Come ottenere e spendere correttamente il BONUS CULTURA

Bonus cultura per diciottenni » Ecco come è possibile spendere questo piccolo incentivo da 500 euro

A partire dallo scorso 3 novembre 2016, i diciottenni, in possesso della Spid, l’identità digitale, possono usufruire del bonus cultura, ovvero disporre di un incentivo di ben 500 euro: vediamo come funziona la prassi e come è possibile spenderlo.

Come accennato, a partire dal 3 novembre 2016 e fino a tutto il 2017, i giovani che abbiano diciotto anni, potranno chiedere e spendere i 500 euro per attività culturali.

Un bonus riservato a chi è già in possesso della cosiddetta Spid, l’identità digitale (che potrà essere richiesta, per la prima volta, proprio per l’occasione).

Ma come fare per ottenere il bonus cultura da 500 euro? Semplice: E' necessario esclusivamente iscriversi al sito internet 188appitalia e registrarsi.

Prima della registrazione. però, come già detto, è necessario essere in possesso della Spid, l’identità digitale, secondo le modalità che illustreremo nei paragrafi successivi.

Come effettuare la richiesta per accedere al cosiddetto bonus cultura

Vi spieghiamo come effettuare la richiesta per accedere al cosiddetto bonus cultura.

La richiesta del bonus cultura sul sito dedicato può essere fatta solo da chi ha compiuto 18 anni nel 2016 o (grazie alla legge di bilancio 2017) da chi li compie nel corso del 2017.

Non possono presentare la richiesta coloro che sono ancora minorenni.

Per spendere il bonus si ha tempo fino al 31 dicembre 2017.

Per registrarsi sul sito è necessario possedere:

Quanto al documento di identità e alla tessera sanitaria, durante la registrazione può esser necessario fotografare e allegarli al form da compilare.



Come fare per ottenere l'identità digitale (Spid)

Ecco le istruzioni per poter ottenere l'identità digitale, cosiddetta SPID.

Per ottenere la Spid è necessario spendere circa 20 minuti del proprio tempo.

E' possibile, infatti, ottenerla registrandosi ad uno dei seguenti siti:

I quattro soggetti (detti Identity Provider), offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID.

Poste Italiane

Con Poste Italiane basta inserire i dati che vengono richiesti sul sito.

Infine, basta recarsi in uno degli uffici presenti in tutta Italia per concludere la registrazione e ritirare le proprie credenziali.

Sielte

Con Sielte, se si dispone di un pc, tablet o uno smartphone dotati di webcam è possibile scegliere la modalità di riconoscimento completamente online.

Seguendo le istruzioni che ti indicheranno operatori di Sielte è possibile completare la registrazione senza doversi recare in ufficio.

Altrimenti. è possibile inserire i dati che vengono richiesti sul sito di Sielte.

Una volta terminato è possibile recarsi in uno degli uffici per concludere la registrazione e ritirare le proprie credenziali.

Tim

Già da ottobre 2016, se si è titolari di una Sim Card Tim, è possibile recarsi in uno dei negozi Tim abilitati e ritirare le proprie credenziali Spid.

Da novembre sono disponibili ulteriori novità.

InfoCert

In pratica, con INFOCERT è necessario inserire i dati che vengono richiesti sul sito INFOCERT, dopodiché è possibile recarsi in uno degli uffici presenti in tutta Italia per concludere la registrazione e ritirare le proprie credenziali.

Se si dispone di una webcam collegata al proprio computer è possibile scegliere la modalità di riconoscimento completamente online.

Seguendo le istruzioni che indicheranno gli operatori di INFOCERT è possibile completare la registrazione senza doversi recare di persona in un ufficio.

Questa modalità è a pagamento (9,90 euro + iva).

Prima di cominciare è necessario, dunque, munirsi di una carta di credito o una carta prepagata da poter utilizzare per il pagamento online.

Altre modalità

Esiste anche un’altra modalità che prevede l’utilizzo di carta d’identità elettronica o Cns (carta nazionale dei servizi) preventivamente abilitate per l’utilizzo dei servizi on line e di un lettore di smart card da collegare al computer.

Se se ne è in possesso, è possibile completare la procedura online con INFOCERT, Poste Italiane, Sielte e Tim.

Come può ottenere il bonus cultura da 500 euro chi ha già compiuti 18 anni nel 2016

Ecco come può ottenere il bonus cultura da 500 euro chi ha già compiuti 18 anni nel 2016 e chi li compirà nel 2017.

Il bonus cultura, introdotto a gennaio 2016, è divenuto operativo solo qualche giorno fa con l’approvazione di un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri [1

. Il bonus è stato esteso al 2017 grazie alla legge di bilancio 2017.

Quindi possono usufruire del bonus:

Dunque, coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2016 dovranno registrarsi su www.18app.italia.it entro il 31 gennaio 2017 e potranno spendere il bonus entro il 31 dicembre 2017. Prima della registrazione dovranno avere la Spid.

Da giovedì 3 novembre 2016 è possibile visionare le offerte e scaricare i primi buoni spesa.

La prima cosa da fare è il login sul sito 18appitalia tramite Spid che è stata chiesta secondo i quattro sistemi prima elencati.

A questo punto il 18enne richiederà il bonus e, una volta ottenuto, potrà utilizzare una sorta di borsellino elettronico del valore nominale di 500 euro per acquistare servizi tra quelli offerti dai gestori registrati.

Un esempio sono i grandi cinematografici (Uci Cinemas e The Space) e i teatri gestiti dalle fondazioni statali (La Scala di Milano o il teatro dell’Opera di Roma, ad esempio).

Ma ci sono anche l’acquisto di libri (anche scolastici), riviste, cd o dvd (esclusi, quindi, musica e film su supporto).

Il 18enne seleziona l’evento per il quale intende spendere il bonus.

Dopo deve stampare su carta il bonus o scaricare il Qr code su smartphone, con il quale dovrà infine recarsi alla cassa ed esibire il suddetto ticket.

L’importo del buono, però, viene scalato dal “borsellino” solo dopo aver fruito lo spettacolo o effettuato l’acquisto.

Per coloro che compiono 18 anni nel 2017, l’accesso al bonus cultura è contenuto nella legge di bilancio 2017 e non è quindi ancora operativo ma lo sarà non appena la manovra sarà approvata.

Le condizioni di utilizzo dovrebbero rimanere le stesse.

7 novembre 2016 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come ottenere e spendere correttamente il bonus cultura. Clicca qui.

Stai leggendo Come ottenere e spendere correttamente il BONUS CULTURA Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 7 novembre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca