Autovelox e tutor » Multe annullate se il privato fa la cresta sulle contravvenzioni

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

La società appaltatrice privata che noleggia il tutor al Comune non può guadagnare anche una maggiorazione in proporzione ai verbali elevati per le infrazioni stradali, ossia in percentuale, ma deve incassare solo un canone fisso per la fornitura dell’apparecchiatura: la conseguenza in caso di violazione di questa disciplina è che le multe per eccesso di velocita’ elevate con questo sistema devono essere annullate.

La normativa, in questo ambito, prevede solo la possibilità di compensi a canone fisso per la società fornitrice dei misuratori elettronici della velocità. E’ quindi impossibile contemplare, nel contratto, qualsiasi forma di surplus parametrato al numero di infrazioni elevate.

Infatti, la circolare del Ministero degli Interni 120/10, all’articolo 61, chiarisce Agli enti locali e’ consentita l’attività di accertamento strumentale delle violazioni al decreto legislativo numero 285 del 1992 soltanto mediante strumenti di loro proprietà o da essi acquisiti con contratto di locazione finanziaria o di noleggio a canone fisso, da utilizzare ai fini dell’accertamento delle violazioni esclusivamente con l’impiego del personale dei corpi e dei servizi di polizia locale, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 5 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 1999, numero 250. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica Italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Nondimeno, questo principio è stato stabilito, del giudice di pace di Pavia, con le pronuncie 832/13 e 807/13. Nei casi in questione, in particolare sono state accolte le opposizioni alle sanzioni amministrative degli automobilisti sanzionati e annullati i verbali della polizia locale.

Il contratto sottoscritto con la ditta noleggiatrice del tutor parla chiaro: le clausole contenute, infatti, stabiliscono che più incassa l’amministrazione con gli accertamenti delle infrazioni rilevate dalla strumentazione elettronica, più elevata diventa la rimuneratività per la società appaltatrice.

Ma ciò, come rilevato dai giudici onorari, non è legittimo poiché la legge indicata peraltro come sottolineato dalla circolare interpretativa del Ministero, impone la locazione finanziaria o di noleggio a canone fisso.

Pertanto, qualunque sia la forma prevista in contratto di remunerazione che comporti un surpluso una maggiorazione in favore della società fornitrice degli strumenti, anche se non esplicitamente a percentuale, ma sotto camuffate forme, il cittadino va sempre tutelato e, pertanto, le multe vanno annullate. Con conseguente obbligo di restituire anche i punti della patente già sottratti.

10 Luglio 2013 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Autovelox Tutor Telepass e ZTL » Non serviranno solo per le classiche multe
Autovelox, tutor, telepass e telecamere ZTL. L'occhio elettronico non servirà più esclusivamente per elevare le classiche multe. I tempi cambiano, e i metodi di sorveglianza elettronica sono, purtroppo, sempre più sofisticati. Già, perché gli autovelox non serviranno più a fare solo gli autovelox. Dall'assicurazione scaduta o non rinnovata, passando per la guida di un ciclomotore senza casco, dal mancato tagliando della revisione, fino alla targa falsificata: sta per partire la nuova anagrafe delle targhe che renderà possibile la tracciabilità dei mezzi e delle multe. Oltre agli autovelox, le ZTL non avranno solo il compito di presidiare i centri urbani a ...

Tutor autovelox sulle autostrade: il ritorno - Ecco cosa cambia
Ho letto sul giornale in metro, che dopo la disinstallazione, a causa del procedimento in tribunale sul brevetto, sta tornando sulle autostrade italiane il dispositivo tutor autovelox. Cosa cambia da prima e quando si comincia? ...

Multe da autovelox e tutor » Sono tutte illegittime se gli apparecchi elettronici non vengono sottoposti a taratura periodica
Multe bocciate se l'autovelox non è revisionato periodicamente: la Corte Costituzionale si pronuncia contro i dispositivi elettronici non tarati. Le multe elevate dagli autovelox che non vengono controllati periodicamente sono illegittime. Ad enunciare questa massima la Corte costituzionale, che nella sentenza 113/2015 depositata ieri ha respinto le regole del Codice della strada nella parte in cui non prevedono che tutti gli apparecchi siano sottoposti a verifiche periodiche di funzionalità e taratura. Cerchiamo di approfondire la questione nel prosieguo dell'articolo. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su autovelox e tutor » multe annullate se il privato fa la cresta sulle contravvenzioni. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)