Assegno accreditato - dopo sei mesi si scopre che è scoperto

Assegno prima accreditato sul mio conto e solo successivamente risultato scoperto

Mi è capitato di ricevere un assegno scoperto: versandolo sul mio conto corrente la somma dopo alcuni giorni è stata accreditata e solo dopo sette mesi la banca mi ha mandato una lettera dicendomi che quell'assegno era scoperto e che rivuole i soldi. E' possibile tutto ciò? Se un assegno è scoperto la banca non è tenuta ad avvisarti e non accreditare il credito sul conto corrente?

Assegno risultato scoperto dopo sei mesi - Situazione insolita

Chi le ha firmato l'assegno ha amicizie importanti all'interno della banca trattaria? Si tratta di una procedura insolita, ma l'aggettivo più appropriato sarebbe "sospetta".

Dopo sei mesi dalla presentazione, non è possibile alcuna azione (protesto, revoca CAI) nei riguardi del traente.

Quindi a lei non rimarrebbe che procedere per vie legali, con un ricorso per decreto ingiuntivo, ma solo se ha le prove del rapporto sottostante che ha portato all'emissione dell'assegno.

Le suggerisco di rivolgersi subito all'Arbitro Bancario Finanziario per denunciare il comportamento scorretto delle due banche coinvolte nella "sporca faccenda".

Le allego la guida pratica. Si tratta di una procedura molto semplice da seguire, non richiede assistenza legale ed il ricorso può essere inviato per posta raccomandata.

arbitro bancario finanziario - guida pratica alla risoluzione stragiudiziale delle controversie bancarie

23 ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno scoperto - La banca può pagarlo concedendo un fido e imputando a copertura i successivi ratei di pensione o stipendio accreditati
Può accadere che la banca provveda al pagamento di un assegno parzialmente privo di fondi e che successivamente, per assicurarsi l'immediato rientro dall'esposizione debitoria così formatasi, la banca incameri i ratei del trattamento pensionistico o dello stipendio del traente, unici suoi redditi percepiti e mensilmente accreditati sul proprio conto corrente. ...
Chiusura del conto corrente - la banca non può condizionarla alla restituzione di un debito del cliente
Può accadere che la banca opponga rifiuto alla richiesta di chiusura del conto formulata dal cliente, giustificando tale rifiuto con il mancato rimborso di somme indebitamente versate al correntista a titolo di stipendio e tredicesima mensilità. Può accadere anche che, dopo il rifiuto di chiudere il conto corrente, trascorrano degli ...
Chiusura unilaterale conto corrente e conseguente protesto assegno - la banca deve risarcire
La clausola di buona fede nell'esecuzione del contratto di conto corrente opera come criterio di reciprocità, imponendo a ciascuna delle parti del rapporto di agire in modo da preservare gli interessi dell'altra e costituisce un dovere giuridico autonomo a carico delle parti contrattuali, a prescindere dall'esistenza di specifici obblighi contrattuali ...
Iscrizione in CAI - Illegittima se il pagamento tardivo dell'assegno viene comunicato oltre i termini di legge ma prima che sia stata attivata la procedura di segnalazione
Può accadere che il pagamento tardivo di un assegno scoperto avvenga entro i 60 giorni previsti e che la comunicazione dell'avvenuta regolarizzazione (quietanza liberatoria) giunga alla banca dopo tale termine, ma prima che sia stato dato avvio alla procedura di segnalazione in CAI (Centrale Rischi Interbancaria). In tale ipotesi, è ...
Protesto di assegno rubato o smarrito - la denuncia non salva dalla segnalazione al RIP
Il protesto di assegno rubato, smarrito o sottratto, presentato all'incasso, è un atto pienamente legittimo e corrispondente alle regole del diritto cartolare, anche se: il titolare del conto corrente ha sporto regolare denuncia all'Autorità Giudiziaria, trasmettendone tempestivamente copia prima della presentazione dell'assegno allo sportello; il conto corrente è provvisto della ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno accreditato - dopo sei mesi si scopre che è scoperto. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno accreditato - dopo sei mesi si scopre che è scoperto Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 23 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 5 aprile 2018 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte Inserito nella sezione giurisprudenza.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca