Indice del post dal protesto dell'assegno all'iscrizione in cai - consigli utili

Nell'articolo che segue, vogliamo chiarire al lettore quali sono le problematiche più frequenti che riguardano l'iscrizione alla Cai e le differenze/analogie nell'ambito di un assegno senza copertura o senza provvista: facciamo chiarezza. Innanzitutto, è bene chiarire che la Centrale d’Allarme Interbancaria è l’archivio informatico che raccoglie i dati di assegni non pagati o delle carte di credito irregolari cioè utilizzate in maniera non regolare oppure oggetto di furto o smarrimento. La CAI viene implementata e consultata da Banche, Uffici Postali e finanziarie. In tale archivio sono raccolte: Le generalità (dati anagrafici, codice fiscale, domicilio) dei soggetti che emettono assegni [ ... leggi tutto » ]

Come funziona l'iscrizione in Cai per un assegno senza copertura: facciamo chiarezza. Dal momento in cui il protesto (per mancanza fondi) viene elevato, il soggetto interessato -che viene debitamente preavvisato dell'inizio della procedura con il cosiddetto “preavviso di revoca” - ha 60 giorni di tempo per pagare. Il preavviso di revoca viene inviato per telegramma o raccomandata a/r entro 10 giorni dalla presentazione al pagamento dell'assegno. Il pagamento, detto “tardivo”, comprende gli interessi legali, alcune spese (di protesto e di gestione), nonche' una penale che normalmente si aggira intorno al 10% dell'importo dell'assegno. Esso puo' avvenire presso lo sportello [ ... leggi tutto » ]

Vediamo quali sono le sanzioni che vengono elevate quando viene protestato un assegno con successiva iscrizione alla CAI. La legge 386/90, modificata dal d.lgs.507/99 che ha trasformato l'emissione di assegni irregolari da reato in illecito amministrativo, stabilisce le sanzioni applicabili in caso di emissione di assegni emessi senza provvista (scoperti) e non regolarizzati entro 60 giorni oppure emessi senza autorizzazione. Per gli assegni senza provvista si applica la sanzione amministrativa pecuniaria variabile da 516,45 a 3.098,74 euro. Se l'assegno supera i 10.329 euro, e in tutti i casi di reiterazione, la sanzione varia da 1.032,92 a 6197,48 euro. Per [ ... leggi tutto » ]

Come è possibile consultare l'archivio Cai per soggetti protestati? E come far si di eliminare i dati presenti? Scopriamolo nel paragrafo successivo. Per quanto riguarda i dati "nominativi" la consultazione può avvenire solo da parte dei soggetti direttamente interessati (la persona iscritta o che presume di essere iscritta oppure un soggetto da questa delegato) sia presso una delle filiali della banca d'Italia che presso l'ente che ha effettuato l'iscrizione (banca, posta, etc.). Se ci si rivolge alla banca d'Italia il servizio e' gratuito, altrimenti valgono le tariffe eventualmente previste dal singolo ente. I dati "non nominativi" (anonimi), invece, sono [ ... leggi tutto » ]

In questa sezione, vediamo quali sono i termini di presentazione, revoca del pagamento, protesto e iscrizione in cai per un assegno scoperto. L’assegno, se portato all'incasso nei termini di presentazione previsti dalla legge e decorrenti dalla data indicata nel modulo, deve essere sempre pagato dalla banca o dall'ufficio postale. Il termine di presentazione è: 8 giorni, se l'assegno è pagabile nello stesso comune in cui è emesso; 15 giorni, se l'assegno è pagabile in un comune diverso da quello in cui fu emesso; 20 giorni, se l'assegno è pagabile in uno Stato diverso da quello in cui fu emesso, [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo come evitare il protesto di un assegno scoperto apponendo la clausola "senza spese e senza protesto". Esiste un modo semplice per tentare di risolvere alla radice il problema del protesto di assegni di importo pari o superiore a mille euro: apporre sull'assegno la clausola “senza spese e senza protesto”. Ma, per quale ragione il beneficiario dovrebbe accettare un assegno con una clausola simile? Per comprenderlo bisogna fare qualche passo indietro. Tempo fa gli assegni di importo facciale pari o superiore a mille euro potevano essere girati: erano cioè trasferibili. Se Caio (traente) emetteva un assegno a favore [ ... leggi tutto » ]

8 settembre 2016 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il protesto di assegni scoperti non trasferibili - un vantaggio solo per i notai e non per il beneficiario
Esiste un modo semplice per tentare di risolvere alla radice il problema del protesto di assegni di importo pari o superiore a mille euro: apporre sull'assegno la clausola “senza spese e senza protesto”. Ma, per quale ragione il beneficiario dovrebbe accettare un assegno con una clausola simile? Per comprenderlo bisogna ...
Riabilitazione da protesto assegno
Nell'ipotesi di emissione di assegno senza provvista, e conseguente protesto, è possibile ottenere la riabilitazione decorso un anno dalla data di levata del protesto, effettuando entro 60 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione al pagamento dell'assegno protestato il cosiddetto pagamento tardivo che comprende, per espressa previsione normativa, oltre al ...
Assegni scoperti, protesto, segnalazione in CAI, pagamento tardivo, riabilitazione - Tips and tricks
A proposito di assegni scoperti, protesto di un assegno privo di copertura, iscrizione in Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), pagamento tardivo e riabilitazione dal protesto, non tutti sanno che: L'assegno bancario o postale deve essere presentato al pagamento in tempo utile, ovvero nel termine di otto giorni, decorrenti dalla data ...
Assegni scoperti - termini di presentazione, revoca del pagamento, protesto e iscrizione in cai
L'assegno, se portato all'incasso nei termini di presentazione previsti dalla legge e decorrenti dalla data indicata nel modulo, deve essere sempre pagato dalla banca o dall'ufficio postale. Il termine di presentazione è: 8 giorni, se l'assegno è pagabile nello stesso comune in cui è emesso; 15 giorni, se l'assegno è ...
Assegno non trasferibile scoperto » Protesto obbligato?
Parte della giurisprudenza sulla tematica indicata nel titolo ritiene che il protesto è presupposto necessario dell'azione che si esercita contro gli obbligati in via di regresso e pertanto, quando l'assegno non presenta altre girate oltre quella del diretto beneficiario (è sicuramente il caso degli assegni di importo superiore a mille ...

Spunti di discussione dal forum

Assegno non pagato per mancanza fondi
Oggi scade un assegno che non ho potuto pagare per mancanza fondi e non posso pagare perché in questo momento ho grandi difficoltà: inoltre ci sono altri due assegni depositati che non hanno ancora raggiunto i termini di 60 giorni per il pagamento tardivo. La mia domanda è ora assegno…
Conseguenze del pignoramento del saldo di conto corrente sul pagamento degli assegni già emessi – Rischio protesto e segnalazione in CAI?
Volevo chiedervi cosa accade ad un assegno già emesso ed in corso di incasso in caso di pignoramento del conto di colui che lo ha emesso: ad esempio, ho 1000 euro sul conto corrente, il giorno 01/01 emetto un assegno per 1000 euro, il giorno 02/01 il conto viene pignorato.…
Assegno senza copertura (con recidiva) e revoca a rilasciare ulteriori assegni – Posso emettere cambiali?
Durante l'anno 2014 ho emesso un assegno senza copertura, il bancoposta mi ha avvisato solo tramite raccomandata (neanche una telefonata): purtroppo ero all'estero per lavoro e sono rientrato dopo 3 mesi; ho fatto un altro assegno di qualche centinaia di euro e dopo 3 mesi sono stato convocato dal prefetto,…
Iscrizione in CAI e revoca di sistema dopo cinque anni per un assegno pagato in seconda presentazione
Nel 03/2012 un mio assegno emesso dal conto poste italiane viene pagato in seconda presentazione + 15€ per commissioni di impagato Assegno. Pensavo, male, che non vi fossero problemi in quanto avevo pagato e quindi ho lasciato andare le cose. Dopo mesi, 06/2012 emetto altro assegno, i fondi nel mio…
Assegno richiamato dal creditore – Perchè sono stato iscritto comunque in CAI ed è stata disposta la revoca di sistema ad emettere assegni?
Assegno datato 31/07/17 richiamato dal creditore in data 03/08/17 che contestualmente ha ricevuto nella stessa data un bonifico sul suo conto pari all'importo dell'assegno. La mia banca mi ha addebitato un importo di €25,00 e mi ha inviato via raccomandata la revoca ad emettere ulteriori titoli se non prima dimostravo…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post dal protesto dell'assegno all'iscrizione in cai - consigli utili. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Dal protesto dell'assegno all'iscrizione in Cai - Consigli utili Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 8 settembre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 26 agosto 2017 Classificato nella categoria assegni - cancellazione protesto e riabilitazione Inserito nella sezione protesti e protestati.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca