Visibilità della segnalazione nelle immediate vicinanze della postazione di rilevamento della velocità

Quando il rilevamento della velocità è effettuato dal lato opposto del senso di marcia, la presenza della postazione di controllo deve essere segnalata, nelle immediate vicinanze della stessa, con il segnale riportante il simbolo dell'organo di polizia operante, orientato in modo da essere visibile nel senso di marcia sottoposto al controllo.

Se l'attività di controllo è effettuata su entrambi i sensi di marcia, con dispositivi collocati su un solo lato della strada, la postazione dei rilevamento della velocità deve essere segnalata, nelle immediate vicinanze della stessa, con il segnale riportante il simbolo dell'organo di polizia operante, a doppia faccia, in modo da essere visibile in entrambi i sensi di marcia sottoposti al controllo.

Se la postazione è presidiata da organi di polizia stradale, operante con o senza l'impiego di veicoli di supporto, gli stessi organi di polizia scelgono il senso di marcia lungo il quale posizionarsi.

In ogni caso il segnale di preavviso della presenza di una postazione di controllo deve essere sempre posizionato lungo entrambi i sensi di marcia sui quali si effettuano i rilevamenti, in particolare, come abbiamo avuto modo di leggere, a 250 metri per autostrade e strade extraurbane principali; a 150 metri per strade extraurbane secondarie e urbane di scorrimento (con velocità superiore a 50 km/h); a 80 metri per le altre strade. A meno che non ricorrano le condizioni (assai rare per la verità) per cui la distanza minima fra dispositivo di rilevamento della velocità e segnale di preavviso della presenza di una postazione di controllo, debba essere almeno pari ad un chilometro.

I segnali di preavviso della presenza di una postazione di controllo temporanea per il rilevamento della velocità devono essere in tutto simili a quelli posizionati per le postazioni di controllo permanenti e devono rispettare le medesime distanze.

Concludendo, il provvedimento, almeno nelle intenzioni, dovrebbe finalmente garantire una uniformità delle modalità di controllo della velocità sulle strade, mettendo al bando le interpretazioni talora contraddittorie della giurisprudenza e fornendo finalmente uno strumento chiaro per distinguere gli accertamenti legittimi da quelli spesso troppo disinvolti che ancora si segnalano in alcune specifiche occasioni.

Di seguito il PDF del decreto ministeriale recante disposizioni in materia di procedure per l'omologazione e la verifica periodica dei dispositivi elettronici finalizzati all'accertamento ed al rilevamento automatico delle violazioni alle norme circolazione dei veicoli nonché di posizionamento e visibilità dei segnali di preavviso delle postazioni per il controllo e il rilevamento della velocità.

posizionamento e visibilità dei segnali di preavviso delle postazioni per il controllo e il rilevamento della velocità

30 luglio 2017 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca