Come funziona l'agevolazione del bonus bebè in generale

Per ogni figlio nato o adottato tra il 1 Gennaio 2015 e il 31 Dicembre 2017 è riconosciuto un assegno di 960 euro annui erogato mensilmente a decorrere dal mese di nascita o adozione.

Tale assegno, che non concorre a formare reddito tassabile, è corrisposto fino al compimento del terzo anno di età ovvero fino al terzo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione.

E' corrisposto a figli di cittadini italiani, di uno stato UE o di cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno, residenti in italia, a condizione che il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente sia in condizioni economiche corrispondente ad un ISEE non superiore a 25.000 euro annui. L'importo dell'assegno è raddoppiato nel caso di ISEE non superiore a 7.000 euro annui.

L'assegno è corrisposto dall'INPS dietro domanda da presentarsi con modalità che dovranno essere fissate da un decreto (Dpcm) che dovrebbe arrivare entro i primi giorni di Febbraio 2015.
In futuro, dal momento in cui l'erogazione sarà a regime, l'importo degli assegni potrebbe essere rivisto, così come i valori dell'Isee.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • manuman 3 giugno 2015 at 10:56

    Buongiorno, io convivo con il mio compagno e ho avuto un bimbo a gennaio 2015.
    per il calcolo isee necessario per la richiesta del bonus bebè, nel nucleo familiare rientro solo io e mio figlio giusto?

    • Annapaola Ferri 3 giugno 2015 at 11:08

      Purtroppo no. Del nucleo familiare fa parte anche il padre del neonato.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca