Indice del post assegno – sbarrato postdatato e da accreditare

Quando l'assegno bancario presenta sulla facciata anteriore due sbarre tracciate dal traente o dal portatore, l'assegno può essere pagato dalla Banca soltanto ad un suo cliente o ad un’altra Banca. L’assegno bancario può recare anche tra le due sbarre il nome di un banchiere: è lo sbarramento speciale, col quale l'assegno può esser pagato alla banca indicata [ ... leggi tutto » ]

L’assegno bancario con la clausola “non trasferibile” può esser pagato soltanto al prenditore (colui al quale è stato emesso l'assegno) o essere accreditato sul suo conto corrente. Può essere girato solo ad una Banca per l’incasso. La clausola “non trasferibile” può essere apposta dal traente (chi ha emesso l'assegno bancario) o da un girante. La Banca che paga a persona diversa dal prenditore o dal Banchiere giratario per l’incasso risponde del pagamento. Al fine di rendere più difficile il riciclaggio di denaro proveniente dal compimento di reati, gli assegni bancari e circolari per importi pari o superiori a mille [ ... leggi tutto » ]

Essendo un mezzo di pagamento, l'assegno bancario non può mai avere una scadenza futura (assegno postdatato): è sempre pagabile a vista. Nella pratica, tuttavia, è tutt'altro che raro l’uso dell'assegno bancario quale strumento di credito: a tal fine, si rilascia un assegno postdatato (si mette sul titolo una data futura che figura come data di emissione, ma di fatto funziona come data di scadenza) oppure si rilascia un assegno bancario con la data di emissione in bianco e con l’accordo che non verrà presentato alla Banca prima di un certo termine. La postdatazione è comunque inefficace, perché l'assegno bancario [ ... leggi tutto » ]

L'assegno bancario con clausola "da accreditare" non può essere pagato in contanti, ma deve essere accreditato [ ... leggi tutto » ]

L'assegno bancario turistico o “Traveller’s cheque” è emesso da una Banca su una Banca estera a favore di un prenditore: la Banca traente (che l’ha emesso) subordina il pagamento al fatto che il prenditore, dopo aver firmato il titolo al momento dell'emissione, apponga una seconda firma al momento del pagamento (in modo da permettere alla Banca di controllare l’autenticità della firma, se risulti, cioè, uguale alla prima). Per porre una domanda sull'assegno bancario, sulla cambiale,  su altri strumenti di pagamento, sui libretti di risparmio nominativi o al portatore, sui conti correnti, sulle nuove norme antiriciclaggio, sui servizi bancari, nonché su [ ... leggi tutto » ]

25 agosto 2013 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno - scoperto, protesto, postdatato
Un assegno bancario è un titolo di credito contenente l'ordine incondizionato che il traente (cioè, colui che ha un conto corrente presso una Banca) rivolge al trattario (cioè, alla Banca) perché paghi ad un terzo (o se stesso). Essendo un mezzo di pagamento, l'assegno non può mai avere una scadenza ...
Assegno – i termini di presentazione
L'assegno bancario ha la funzione economica di mezzo di pagamento: può essere utilizzato in sostituzione del denaro da chi ha una disponibilità di fondi presso una Banca. In tal caso, il cliente della Banca, anziché prelevare i soldi per pagare un creditore, può dare l'ordine alla Banca di effettuare il ...
Assegno – traente trattario e beneficiario
Perché l'assegno bancario  sia compilato validamente, occorre che contenga alcuni requisiti essenziali: l'indicazione della data e del luogo di emissione; la somma da pagare; la firma del traente; la denominazione di assegno bancario. Per riepilogare Il traente è chi emette l'assegno bancario. Il "trattario" è la banca presso la quale ...
Assegno - obbligo della clausola non trasferibile per assegni di importo pari o superiore a 1.000 euro
Per assegni bancari, postali e circolari di importo pari o superiore a 1.000 euro è obbligatoria la clausola di "non trasferibilità". E' possibile richiedere per iscritto il rilascio di moduli di assegni utilizzabili senza clausola “non trasferibile” esclusivamente per importi inferiori a 1.000 euro, ma bisogna corrispondere - a titolo ...
Assegno postdatato - un mezzo di pagamento non può avere scadenza futura
Un assegno è un titolo di credito contenente l'ordine incondizionato che il traente (cioè, colui che ha un conto corrente presso una Banca o la Posta) rivolge al trattario (cioè, alla Banca o alla Posta) perché paghi ad un terzo (o sé stesso). Essendo un mezzo di pagamento, l'assegno non ...

Spunti di discussione dal forum

Assegno trasferibile oltre 10 mila euro
A ha un credito verso B per 12 mila euro, B gli consegna un assegno firmato da C a favore di B di pari importo: l'assegno non presenta clausola 'non trasferibile', B gira l'assegno e lo consegna ad A. A versa l'assegno con data odierna: ci può essere una sanzione…
Assegno emesso senza clausola non trasferibile e sanzioni – Che faccio ora?
Per sbaglio ho fatto un assegno di 75.000 come rata per l'acquisto della mia nuova casa e ho dimenticato di apporre la clausola NON TRASFERIBILE. Purtroppo, ne la ditta costruttrice ne il suo istituto di credito, ne la mia banca mi hanno avvertito e l'assegno è stato incassato. Così, oggi…
Quali sono i termini per poter protestare un assegno?
Per un assegno bancario non trasferibile su piazza, con data di emissione 31 luglio, qual è la data termine per cui non scatta il protesto? Il giorno 8 o il 9 agosto?
Assegno non trasferibile e delega per l’incasso
Francesca è legale rappresentante di una società in accomandita semplice, Ugo è socio accomandante: la sas non ha più nessun c/c bancario e nessuna banca o ufficio postale vuole aprirglielo. La sas riceve un assegno di 1900 euro tratto da una filiale banca con sede a Monza. Francesca, per motivi…
Assegno non pagato anche se il conto corrente presentava un saldo disponibile sufficiente
Ho versato un assegno che è poi risultato impagato per fondi insufficienti o mancanti. Però il saldo disponibile e il saldo contabile sul conto di colui che ha emesso l'assegno era ed è superiore all'importo dell'assegno. Perché non è stato pagato? La banca può risponderne?

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post assegno – sbarrato postdatato e da accreditare. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Assegno – sbarrato postdatato e da accreditare Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 25 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegno - clausole e situazioni particolari Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca