Assegno non protestabile - quesiti

Vi pongo due quesiti, considerando che il mio legale ha già posto in mora il titolo in questione (anche se l'avevo già fatto io) e che a giorni proseguirà con il decreto ingiuntivo.

1) se il tipo in questione non avesse nulla di proprietà a meno di uno stipendio oppure di una forma di pensione futura (si è dichiarato imprenditore di un'agenzia di pompe funebri) io che possibilità ho di recuperare la somma?

2) posso sperare in qualcosa anche se ci vorrà del tempo (eredità familiare, discendenza etc.?);

Deduco che l'assegno sia stato versato a titolo di caparra, e che la compravendita non sia andata a buon fine.

Innanzitutto, prima di procedere per le vie legali (falliti tutti i tentativi di ricomposizione bonaria della controversia) si fa sempre PRIMA un'indagine patrimoniale sul debitore, specie per importi rilevanti. Ci sono fior fiore di agenzie investigative che possono espletare queste ricerche per cifre relativamente modeste. Partire alla cieca, magari guidati dalla rabbia, può essere assolutamente controproducente. Riguardo alle azioni esecutive, se davvero il debitore fosse un impresario di pompe funebri, eviterei il pignoramento mobiliare, mi sembrerebbe di cattivo gusto! Battute a parte, ad ogni modo con il titolo esecutivo in mano potrà espletare tutti i tentativi legittimi di esecuzione, anche aggredendo eventuali eredità o i futuri eredi, a meno che nel frattempo il credito non sia lasciato cadere in prescrizione.

2) se il tipo non è stato segnalato al CAI perchè il titolo non è stato di fatto protestato posso farlo io?

Il protesto e la segnalazione in CAI seguono normative diverse. Il protesto è levabile solo entro 48 ore dalla presentazione del titolo all'incasso, non è così invece per l'iscrizione al CAI, la quale sarà effettuata anche se il titolo è stato presentato fuori termine per il protesto.

3) come posso rendere pubblica la problematica sulle trattative immobilitari con lo sfondo che vi ho indicato sopra per evitare che altre persone possano cadere nel tranello dell'Agente Immobiliare? (lo chiamo tranello perchè mentre la normativa riguardo i protesti è ben chiara a coloro che trattano quotidianamente la cosa, non è chiara a coloro che la subiscono in questo caso i creditori).

Eviterei di seguire l'impulso e di far grancassa della condotta (disdicevole) dell'agente immobiliare, il rischio è quello di vedersi accusare di diffamazione o addirittura calunnia. Un buon passaparola, viceversa, può ottenere in maniera più sottile il medesimo effetto.

16 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Protesto di assegno rubato o smarrito - la denuncia non salva dalla segnalazione al RIP
Il protesto di assegno rubato, smarrito o sottratto, presentato all'incasso, è un atto pienamente legittimo e corrispondente alle regole del diritto cartolare, anche se: il titolare del conto corrente ha sporto regolare denuncia all'Autorità Giudiziaria, trasmettendone tempestivamente copia prima della presentazione dell'assegno allo sportello; il conto corrente è provvisto della ...
Assegni scoperti, protesto, segnalazione in CAI, pagamento tardivo, riabilitazione - Tips and tricks
A proposito di assegni scoperti, protesto di un assegno privo di copertura, iscrizione in Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), pagamento tardivo e riabilitazione dal protesto, non tutti sanno che: L'assegno bancario o postale deve essere presentato al pagamento in tempo utile, ovvero nel termine di otto giorni, decorrenti dalla data ...
Riabilitazione da protesto assegno
Nell'ipotesi di emissione di assegno senza provvista, e conseguente protesto, è possibile ottenere la riabilitazione decorso un anno dalla data di levata del protesto, effettuando entro 60 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione al pagamento dell'assegno protestato il cosiddetto pagamento tardivo che comprende, per espressa previsione normativa, oltre al ...
Chi paga le spese funebri? » Eredi o coniuge legatario?
Quando si litiga anche per le spese del funerale: chi paga le spese funebri per la sepoltura del de cuius? Il Tribunale di Ragusa, richiamando giurisprudenza di Cassazione, con la sentenza del 7 giugno 2013, afferma: il rimborso delle spese funerarie per la sepoltura della moglie può essere preteso dal ...
Protesto di un assegno – come il creditore può recuperare il credito e il debitore limitare il danno
A chiunque può capitare di emettere un assegno parzialmente o totalmente a vuoto, e c'è sempre il malcapitato che lo riceve in pagamento. In questi casi, il più delle volte, non si sa cosa fare. E' utile e conveniente per il creditore procedere al protesto dell'assegno? E quali sono le ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno non protestabile - quesiti. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno non protestabile - quesiti Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 16 febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca