Aste giudiziarie nel processo esecutivo di recupero crediti » Vendita senza incanto




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


Nella vendita senza incanto ognuno, tranne il debitore, è ammesso ad offrire per l’acquisto dei beni pignorati personalmente o a mezzo di procuratore legale.

I partecipanti dovranno presentare le offerte d’acquisto in busta chiusa presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari o in caso di delega presso l’ufficio del professionista delegato entro le ore 12 del giorno lavorativo anteriore alla vendita (l’orario ultimo di presentazione dell’offerta deve essere sempre verificato nell’ordinanza di vendita e/o avviso di vendita).

Sulla busta non dovrà essere apposta alcuna indicazione da parte dell’offerente. L’offerta è segreta ed irrevocabile e dovrà contenere:

Al momento del deposito dell’offerta sull’esterno della busta saranno annotati a cura del cancelliere o del professionista delegato:

Documenti da allegare alla domanda di partecipazione

All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato:

per un importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto (l’importo degli assegni deve essere sempre verificato nell’ordinanza e/o avviso di vendita).

Luogo di presentazione delle domande

Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12 del giorno precedente la vendita (l’orario ultimo di presentazione dell’offerta deve essere sempre verificato nell’ordinanza di vendita e/o avviso di vendita):

Condizioni della vendita senza incanto

L’offerta presentata è irrevocabile, pertanto di essa si terrà conto anche in caso  di mancata presentazione alla gara dell’offerente. In caso di presenza di più offerte valide si procederà alla gara sulla base della offerta più alta.

Il bene verrà aggiudicato definitivamente a chi avrà effettuato il rilancio più alto; in caso di gara l’entità del rilancio dovrà essere conforme a quanto espressamente indicato in ordinanza.

In caso di aggiudicazione l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicati in ordinanza. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà quanto versato  ai sensi degli articoli 587 e 574 codice di procedura civile.

Mutuo ipotecario

L’aggiudicatario potrà versare il prezzo mediante mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


1 Settembre 2013 · Paolo Rastelli




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su aste giudiziarie nel processo esecutivo di recupero crediti » vendita senza incanto. Clicca qui.

Stai leggendo Aste giudiziarie nel processo esecutivo di recupero crediti » Vendita senza incanto Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 1 Settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 27 Settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento ed espropriazione della casa - procedura ordinaria Inserito nella sezione pignoramento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)