Redditi del nucleo familiare

Il reddito del nucleo familiare, rilevante ai fini del riconoscimento dell'assegno, è costituito dalla somma dei redditi del lavoratore e dei componenti della famiglia assoggettati all'Irpef, conseguito nell'anno solare precedente il 1° luglio dell'anno della richiesta, ed ha valore per la corresponsione dell'assegno fino al 30 giugno dell'anno successivo.

Ad esempio, con riferimento al periodo che va dal 1° luglio 2013 al 30 giugno 2014, il richiedente dovrà dichiarare i redditi del nucleo familiare dell'anno 2012

Sono compresi tra i redditi rilevanti per aver diritto all'assegno familiare:

  • tutti i redditi percepiti sia in Italia che all'estero derivanti da lavoro dipendente, da pensione, da prestazioni temporanee, compresi gli arretrati a tassazione separata, le borse di studio, gli assegni di ricerca, i redditi da contratti di collaborazione a progetto o co.co.pro, l'assegno di mantenimento del coniuge;
  • i redditi di qualsiasi natura, derivanti ad esempio da lavoro autonomo, da fabbricati e da terreni;
  • i redditi esenti da imposta (ad es. pensioni, assegni e indennità a ciechi, sordomuti e invalidi civili) e i redditi soggetti a ritenuta alla fonte (ad esempio gli interessi su titoli o su depositi bancari e postali), se di importo superiore a euro 1.032,91.

L'importo da erogare viene stabilito sulla base della fascia di reddito a cui appartiene il contribuente, al numero dei componenti della famiglia e a specifiche tabelle (ve ne sono circa 15) legate alle varie tipologie di nucleo familiare (ad esempio, la tabella 21A si riferisce al caso in cui al nucleo appartengano i soli coniugi).

Sono esclusi dal calcolo del reddito:

  • il trattamento di fine rapporto;
  • i trattamenti di famiglia;
  • le rendite vitalizie erogate dall'INAIL;
  • le pensioni di guerra e quelle tabellari ai militari di leva vittime di infortunio;
  • le indennità di accompagnamento e di trasferta;
  • l'assegno di mantenimento dei figli.

L'assegno familiare non spetta quando la somma dei redditi da lavoro dipendente, da pensione o da altra prestazione previdenziale derivante da lavoro dipendente è inferiore al 70% del reddito complessivo del nucleo familiare.

5 marzo 2014 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca