Indice del post avviso addebito inps - cosa è come funziona

A decorrere dal 1 gennaio 2011, l'INPS ha  introdotto un nuovo sistema di riscossione con la finalità di indirizzare l’attività dell'Istituto verso una più efficace azione di contrasto dell'omissione contributiva. Da tale data, infatti, l’istituto provvede al recupero dei crediti contributivi di propria competenza attraverso la notifica al contribuente di un avviso di addebito con valore di titolo esecutivo. Avviso di addebito L’avviso di addebito viene utilizzato sia per le somme dovute a titolo di contributi previdenziali e assistenziali non versati alla scadenza mensile o periodica, sia per le somme accertate come dovute dagli uffici o dagli organi di vigilanza, [ ... leggi tutto » ]

In relazione a ciò, l’avviso di addebito potrà essere opposto entro il termine di 40 giorni dalla notifica (articolo 24, comma 5, decreto legislativo 26.02.1999, numero 46), davanti al Tribunale, in funzione di Giudice del Lavoro, nella cui circoscrizione ricade la Sede Inps [ ... leggi tutto » ]

Il nuovo sistema di riscossione determina il superamento, con effetto dal 1 gennaio 2011, dell'attuale modalità di gestione del credito sotto due ordini di profili: abolizione della formazione e consegna del Ruolo all'Agente della Riscossione abolizione della cartella di pagamento come titolo per l’attivazione del recupero da parte dell'Agente della Riscossione. Resta inteso che, per i crediti per i quali la formazione e la consegna dei ruoli è effettuata entro il 31 dicembre 2010, l’Agente della Riscossione continuerà a procedere al recupero coattivo attraverso [ ... leggi tutto » ]

Restano fermi i termini di decadenza fissati dall'articolo 25, comma 1, del decreto legislativo 26 febbraio 1999, numero 46, l’Istituto procederà alla formazione e alla notifica dell'avviso di addebito riferito ai crediti oggetto di gravame. L'articolo 25, comma 1, del D.Lgs 26 febbraio 1999, numero 46 fissa i termini di decadenza e prescrizione dei contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali. I contributi o premi dovuti agli enti pubblici previdenziali sono iscritti in ruoli resi esecutivi, a pena di decadenza: a) per i contributi o premi non versati dal debitore, entro il 31 dicembre dell'anno successivo al termine fissato per [ ... leggi tutto » ]

L’avviso di addebito da omissione contributiva si riferisce alla contribuzione denunciata e non versata, in tutto o in parte alle scadenze di legge, ovvero versata in ritardo.  Ai sensi dell'articolo 24, comma 2, del decreto legislativo 26.02.1999, numero 46, l’Istituto continua ad avvalersi della facoltà, prima di emettere l’avviso di addebito, di richiedere il pagamento al debitore mediante avviso bonario. La formazione e la notifica dell'avviso di addebito avviene qualora il debitore non provveda al pagamento nei termini fissati nell’avviso bonario. Restano esclusi dall'invio dell'avviso [ ... leggi tutto » ]

L’avviso di addebito da accertamento ha ad oggetto i crediti accertati a seguito di verifica ispettiva dell'Istituto o di altri Enti ovvero a seguito di accertamento d’ufficio notificato con lettera di diffida. Ai fini della formazione dell'avviso di addebito, sia per emissione contributiva che per accertamento, al contribuente viene intimato di adempiere il pagamento della contribuzione dovuta, entro 90 giorni dalla notifica dell'atto di accertamento o della lettera di diffida. Entro lo stesso termine, il soggetto intimato ha la possibilità di proporre ricorso amministrativo avverso l’atto notificato. La proposizione del ricorso amministrativo, comporta la sospensione dell'azione di recupero fino alla [ ... leggi tutto » ]

A decorrere dal 1 gennaio 2011, il nuovo sistema di riscossione effettuato, in luogo dell'iscrizione a ruolo, attraverso l’avviso di addebito con valore di titolo esecutivo, richiede la regolamentazione della modalità di gestione della rateazione dei crediti concessa dall'Istituto e disciplinata, da ultimo, dalle circolari nu [ ... leggi tutto » ]

18 luglio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Avviso di addebito Inps » Suggerimenti per l'impugnazione
L'avviso di pagamento dell'Inps deve contenere alcuni elementi essenziali, pena la sua nullità. Vi forniamo, quindi, alcuni suggerimenti per poterlo impugnare, sia per vizi di forma che di sostanza. Che cos'è l'avviso di addebito dell'Inps L'avviso di addebito dell'Inps è l'atto attraverso il quale l'Inps richiede al contribuente il pagamento ...
Avviso di accertamento, avviso di addebito, cartella esattoriale e ingiunzione fiscale - differenze
L'avviso di accertamento immediatamente esecutivo, l'avviso di addebito, la cartella esattoriale e l'ingiunzione fiscale sono gli strumenti definiti nel tempo dal legislatore per la riscossione coattiva di crediti erariali e contributivi, tributi locali e sanzioni amministrative. Passeremo in rassegna questi atti esecutivi, tristemente famosi al cittadino, cercando di coglierne differenze ...
Contributi previdenziali » giurisdizione competenza ed opposizione nelle procedure di riscossione coattiva
Le controversie inerenti il pagamento dei contributi degli esercenti la professione forense spettano alla giurisdizione del giudice ordinario ed alla competenza del giudice del lavoro, in quanto riguardano diritti ed obblighi che attengono ad un rapporto previdenziale obbligatorio e non ha carattere tributario. I giudici di legittimità hanno avuto modo ...
Il recupero degli importi indebitamente percepiti dal pensionato
Nei casi in cui l'indebito consegua alla omessa o incompleta segnalazione, da parte dell'interessato, di fatti incidenti sul diritto o sulla misura della pensione, che non siano già a conoscenza dell'Istituto, L'INPS procede al recupero delle somme indebitamente percepite, senza alcuna limitazione temporale, in quanto la omissione viene in sostanza ...
Mancato pagamento cartelle esattoriali – cosa è l'intimazione al pagamento o avviso di mora
Gli avvisi di intimazione (o "avvisi di mora") vengono inviati dall'Agente della Riscossione dopo che sia decorso un anno dalla notifica della cartella. In mancanza, l'Agente della Riscossione non potrebbe - decorso il detto anno - attivare le procedure esecutive. L'avviso di intimazione contiene: le generalità del destinatario dell'atto; il ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post avviso addebito inps - cosa è come funziona. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Avviso addebito inps - cosa è come funziona Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 18 luglio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 9 febbraio 2018 Classificato nella categoria INPS » recupero crediti - trattenute per indebito pagamento - avviso di addebito e cartelle esattoriali Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca