Indice del post bail-in: l'utimo inganno dello stato - meglio prevenire che curare

Domandiamoci cosa sia il bail-in in sostanza: cerchiamo di rispondere a questa domanda e svelare le manovre e gli interessi che si celano dietro allo spostamento dell’onere dei salvataggi bancari dalla BCE di Mario Draghi alle tasche dei correntisti, cioè noi. I risparmiatori italiani hanno dovuto fare la conoscenza del termine bail-in, che per loro ha significato sostanzialmente: “la banca continua ad esistere, ma a sparire sono i tuoi risparmi”. Come siamo arrivati a questo? È molto interessante! In realtà la storia, diciamo così, del bail-in (e soprattutto di come il bail-in non funzioni), è stata scritta all’inizio, negli [ ... leggi tutto » ]

E da noi, come è cominciata questa pratica e da quando si è iniziato a ragionare sul principio del bail-in? Cerchiamo di capirci qualcosa in più. Invece, da noi cosa stanno facendo? Stiamo arrivando allo stesso punto, ma senza aver fatto tesoro di quello che successe all’epoca. E perché? Le possibilità sono due: o sono ignoranti (cioè i nostri governanti si sono improvvisamente dimenticati di quello che successe non più di sette anni fa, oltretutto non in un Paese sconosciuto ma un Paese noto come gli Stati Uniti). Oppure, dato che io non penso che siano ignoranti, la cosa [ ... leggi tutto » ]

Veniamo alle questioni più tecniche: in buona sostanza, questo bail-in, nel pratico, come avviene? Cosa rischiano i risparmiatori nel dettaglio? Scopriamolo qui. Il primo gennaio 2016 sono entrate in vigore, anche in Italia, nuove regole europee finalizzate, così affermano i banchieri ed i tecnocrati di Bruxelles, a gestire eventuali crisi bancarie con lo scopo di attenuarne gli effetti. Peccato, tuttavia, che il tutto avverrà soprattutto a spese di correntisti e risparmiatori (come già abbiamo avuto modo di capire leggendo le cronache di fine 2015). Le sedicenti istituzioni europee hanno deciso, infatti, che il costo di un’eventuale crisi bancaria dovrà [ ... leggi tutto » ]

Oltre ai risparmi superiori a 100000 euro, come accennato in altri interventi, è stata molto preoccupante la pratica delle obbligazioni subordinate: piccolo riassunto. Le obbligazioni subordinate sono strumenti complessi e spesso difficili da inquadrare. Le caratteristiche tecniche di questi titoli sono esplicitate nei prospetti di emissione o in altri documenti, molto spesso scritti in inglese e con una terminologia che fa riferimento al diritto civile ed alla normativa bancaria. In un certo senso, per capire a fondo le caratteristiche di questi titoli, bisogna avere ben chiare le logiche di funzionamento degli intermediari creditizi e delle banche centrali. Il ruolo [ ... leggi tutto » ]

Bail-in: infine, cerchiamo di capire come i risparmiatori possano difendersi dai rischi cui vanno incontro quando depositano denaro su un conto corrente. Muoversi nel labirinto dei termini tecnici della finanza non è semplice e capire quello che davvero c’è nei nostri portafogli di investimento tante volte è un rompicapo. Meglio quindi tenersi su strumenti semplici, di comprensione lineare. Questa è una delle prime regole. Volendo invece fare una classifica dei prodotti meno a rischio oggi, ai primi posti ci sarebbero i conti correnti fino a 100mila euro, i conti o certificati di deposito e i depositi postali. Tra le [ ... leggi tutto » ]

9 gennaio 2016 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il bail-in » come verremo espropriati dei nostri soldi depositati in conto corrente
Il primo gennaio 2016 sono entrate in vigore, anche in Italia, nuove regole europee finalizzate, così affermano i banchieri ed i tecnocrati di Bruxelles, a gestire eventuali crisi bancarie con lo scopo di attenuarne gli effetti. Peccato, tuttavia, che il tutto avverrà soprattutto a spese di correntisti e risparmiatori (come ...
Obbligazioni subordinate? No grazie! » Facciamo luce sull'ultima fregatura a danno dei risparmiatori e dei consumatori italiani
Con i recenti avvenimenti di cronaca che ci precedono, tra cui il decreto salva banche (e in ultimo il suicidio di un risparmiatore di Civitavecchia), cerchiamo di far luce sulle obbligazioni subordinate, ovvero l'ultima fregatura, messa in piedi da istituti di credito e Stato, a danno dei consumatori italiani. Con ...
Modifiche unilaterali del contratto di conto corrente - Obblighi delle banche e diritti dei clienti
I contratti stipulati dalle banche con i propri clienti possono essere modificati, nel corso della loro durata, su iniziativa unilaterale, nel rispetto di precise condizioni di legge. Il Testo Unico Bancario (TUB), infatti, riconosce alle banche la facoltà di modifica unilaterale delle condizioni del contratto (ius variandi), ma fissa condizioni ...
Errori e disservizi sul conto corrente - Il cliente ha diritto al risarcimento del danno
Inefficienze del servizio di home banking, errati addebiti per l'invio non richiesto di documentazione cartacea, addebito del premio di una polizza precedentemente annullata, addebiti e riaccrediti privi di giustificazione, addebiti di costi per operazioni di bonifico in misura eccedente il pattuito, ritardi nella sistemazione dei problemi segnalati. Questo ed altro ...
Banche e tutela consumatori » Correntisti in rosso? Non devono pagare
Tutela dei consumatori dalle banche: importante sentenza del Tribunale di Torino. I clienti non devono pagare nulla agli istituti di credito se vanno in rosso con il conto corrente. Una nota associazione consumatori vince un'importante class action: sei clienti di un famoso istituto di credito ottengono il rimborso delle cifre ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post bail-in: l'utimo inganno dello stato - meglio prevenire che curare. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Bail-in: l'utimo inganno dello Stato - Meglio prevenire che curare Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 9 gennaio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca