Assegno tratto su conto corrente di una società - non basta la sola firma del rappresentante

Quando l'assegno è tratto su conto corrente intestato ad una società, il titolo deve contenere tutte le informazioni che consentano la chiara, certa ed univoca identificazione del soggetto giuridico titolare del conto corrente. In pratica, accanto alla firma o sigla del rappresentante, deve essere indicata la denominazione sociale, al fine di stabilire il collegamento tra chi sottoscrive e l'ente in nome e per conto del quale avviene la sottoscrizione.

In mancanza, può essere legittimamente rifiutato il pagamento dell'assegno.

Così ha ritenuto l'Arbitro Bancario Finanziario nella decisione numero 512 del 29 gennaio 2014.

29 marzo 2014 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno tratto su conto corrente di una società - non basta la sola firma del rappresentante. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno tratto su conto corrente di una società - non basta la sola firma del rappresentante Autore Loredana Pavolini Articolo pubblicato il giorno 29 marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria guida all’assegno bancario e postale Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca