Assegno protestato e debito rilevante - Una ingenuità diventare proprietario proprio adesso




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


Se suo marito non ha intenzione di pagare il proprio debito, direi che non gli conviene intestarsi l’appartamento, darebbe modo al Suo creditore di rivalersi sull’immobile.

Una scappatoia potrebbe essere, contestualmente all’atto notarile di alienazione dell’immobile, di accendere un fondo patrimoniale, ma anche in quest’ipotesi mi vengono dei dubbi sulla possibilità di revocatoria da parte del creditore.

In sostanza o paga il debito pdell’assegno protestato (anche trovando un accordo transattivo) o è più sicuro non intestarsi l’immobile.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


22 Ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno protestato e debito rilevante - una ingenuità diventare proprietario proprio adesso. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno protestato e debito rilevante - Una ingenuità diventare proprietario proprio adesso Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 22 Ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)