Assegno bancario - scadenza dei termini di presentazione e revoca dell'ordine di pagamento

La scadenza del termine non impedisce di per sé la presentazione dell'assegno al pagamento e la riscossione dello stesso da parte del portatore.

Il traente (colui che ha emesso l'assegno), può però cautelarsi rispetto ad una tardiva presentazione disponendo alla propria banca - per iscritto - la revoca dell'ordine di pagamento dopo la scadenza dei termini di presentazione.

Così facendo il traente impedisce alla banca sia di pagare il titolo presentato in ritardo, sia di protestarlo, sia di effettuare la segnalazione al CAI, liberandola, comunque, da ogni responsabilità riguardo al mancato pagamento (e all'azione diretta comunque esplicabile contro il traente).

18 settembre 2010 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegno bancario - scadenza dei termini di presentazione e revoca dell'ordine di pagamento. Clicca qui.

Stai leggendo Assegno bancario - scadenza dei termini di presentazione e revoca dell'ordine di pagamento Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 21 agosto 2017 Classificato nella categoria assegni cambiali conti correnti Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca