Auto, tornano gli incentivi alla rottamazione

Il Consiglio dei Ministri ha inserito la misura nel decreto “milleproroghe”, le agevolazioni saranno estese anche alle vetture “Euro2”. Soddisfazione di Bersani e Pecoraro Scanio.

Tornano gli incentivi alla rottamazione, con estensione anche per le automobili “Euro 2”. Lo ha deciso il Consiglio dei Ministri inserendo il provvedimento nel cosiddetto “decreto milleproroghe”. I contributi saranno estesi a tutte le auto immatricolate prima del 1 gennaio 1997 e coinvolgeranno quindi circa 10 milioni di vetture circolanti.

 

 

 

Queste, nel dettaglio, le agevolazioni:

– chi rottama una vecchia auto acquistandone una Euro 4 godrà di un incentivo di 700 euro più un anno di bollo gratis (tre rottamando una “Euro 0”);

– chi rottama due auto avrà 1200 euro di contributo statale per l’acquisto di una vettura nuova;

– chi rottamerà senza acquistare una nuova auto avrà in cambio 150 euro di contributo e tre anni di abbonamento gratuito ai mezzi pubblici o, in alternativa, 800 euro da spendere in car-sharing.

 

Il Provvedimento prevede, inoltre, agevolazioni per l’acquisto di automobili a basso tasso di inquinamento (elettriche o ibride) e per l’installazione di impianti gpl (350 euro) e metano (500 euro).

 

Secondo il ministro dello Sviluppo economico Pierluigi Bersani le misure “completano le scelte già fatte nella Finanziaria di quest’anno, saldando gli obiettivi ambientali con quelli di tutela ambientale, qualificazione dei consumi, stimolo alla crescita e all’occupazione”. Soddisfatto anche il Ministro per l’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, che ricorda: “E’ noto che siamo contrari alla vecchia rottamazione, perché in passato è servita solo ad aumentare il numero delle auto circolanti. Con questi nuovi criteri, tuttavia, il discorso cambia e ci saranno benefici anche per l’ambiente”

18 Marzo 2008 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Cosa sto leggendo

Stai leggendo Auto, tornano gli incentivi alla rottamazione Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 18 Marzo 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 16 Dicembre 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • ewelina 12 Agosto 2009 at 14:51

    salve io sto comprando un usato euro 4 e rottamo la mia vecchia macchina del 1993 ritengo ke sia euro 1 ..nn sono sicura,la rottamazione costa 200 euro ma su un sito ho letto ke comprando un usato dovrei avere 800 euro di incentivi..ma dove devo kiedere visto ke al centro di rottamazione non sanno niente?grazie ewelina

  • memi 15 Aprile 2009 at 23:08

    Aiutatemi,
    sono disperato. Ho montato un impianto gpl a luglio 2008 e ad oggi (aprile 2009) ancora non ho ricevuto i 350€ degli incentivi. L’impiantista mi ha fatto tutte le pratiche assicurandomi che sono rientrato nella lista ma mi ha anche detto che non gli arrivano e devo aspettare. E’ possibile?
    Grazie a tutti.

    • weblog admin 16 Aprile 2009 at 00:54

      Avresti dovuto avere i 350 euro come sconto sul costo dell’impianto. Era questa la procedura …

  • daniela 20 Marzo 2009 at 09:28

    ho rottamato un veicolo commerciale nel mese di marzo e vorrei acquistare un nuovo veicolo, il concessionario ha detto che non posso beneficiare dell’incentivo poichè sul certificato di demolizione non è specificato che si è trattato di demolizione per incentivo. Vorrei sapere se è vero e cosa posso fare grazie

    • weblog admin 20 Marzo 2009 at 12:27

      Daniela, a noi non risulta ciò che dice il concessionario a cui ti sei rivolta.

      Prova a chiedere ad altri. Quello che posso dirti è che:

      Il Ministero dell’Economia e delle finanze, con le note gia’ dette in premessa, precisa che questo incentivo:

      * spetta anche nel caso in cui il veicolo demolito sia intestato ad un familiare convivente, risultante dallo stato di famiglia. La nota del Ministero specifica che la presenza del familiare convivente nello stato di famiglia e’ condizione inderogabile per applicare le agevolazioni quando il mezzo rottamato appartenga ad un soggetto diverso dall’acquirente;
      * spetta anche se la rottamazione precede l’acquisto, a patto che essa sia avvenuta nel periodo di valenza dei benefici. Se la demolizione e’ avvenuta senza l’intervento del venditore -direttamente dal proprietario- il rottamatore dovra’ consegnare al venditore il certificato di rottamazione;
      * spetta anche nel caso in cui il veicolo demolito sia intestato ad un soggetto deceduto. L’acquirente-successore, infatti, subentra in tutti i diritti ed obblighi relativi al mezzo e puo’ beneficiare delle agevolazioni (esibendo una copia della dichiarazione di successione, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio identificante l’erede od un’autocertificazione). Se vi sono piu’ eredi uno solo di essi potra’ goderne, con il consenso degli altri riportato sui documenti gia’ citati;
      * spetta anche se il veicolo acquistato viene cointestato a due soggetti uno solo dei quali risulti proprietario di quello demolito e nel caso contrario (veicolo demolito cointestato ed acquisto del nuovo da parte di uno solo dei due proprietari). In ambedue i casi e’ necessaria una “dichiarazione di consenso” del comproprietario. Il PRA e’ incaricato di acquisire tutta la documentazione necessaria;
      * spetta anche ai soggetti che stipulano un contratto di leasing per l’acquisto del veicolo, con la specifica che i benefici debbono essere goduti dal locatario e NON dalla societa’ di leasing;
      * non spetta se il veicolo acquistato e’ a “km zero”, poiche’ questi non possono essere considerati nuovi in quanto gia’ immatricolati;
      * non spetta, inoltre, per l’acquisto di veicoli per la cui produzione o al cui scambio e’ diretta l’attivita’ dell’impresa.

  • francesca 23 Dicembre 2008 at 14:28

    Buongiorno. In seguito ad un incidente, la mia auto fiat del 94 è stata portata in un deposito ACI alla Romanina in Roma. Gli stessi impiegati del soccorso stradale mi avevano assicurato che la macchina sarebbe stata portata in un centro rottamazione, in modo da pagare un solo trasporto. Dopo interminabili discussioni e 115 euro di spesa, sono riuscita a farmi ridare la macchina da questi ‘signori’ che ho poi scoperto non essere rottamatori autorizzati. La macchina è stata dunque trasferita in un centro rottamazione autorizzato fiat, che mi ha fatto sborsare altri 120 euro senza menzionare minimamente l’incentivo di 150 euro (per la rottamazione senza acquisto di nuova auto) che avrebbero dovuto anticiparmi e senza consegnarmi copia di certificato di proprietà e del libretto, senza i quali non posso usufruire neppure dell’incentivo di 700 euro per comprarmi una nuova auto. In totale ho speso 235 euro, non mi hanno permesso di usufruire di alcuno sconto, e non potrò acquistare una nuova auto con lo sconto rottamazione. Mi domando come sia possibile.

  • c0cc0bill 30 Ottobre 2008 at 13:44

    Ho appena installato un impianto gpl su auto del 1992 – Siccome mi h adetto l’installatore che erano finiti gli incentivi, non ho ottenuto lo sconto previsto.Chiedo se
    è possibile ancora ottenerlo dal comune di Napoli dove risiedo.Siccome questa auto è societaria, gradierei anche sapere come va trattata ai fini fiscali.Preciso che l’importo della fatt. comprensivo di iva è di euro 1.300
    Grazie/Antonio Coppeto

    Commento di antonio | Giovedì, 30 Ottobre 2008

    Credo sia ormai tardi anche per Napoli. Il post è di marzo.

  • antonio 30 Ottobre 2008 at 11:54

    Bn dì
    ho appena installato un impianto gpl su auto del 1992 – Siccome mi h adetto l’installatore che erano finiti gli incentivi, non ho ottenuto lo sconto previsto.Chiedo se
    è possibile ancora ottenerlo dal comune di Napoli dove risiedo.Siccome questa auto è societaria, gradierei anche sapere come va trattata ai fini fiscali.Preciso che l’importo della fatt. comprensivo di iva è di euro 1.300
    Grazie/Antonio Coppeto

  • c0cc0bill 15 Ottobre 2008 at 10:03

    Ho rottamato la mia auto acquistandone una nuova. Ho ricevuto dal concessionario lo sconto previsto di 700 Euro. Ho diritto anche ad un anno di bollo gratis; esiste un documento che attesti l’esenzione dal pagamento del bollo?

    Commento di Andrea Carini | Mercoledì, 15 Ottobre 2008

    Mi dispiace ma non ne sappiamo nulla.

  • Andrea Carini 15 Ottobre 2008 at 09:21

    Ho rottamato la mia auto acquistandone una nuova. Ho ricevuto dal concessionario lo sconto previsto di 700 Euro. Ho diritto anche ad un anno di bollo gratis; esiste un documento che attesti l’esenzione dal pagamento del bollo?

  • karalis 1 Settembre 2008 at 16:22

    sto per rottamare la mia vecchia auto senza comprarne una nuova…vorrei sapere se e come usufruire del contributo per l’ abbonamento gratuito ai mezzi pubblici. grazie

    Commento di b | Lunedì, 1 Settembre 2008

    E’ previsto un contributo pari al costo della demolizione -e comunque di massimo 150 euro- per ciascun veicolo per trasporto promiscuo rottamato nel corso del 2008 di categoria ‘”euro 0”, ”euro 1” od “euro 2” (questi ultimi immatricolati entro il 31/12/98).

    Il contributo e’ anticipato dal centro autorizzato che ha effettuato la rottamazione che poi potra’ detrarlo dalle proprie tasse. Il centro autorizzato deve fornire anche il certificato di avvenuta rottamazione.

  • b 1 Settembre 2008 at 11:46

    sto per rottamare la mia vecchia auto senza comprarne una nuova…vorrei sapere se e come usufruire del contributo per l’ abbonamento gratuito ai mezzi pubblici. grazie

  • rosa natale 28 Luglio 2008 at 18:20

    Vi comunico che il 21/07/07 ho acquistato un’autovettura demolendo un’ altra auto immatricolata anteriormente al 1° gennaio 1992. Dovrei usufruire,
    così, dell’incentivo regionale legge n° 296/2006 per la rottamazione dei veicoli più inquinanti.
    A tutt’oggi non mi è pervenuto alcun contributo. inoltre, ricevo sempre risposta negativa dal
    concessionario al quale ho conferito il mandato per la riscossione. E’ normale che occorrono tempi
    biblici per usufruire ti tale beneficio? E’ vergognoso…
    E si parle di far tornare gli incentivi auto.

  • karalis 12 Maggio 2008 at 14:04

    gradirei sepere se l’incentivo sull’impianto gpl su auto come viene decurtato dal prezzo intero dell’impianto stesso.
    grazie per la Vostra cortesia e buon lavoro

    Il 21 gennaio u.s. è’ stato attivato il fondo incentivi per l’anno in corso denominati MSE-2008.
    L’entità del contributo e i criteri d’assegnazione sono stati modificati rispetto agli anni precedenti: il contributo è pari a € 350,00 per la trasformazione a GPL e € 500,00 per la trasformazione a metano, la possibilità d’accesso è stata ampliata agli autoveicoli appartenenti a tutte le categorie (Euro 0; Euro 1; Euro 2; Euro 3; Euro 4; Euro 5) indipendentemente dalla data della prima immatricolazione.

    Si rammenta che si tratta di un fondo ad esaurimento e pertanto si invitano gli interessati ad affrettarsi con la prenotazione dell’incentivo (effettuabile solo da operatori autorizzati: installatori e/o concessionarie) per assicurarsi l’accantonamento che è nominativo e legato all’automezzo.

    CHI HA DIRITTO AL CONTRIBUTO
    Hanno diritto al contributo tutte le persone fisiche e le persone giuridiche che trasformano il proprio autoveicolo a GPL e metano. Sono fatte salve tutte le trasformazioni collaudate dopo il 1 Gennaio 2008.
    L’ammontare del contributo è rispettivamente:
    ° 350 € per la trasformazione del veicolo a GPL
    ° 500 € per la trasformazione del veicolo a metano.

    ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
    Sono riconosciuti per tutte le categorie veicolari:
    ° 350 € per la trasformazione del veicolo a GPL
    ° 500 € per la trasformazione del veicolo a metano.

    COME OTTENERE IL CONTRIBUTO
    Gli utenti interessati si rivolgono presso gli istallatori ed i concessionari aderenti all’inizitiva, che prenotano on-line. Gli utenti prenotati ricevereanno l’incentivo sotto forma di sconto al momento della trasformazione. L’applicazione del contributo dovrà risultare dal documento fiscale rilasciato dall’installatore o dal concessionario.

    ulteriori informazioni qui

  • marco 12 Maggio 2008 at 09:10

    gradirei sepere se l’incentivo sull’impianto gpl su auto come viene decurtato dal prezzo intero dell’impianto stesso.
    grazie per la Vostra cortesia e buon lavoro