Mutuo » Quando la banca non cancella l'ipoteca dopo il rientro

Indice dei contenuti dell'articolo


Mutuo » Quando la banca non cancella l'ipoteca dopo il rientro del finanziamento

Che cosa accade quando una banca, dopo aver terminato un contratto di mutuo con un proprio cliente, che ha pienamente rimborsato il finanziamento, non cancella immediatamente l'ipoteca precedentemente iscritta sull'immobile?

In questo caso, scatta una sanzione per pratica commerciale scorretta: infatti, grazie al decreto Bersani Bis del lontano 2007, l'istituto di credito è tenuto a cancellare immediatamente l’ipoteca dopo l’estinzione del mutuo.

Con l'estinzione del mutuo la banca è tenuta a cancellare immediatamente l'ipoteca

Il mutuo è terminato: una volta che il cliente ha restituito, per interi, il finanziamento alla banca, quest’ultima non può tardare a estinguere l’ipoteca iscritta sull'immobile, iscritta a garanzia del mutuo stesso.

In caso contrario, l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (Antitrust o Agcm) può emettere una sanzione per pratica commerciale scorretta.

Inoltre, a normativa di legge, il cliente può agire con una azione civile e chiedere un risarcimento danni.

In questo senso si è espresso anche il Tar del Lazio con la sentenza 12283/14.

Nella pronuncia citata, i giudici amministrativi hanno chiarito, infatti, che la banca è tenuta a predisporre un sistema operativo e di monitoraggio idoneo a consentire il tempestivo adempimento di quanto imposto dal decreto Bersani bis, in base al quale l’estinzione a tutti gli effetti dell'ipoteca avviene in modo automatico per legge, già solo con l’estinzione dell'obbligazione garantita, ovvero il mutuo.

Non deve essere perciò neanche richiesto il consenso del creditore, ossia la banca.

In parole povere, quindi, un istituto di credito non può porre ostacoli nei confronti di un consumatore che intende liberare l’immobile dall'ipoteca: impedimenti che potrebbero consistere in comportamenti dilatori e ritardi ingiustificati nelle procedure di estinzione del vincolo.

24 Aprile 2014 · Gennaro Andele


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

La surrogazione (o surroga) del mutuo – cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo
La surrogazione del mutuo è uno strumento per far conseguire risparmi ai mutuatari, previsto dalla Legge 40/2007 (legge Bersani). Con la surrogazione del mutuo, il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo senza la necessità di estinguere quello con la banca originaria, che non può opporsi. Il nuovo prestito sarà garantito dalla stessa ipoteca già concessa a garanzia del mutuo originario. Chi ha in essere un mutuo, quindi, può scegliere di cambiare banca senza la necessità di estinguere il mutuo precedente e contrarne un altro, ma facendo subentrare la nuova banca nel credito ed in ...

Mutuo - cancellazione ipoteca legge bersani
Vorrei sapere se è possibile richiedere a una banca la cancellazione automatica dell'ipoteca, a suo tempo iscritta sull'immobile, con la legge bersani n° 40 del 2-4-2007 relativamente ad un mutuo stipulato nel 1990 ed estinto tramite il pagamento completo di tutte le rate nel 1995. ...

La cancellazione della ipoteca del mutuo
Il mutuo si estingue con il pagamento dell'ultima rata. La ipoteca che lo garantisce, invece, rimane in vita sino a quando siano trascorsi vent’anni dalla sua costituzione, in pratica da quando il mutuo è stato concesso (salvo rinnovo, in caso di mutuo di durata ultraventennale). Per i contratti di durata inferiore ai vent’anni, perciò, una volta rimborsato il mutuo, l'ipoteca diviene solo formale in quanto non c'è più un credito da garantire: potrà lasciarsi estinguere autonomamente e senza costi mediante decorso del tempo. In ogni momento è possibile cancellare l'ipoteca gravante su un bene, a condizione che il debito venga ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo » quando la banca non cancella l'ipoteca dopo il rientro. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo » Quando la banca non cancella l'ipoteca dopo il rientro Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 24 Aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca Inserito nella sezione tutela consumatori