Indice del post assegno protestato per mancanza di fondi - la banca non avverte

Salve, sono Alessandro, lavoro ed abito a Milano: tre mesi fa ho aperto un conto corrente con Banca Intesa ma, per una mia distrazione, non mi sono accorto della mancanza di fondi sul conto, ed ho emesso un assegno per il pagamento dell'architetto che mi stava ristrutturando la casa. L'assegno è stato protestato. La mia domanda è: la banca, per legge, non avrebbe dovuto avvertirmi prima, per evitare la levata [ ... leggi tutto » ]

Non esiste nessun obbligo, da parte della banca, di avvertire il cliente prima di elevare il protesto di un assegno emesso per mancanza di fondi. Questo è quanto deciso dalla Corte di Cassazione, con la sentenza numero 3286 del 12 Febbraio 2013, in cui ha sancito che: non sussiste un obbligo, da parte della banca, di informare il correntista dell'assegno e vuoto; il protesto, quale evento dannoso, non è riferibile alla condotta dell'istituto di credito, seminai è a carico del correntista che non poteva certo essere all'oscuro della reale consistenza del conto in questione. Gli ermellini, hanno così accolto [ ... leggi tutto » ]

6 marzo 2013 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno protestato » Nessun risarcimento danni al correntista
Nessun risarcimento danni al correntista che cita la banca per il protesto di un assegno Nessun risarcimento del danno per il correntista che emette un assegno, il quale viene successivamente protestato a causa dell'incapienza del conto corrente. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, la quale, con la sentenza 3286/13, ...
Protesto per assegno senza provvista - La banca può non avvertire
Non esiste nessun obbligo, da parte della banca, di avvertire il correntista prima della elevazione del protesto di un assegno emesso per mancanza di fondi. In caso di incapienza del conto corrente, infatti, non sussiste una posizione di interesse legittimo del correntista, consistente nel legittimo affidamento dello stesso di essere ...
Chiusura unilaterale conto corrente e conseguente protesto assegno - la banca deve risarcire
La clausola di buona fede nell'esecuzione del contratto di conto corrente opera come criterio di reciprocità, imponendo a ciascuna delle parti del rapporto di agire in modo da preservare gli interessi dell'altra e costituisce un dovere giuridico autonomo a carico delle parti contrattuali, a prescindere dall'esistenza di specifici obblighi contrattuali ...
Protesto di assegno rubato o smarrito - la denuncia non salva dalla segnalazione al RIP
Il protesto di assegno rubato, smarrito o sottratto, presentato all'incasso, è un atto pienamente legittimo e corrispondente alle regole del diritto cartolare, anche se: il titolare del conto corrente ha sporto regolare denuncia all'Autorità Giudiziaria, trasmettendone tempestivamente copia prima della presentazione dell'assegno allo sportello; il conto corrente è provvisto della ...
Assegno rubato firma falsa e protesto illegittimo » Colpa di banca e notaio
Banca e notaio rispondono in solido dei danni subiti dai correntisti per un assegno rubato con successivo protesto illegittimo » Sentenza Cassazione Assegno rubato, firma non autentica e protesto illegittimo: istituto di credito e notaio rispondono dei danni per erronea indicazione del nominativo protestato. Lo ha stabilito la Corte di ...

Spunti di discussione dal forum

Assegno circolare falso – responsabilità della banca
Ho effettuato una vendita ricevendo un assegno circolare falso. prima di consegnare il bene oggetto della transazione, mi sono recato in banca per fare verificare la validità dell'assegno ricevuto. La mia banca ha effettuato la verifica dicendomi che l'assegno era stato emesso regolarmente. Tutto questo per le vie brevi, senza…
Assegno non pagato per mancanza fondi
Oggi scade un assegno che non ho potuto pagare per mancanza fondi e non posso pagare perché in questo momento ho grandi difficoltà: inoltre ci sono altri due assegni depositati che non hanno ancora raggiunto i termini di 60 giorni per il pagamento tardivo. La mia domanda è ora assegno…
Sanzione amministrativa assegno protestato
Io ero uno dei soci di una SRL Semplificata che abbiamo deciso di mettere in liquidazione a partire dal dicembre scorso. Purtroppo, dovendoci arrivare dei pagamenti, che evidentemente non sono arrivati, un assegno è stato respinto per mancanza di fondi. Nel mese di dicembre sono scaduti i 60 gg. Io,…
Assegno non pagato anche se il conto corrente presentava un saldo disponibile sufficiente
Ho versato un assegno che è poi risultato impagato per fondi insufficienti o mancanti. Però il saldo disponibile e il saldo contabile sul conto di colui che ha emesso l'assegno era ed è superiore all'importo dell'assegno. Perché non è stato pagato? La banca può risponderne?
Assegno bancario protestato ma pagato entro 60 giorni – Quanto tempo occorre per la cancellazione?
Un mio assegno è stato protestato per mancanza di fondi nel conto corrente: comunque, ho pagato subito l'assegno al beneficiario. Entro quanti giorni potrò essere cancellato dal bollettino dei protesti?

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post assegno protestato per mancanza di fondi - la banca non avverte. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Assegno protestato per mancanza di fondi - La banca non avverte Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 6 marzo 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte Inserito nella sezione giurisprudenza.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca