Assegno e protesto - la liberatoria deve essere autenticata


Ha giocato male le Sue carte, quando il creditore stava aspettando il pagamento poteva far leva sulla Sua forza contrattuale in quel momento, per fargli ottemperare correttamente le formalità necessarie.

Adesso la strada, invece, è alquanto in salita. Se sono trascorsi oltre 60 giorni l’iscrizione in CAI sarà già avvenuta, con tutte le conseguenze del caso.

Provi a consultare un legale per valutare l’eventualità di un’azione contro il creditore per il danno subito, ma la procedura sarà lenta ed alquanto incerta.

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno e protesto - la liberatoria deve essere autenticata. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno e protesto - la liberatoria deve essere autenticata Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 5 Novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte ..

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso rapido anonimo (test antispam)