Assegni postdatati e protesto

Sono un commerciante in chiusura di attività, ho un monomarca e l'azienda mi ha da sempre chiesto postdatati a garanzia della merce.

Non sono riuscito a pagare un assegno e verrò iscritto al CAI;l'azienda però ha in mano altri postdatati che verserà, anche se io non potrò più emettere assegni. Cosa posso fare per questo problema?l'azienda mi ha chiuso le porte e non so proprio cosa fare.

Mai fare assegni postdatati. Punto.

Le conseguenze Le sta vivendo sulla propria pelle. Oltre a costituire un illecito amministrativo, in mano alle persone sbagliate (e bene informate) gli assegni possono essere incassati a prescindere dalla data apposta...

A questo punto Lei andrà incontro ad ulteriori protesti e segnalazioni, ed alla possibile applicazione delle sanzioni amministrative da parte della Questura. Secondariamente, qualsiasi accesso al credito Le sarà inibito, e potrebbe avere problemi anche ad avviare un normalissimo rapporto bancario.

Il danno più grosso l'ha avuto in verità con il primo protesto (è un pò come la verginità, una volta persa non torna più).

La cosa migliore è cercare di tenere aperto il colloquio con il creditore, spiegandogli che mettendo all'incasso gli assegni si troverà unicamente a sostenere le spese di protesto.

18 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegni scoperti, protesto, segnalazione in CAI, pagamento tardivo, riabilitazione - Tips and tricks
A proposito di assegni scoperti, protesto di un assegno privo di copertura, iscrizione in Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), pagamento tardivo e riabilitazione dal protesto, non tutti sanno che: L'assegno bancario o postale deve essere presentato al pagamento in tempo utile, ovvero nel termine di otto giorni, decorrenti dalla data ...
Gli atti estintivi di debiti effettuati con assegni postdatati non costituiscono mezzi anormali di pagamento e non sono, pertanto, assoggettabili ad azione revocatoria fallimentare
In tema di azione revocatoria fallimentare, la conoscenza dello stato di insolvenza dell'imprenditore da parte del terzo contraente deve essere effettiva, e non meramente potenziale, potendosi tuttavia la relativa dimostrazione basare anche su elementi indiziari caratterizzati dagli ordinari requisiti della gravità, precisione e concordanza, in applicazione di quanto disposto dal ...
Cancellazione protesto assegni per erronea o illegittima levata del protesto
La domanda di cancellazione può essere inoltrata da chiunque dimostri di essere stato protestato illegittimamente o erroneamente. La domanda può essere presentata anche dai pubblici ufficiali abilitati alla levata dei protesti e dagli istituti di credito. La richiesta di cancellazione per erronea levata del protesto  si riferisce solitamente ad errori ...
Il protesto di assegni scoperti non trasferibili - un vantaggio solo per i notai e non per il beneficiario
Esiste un modo semplice per tentare di risolvere alla radice il problema del protesto di assegni di importo pari o superiore a mille euro: apporre sull'assegno la clausola “senza spese e senza protesto”. Ma, per quale ragione il beneficiario dovrebbe accettare un assegno con una clausola simile? Per comprenderlo bisogna ...
Assegni scoperti - termini di presentazione, revoca del pagamento, protesto e iscrizione in cai
L'assegno, se portato all'incasso nei termini di presentazione previsti dalla legge e decorrenti dalla data indicata nel modulo, deve essere sempre pagato dalla banca o dall'ufficio postale. Il termine di presentazione è: 8 giorni, se l'assegno è pagabile nello stesso comune in cui è emesso; 15 giorni, se l'assegno è ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su assegni postdatati e protesto. Clicca qui.

Stai leggendo Assegni postdatati e protesto Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 18 febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca