di Bilancio.

Il premio alla nascita consiste in 800 euro una tantum per tutte le donne che stanno per avere o hanno avuto un figlio, senza alcun tetto di reddito.

Le domande potranno essere presentate dal 4 maggio 2017 e improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell'evento.

Per i soli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, data di rilascio della procedura telematizzata di acquisizione, il termine di un anno per la presentazione decorre dal 4 maggio.

Ma cosa bisogna fare per ottenere il premio.

Nei paragrafi successivi tutte le istruzioni fornite dall'Inps.

Presentazione della domanda per usufruire del bonus mamma

Ecco come presentare correttamente la domanda per usufruire del bonus mamma.

Il premio è corrisposto direttamente dall'Inps che, su domanda della donna gestante o della madre del minore, provvede al pagamento dell'importo di 800 euro per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. In sede di presentazione della domanda occorre specificare l'evento per il quale si richiede il beneficio e precisamente:

Istruzioni per la compilazione telematica

La domanda deve essere presentata all'Inps esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:

Bonus mamma: Termini di presentazione della domanda e documentazione

Ecco quali sono i termini di presentazione della domanda e documentazione in merito al bonus mamma.

La domanda per ottenere il bonus mamma 2017 deve essere presentata “improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell'evento.

Per i soli eventi verificatisi dal 1° gennaio al 4 maggio 2017, data di rilascio della procedura telematizzata di acquisizione, il termine di un anno per la presentazione decorre dal 4 maggio”.

Per certificare lo stato di gravidanza si può seguire una delle seguenti opzioni:

Se la domanda è presentata in relazione al parto già avvenuto, la madre dovrà autocertificare nella domanda il Codice Fiscale del bambino.

Analoga indicazione è richiesta nel caso di adozione o affidamento preadottivo di più minori.

Le cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno valido ai fini dell'assegno di natalità devono certificare il possesso di tale titolo inserendone gli estremi nella domanda telematica.

9 maggio 2017 · Andrea Ricciardi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Premio di 800 euro a donne incinte e neo mamme italiane e straniere - Requisiti per ottenerlo
Il premio alla natalità è riconosciuto alle donne gestanti o alle madri che siano in possesso dei seguenti requisiti: residenza in Italia; cittadinanza italiana o comunitaria; le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria sono equiparate alle cittadine italiane; per le cittadine non comunitarie, ...
Bonus mamma domani - ottocento euro a chi è al settimo mese di gravidanza
La prestazione del bonus mamma domani pari ad 800 euro, può essere richiesta dalle donne al compimento del settimo mese di gravidanza o, in caso di parto antecedente all'inizio dell'ottavo mese di gravidanza. Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo IRPEF ed è concesso in un'unica soluzione. Le ...
Bonus bebè e Bonus mamma domani - Su ricorso di alcune associazioni che tutelano i diritti degli immigrati i giudici milanesi ordinano all'INPS di incentivare anche le nascite degli extracomunitari
Con Ordinanza 6019/2017, il Tribunale di Milano ha accolto il ricorso delle associazioni APN (Avvocati Per Niente), ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione) e Fondazione Giulio Piccini ONLUS contro l'INPS avverso le disposizioni in materia di Bonus bebè e Bonus mamma domani, nella parte in cui è stato limitato ...
Il bonus bebè a favore delle neo mamme per il triennio 2015-2017 » Tutte le informazioni su requisiti e agevolazioni
Per il 2015 sono usufruibili quasi tutte le agevolazioni e i bonus del 2014: ci sono alcune novità, però, soprattutto introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 (legge 190/2014) per quanto riguarda il bonus bebè. Con la legge di stabilità, infatti, è stata sancita la reintroduzione del bonus bebè, ovvero la ...
Il bonus bebé in caso di adozione
Com'è noto, la gestione e la liquidazione delle domande per ottenere il bonus bebè sono di competenza dell'INPS che provvede al pagamento mensile dell'assegno, il cui importo è pari a 80 euro se l'ISEE del nucleo familiare non è superiore a 25 mila euro annui, oppure 160 euro se l'ISEE ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i requisiti e le modalità per poter ottenere il bonus mamma. Clicca qui.

Stai leggendo I requisiti e le modalità per poter ottenere il bonus mamma Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 9 maggio 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 15 febbraio 2018 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca