Indice del post una guida esaustiva sulla separazione e l'assegno di mantenimento

Vi proponiamo una breve guida su tutto ciò che riguarda il mondo dell'assegno di mantenimento, nella fattispecie di una separazione tra due coniugi: nell'articolo che segue scopriamo, infatti, in quali modalità va corrisposto, da chi, come, quando e in quali fattispecie, lo stesso, è dovuto. L'articolo 143 del Codice Civile contiene le norme inerenti i diritti e doveri reciproci dei coniugi. Il comma 3, più nel dettaglio, afferma che entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. Sia il marito che [ ... leggi tutto » ]

Nel paragrafo che segue forniremo al lettore informazioni, in linea piuttosto generica, su tutto ciò che concerne la prassi dell'assegno di mantenimento tra due coniugi in stato di separazione. Come accennato nel capitolo precedente, l’assegno di mantenimento è una forma di contribuzione economica consistente, in caso di separazione tra coniugi e qualora ricorrano determinati presupposti, nel versamento periodico di una somma di denaro o di voci di spesa da parte di uno dei coniugi all’altro o ai figli (qualora vi siano), per adempiere all’obbligo di assistenza materiale. L’obbligo di assistenza materiale nascente dal matrimonio non si estingue con la [ ... leggi tutto » ]

Chiariamo alcuni punti: in che cosa consiste l'assegno di mantenimento e, più dettagliatamente, quando spetta? Fughiamo tutti i dubbi nel prosieguo dell'articolo. Come accennato, l’assegno di mantenimento è un provvedimento economico che viene assunto dal giudice (ma può anche essere rimesso ad accordi liberamente sottoscritti dai coniugi) in sede di separazione tra i coniugi e consiste nel versamento di una somma di denaro, suscettibile di revisione nel tempo, al coniuge economicamente debole o agli eventuali figli nati dal matrimonio. Se l’assegno periodico non viene versato e sussiste uno stato di bisogno in capo al coniuge avente diritto, quest’ultimo può [ ... leggi tutto » ]

Un'utile rassegna delle principali sentenze della Corte di Cassazione che definiscono casi particolari e/o border line riguardo la corresponsione dell'assegno di mantenimento tra coniugi in stato di separazione. La mancata corresponsione dell'assegno di mantenimento configura un reato anche se il coniuge beneficiario non è in stato di bisogno. Per l'integrazione della fattispecie delittuosa di violazione degli obblighi di assistenza familiare, non è necessaria la determinazione di uno stato di bisogno della persona avente diritto quale conseguenza della condotta contraria ai doveri inerenti alla potestà dei genitori o alla qualità di coniuge. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con [ ... leggi tutto » ]

8 aprile 2016 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione personale » Stop all'assegno di mantenimento se coniuge obbligato è disoccupato e coniuge beneficiario ha nuovo partner
In tema di separazione personale tra due coniugi, non deve essere corrisposto l'assegno di mantenimento, da parte del coniuge obbligato, se lo stesso è disoccupato e il coniuge beneficiario ha intrapreso una nuova convivenza. Alla moglie non può essere riconosciuto il mantenimento qualora il marito si trovi disoccupato e la [ ... leggi tutto » ]
Separazione personale » L'importo dell'assegno di mantenimento va calcolato al netto del reddito del coniuge
Nell'ambito di una separazione personale, l'importo dell'assegno di mantenimento va calcolato al netto del reddito del coniuge obbligato. L'assegno di mantenimento da corrispondere al coniuge beneficiario deve essere calcolato dal giudice tenendo in considerazione il reddito netto percepito dal soggetto onerato e non quello lordo. Questo l'orientamento espresso dalla Corte [ ... leggi tutto » ]
Assegno per il mantenimento della figlia minore - Il coniuge obbligato non può chiedere il rendiconto delle spese al coniuge affidatario
Quando, in sede di separazione personale dei coniugi, i figli siano stati affidati, con provvedimento presidenziale o con sentenza definitiva, ad uno dei coniugi, l'assegno posto a carico del coniuge non affidatario, quale suo concorso agli oneri economici derivanti dal mantenimento della prole, è determinato in misura forfettariamente proporzionata alle [ ... leggi tutto » ]
Separazione personale » Anche se il matrimonio è stato breve l'assegno di mantenimento va comunque corrisposto
Nell'ambito di una separazione personale, qualora il matrimonio sia stato particolarmente breve, va comunque corrisposto l'assegno di mantenimento da parte del coniuge obbligato. La breve durata del matrimonio può incidere sul quantum dell'assegno di mantenimento, non sul diritto a riceverlo. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con [ ... leggi tutto » ]
Mantenimento » Aumenta l'assegno se dopo la separazione ex coniuge obbligato riceve l'eredità
Aumenta il saldo dell'assegno di mantenimento per ex moglie e figli quando, dopo la separazione, l'ex coniuge obbligato riceve un'eredità. Ciò perchè i beni acquisiti, dal coniuge obbligato, per successione ereditaria dopo la separazione legittimano l'aumento dell'assegno di mantenimento a carico della ex moglie e dei figli. I redditi inadeguati [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post una guida esaustiva sulla separazione e l'assegno di mantenimento. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Una guida esaustiva sulla separazione e l'assegno di mantenimento Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 8 aprile 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 1 ottobre 2017 Classificato nella categoria famiglia monoparentale e di fatto - unioni civili - diritto separazione e divorzio Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca