Attenzione agli assegni rubati

E’ un modo di truffare abbastanza consueto, purtroppo.

Dovremmo abituarci a chiamare sempre la banca per chiedere un benefondi, verificare se c’è revoca o se l’assegno risulta rubato.

Non c’è altro modo per prevenire questo genere di inconveniente. Grazie signora Maria per la sua testimonianza che, spero, potrà essere utile ad altri.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Mutuo e polizza assicurativa a copertura dell'evento morte del mutuatario
La sottoscrizione di un mutuo ipotecario è quasi sempre accompagnata dalla stipula di una polizza assicurativa che copre il mutuo residuo in caso di premorienza del mutuatario. Bisogna leggere il contratto, e nel caso non sia disponibile, chiederne copia all'altro contraente. La discussione continua in questo forum. Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum. ...

Denunciare la banca che ha concesso il mutuo con troppa leggerezza?
C’è una corrente giurisprudenziale che individua la responsabilità del finanziatore che abbia finanziato l'imprenditore senza sincerarsi bene delle Sue condizioni: la ratio è un po' quella di incolpare l'oste per aver continuato a dare da bene ad un alcolizzato fino a farlo morire. Bisognerebbe poi fare una perizia anatocistica sui Suoi passati affidamenti per verificare l'entità degli interessi da Lei pagati e dovuti. Il fatto è: Lei può sostenere una battaglia legale contro un gigante quale può essere la banca, battaglia oltretutto che può durare anni ed anni e dall'esito incertissimo? Ad ogni modo Le consiglio di sentire il parere ...

Assegni rubati o smarriti - chi deve essere protestato se la firma di traenza non è quella del correntista
Nel caso in cui le firme apposte sugli assegni non risultano apocrife, ma indicano nomi diversi da quelli dei titolari del conto, la giurisprudenza ha già avuto modo di precisare che se, all'esito dell'esame esterno della firma di traenza, è evidente la non corrispondenza della conformità documentale di essa allo specimen della firma depositato presso la banca dal correntista, l'istituto di credito non può limitarsi a dichiarare che rifiuta il pagamento dell'assegno (legge numero 349 del 1973, articolo 63, comma 1, numero 4 e articolo 1) perché è stato denunciato come rubato. La banca trattaria ha, infatti, l'obbligo di precisare ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su attenzione agli assegni rubati. Clicca qui.

Stai leggendo Attenzione agli assegni rubati Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria protesti e protestati - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)