Bolletta idrica » Il consumo indicato dal contatore non sempre vale come unica prova

In caso di contestazione della bolletta dell'acqua, da parte dell'utente, al fornitore del servizio non basta la lettura del contatore per dimostrare l'effettivo ammontare dei consumi.

Questo l'orientamento espresso dal Tribunale di Caltanissetta con la sentenza dell'11 novembre 2013.

Contestazione della bolletta

La vicenda riguarda un utente che aveva ricevuto una bolletta idrica con importi ritenuti ingiustificati rispetto ai consumi medi precedenti e al suo fabbisogno.

Il consumatore aveva così nominato un tecnico, il quale aveva evidenziato possibili anomalie e perdite idriche nel punto di allaccio.

Sulla base di tali accertamenti, l'utente aveva contestato le fatture.

La società fornitrice, però, si era limitata a verificare l'esatta matricola del contatore in uso e la corrispondenza delle letture.

Quindi aveva riproposto la richiesta di pagamento con un'ingiunzione presentata davanti al Tribunale di Caltanissetta.

Qui, però, il giudice di merito, rifacendosi a due pronunce della Corte di Cassazione (10313/04 e 18231/08), ha ricordato il principio secondo cui l'obbligo della società erogante di calcolare gli addebiti sulla base delle indicazioni del contatore non si può risolvere in un privilegio fondato sulla non contestabilità del dato recato in bolletta.

Se l'utente contesta i valori ricavati dallo strumento di misurazione, infatti, deducendo specifiche circostanze, è obbligo della società erogatrice fornire la prova del corretto funzionamento del contatore e l'affidabilità dei valori registrati.

In pratica, il contatore non può essere considerato, da solo, una prova a favore del fornitore circa l'esattezza delle bollette. Nel caso di contestazione dell'utente, basata su valide ragioni, sono necessarie ulteriori prove che confermino la validità della bolletta.

Nel caso di specie, quindi, la società fornitrice non poteva limitarsi a verificare la corrispondenza della matricola del contatore con quello sul quale erano effettuate le letture.

Per fornire una prova valida, avrebbe dovuto accertare l'infondatezza delle circostanze che dimostravano un cattivo funzionamento degli strumenti di allaccio e dello stesso contatore.

Altrimenti, ne conviene che il credito richiesto per i consumi idrici indicati da quel contatore non può considerarsi né certo né effettivo.

Ecco perchè, fortunatamente, l'ingiunzione di pagamento è stata annullata e la società concessionaria del servizio di somministrazione idrica è stata condannata a rimborsare le spese del giudizio.

21 gennaio 2014 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Non si può contestare il buon funzionamento del sistema di rilevazione del traffico telefonico solo sulla base degli importi esorbitanti addebitati in bolletta
Deve presumersi il buon funzionamento del sistema di rilevazione del traffico telefonico per telefonia fissa mediante i contatori centrali delle società telefoniche, le cui risultanze fanno piena prova del traffico addebitato, in difetto di contestazione da parte dell'utente. Se il buon funzionamento è contestato, costituisce onere della società esercente il ...
Tutela consumatore e fornitura gas: bollette in ritardo, malfunzionamenti al contatore e problematiche per il nuovo allaccio » Tutto ciò che devi conoscere
Fornitura del gas, tutte le problematiche: dalle bollette in ritardo, passando per i malfunzionamenti al contatore fino all'odissea per il riallaccio con un nuovo fornitore. Obiettivo di quest’articolo è spiegare al consumatore tutte le problematiche legate alla fornitura del gas. Sempre più spesso accade che le società di fornitura di ...
Bolletta elettrica » Come leggerla ed analizzarla correttamente
Analizzare tutte le voci della bolletta elettrica è un ottimo inizio per tentare di risparmiare sull'energia elettrica. Conoscere le proprie abitudini di consumo, la potenza utilizzata e le fasce orarie in cui si utilizza maggiore energia è fondamentale per individuare l'offerta più adatta alle proprie esigenze. Con la bolletta dell'energia ...
Enel: stalking ad un consumatore per il pagamento di una bolletta » Non c'è danno esistenziale
La società Enel pressa ingiustamente un consumatore per una bolletta: ciò nonostante non si configura un danno esistenziale. Nonostante gli elementi portati dal consumatore, come la sindrome ansiosa-depressiva da lui sofferta, non si può ritenere provato il danno ipoteticamente legato alla condotta aziendale. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte ...
Il fornitore di acqua luce e gas non può procedere al distacco se nel frattempo il cliente moroso ha saldato il debito
Il contratto di utenza di energia elettrica è inquadrabile nello schema del contratto di fornitura e pertanto la clausola contrattuale che prevede la facoltà del fornitore di sospendere l'erogazione di energia elettrica nel caso di ritardato pagamento, anche di una sola bolletta, rappresenta una specificazione contrattuale e costituisce quindi una ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su bolletta idrica » il consumo indicato dal contatore non sempre vale come unica prova. Clicca qui.

Stai leggendo Bolletta idrica » Il consumo indicato dal contatore non sempre vale come unica prova Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 21 gennaio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di tutela dei consumatori Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca