arrivato il decreto ingiuntivo

Come da titolo mi è arrivato un decreto ingiuntivo, mi viene chiesto di pagare una somma in contanti che non possiedo,io vorrei risolvere la questione sarei disposto a cedere anche il quinto dello stipendio (fortunatamente ho trovato un lavoro a tempo indeterminato) COME DEVO PROCEDERE? devo apettare l'arrivo dell'ufficiale giudiziario e concordare la cessione del quinto?

Se si è possibile che non accetti il quinto e proceda con il pignoramento?

Vi ringrazio per l'aiuto che potete darmi e complimenti per il forum aver letto alcuni post mi ha aiutato parecchio.

Il decreto ingiuntivo non opposto, dopo 40 giorni diventa un titolo esecutivo, cui seguirà la notifica dell'atto di precetto, a 10 giorni dalla quale potranno essere improntate le azioni esecutive, fra le quali è possibile il pignoramento dello stipendio.

Lei a questo punto può:

a) valutare se esistono elementi per fare opposizione al decreto ingiuntivo, ed evitare così che diventi un titolo esecutivo, dirottando verso un procedimento cognitivo (causa civile che potrebbe durare anni): Le serve un avvocato per questa opzione;

b) non fare nulla, ed attendere gli eventi: probabilmente Le pignoreranno un quinto dello stipendio;

c) contattare l'avvocato di controparte, e proporre una transazione a saldo e stralcio: si procurerà la cifra necessaria mediante una cessione volontaria di un quinto dello stipendio ad una delle tante finanziarie esistenti.

Valuti qual è secondo Lei la migliore opzione, io Le consiglio la c)

31 marzo 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Recupero crediti: siete sicuri di sapere tutto? » Il prontuario per debitori e creditori
Partiamo da un assioma: il recupero crediti è un'attività che mira ad ottenere il pagamento di un credito (totale o parziale), sia quando il debitore rifiuta di onorarlo, sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà ad adempiere la propria obbligazione. Sono ormai sempre più numerose le discussioni ...
Contratti di prestito – credito su pegno e cessione del quinto
Nell'articolo affronteremo l'analisi di due caratteristici contratti di prestito: il credito su pegno e la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, entrambi appartenenti alla categoria dei contratti di credito al consumo non rivolti all'acquisto di specifici beni o servizi. La cessione del quinto è una forma di credito ...
Debiti e società di recupero crediti – consigli da seguire se si decide di pagare 
Gentile debitore, se proprio ha intenzione di pagare, segua questi consigli: innanzitutto lei deve accertarsi che il soggetto a cui effettua i pagamenti sia legittimato alla riscossione del debito. Occorre dunque che le venga trasmessa copia conforme della documentazione attestante la cessione dei diritti dal creditore originario al soggetto giuridico ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su arrivato il decreto ingiuntivo. Clicca qui.

Stai leggendo arrivato il decreto ingiuntivo Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 31 marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria recupero crediti - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • giongiovi 6 agosto 2012 at 08:16

    Io ho un debito residuo con agos ducato di circa 4000 inizialmente era di 15000 più interessi arrivato a circa 20000.
    purtroppo non riesco piu’ a pagare le rate di 475 euro mensili (non pago già cinque mensilità) e sto preparando una lettera con richiesta di saldo e stralcio di circa 1800 euro
    che pagherò entro il mese di dicembre con la mia tredicesima mensilità.
    Ho precisato nella lettera che sulla mia busta paga già gravano una cessione del quinto dello stipendio e un prestito con delega di 282 euro cad. uno che scadranno a dicembre
    2021. Ho anche precisato che ho due bimbe piccole una di cinque anni e una di due mesi e che non possiedo nessun bene immobile e/o mobile tranne una peogut 307
    del 2004.
    premetto anche che già sono stato contatto parecchie volte ma ultimamente un mese circa non mi stanno più cercando.
    Volevo chiedervi se ho qualche possibilità che la società accetti la mia proposta.

    • Annapaola Ferri 6 agosto 2012 at 10:54

      Non vedo alcuna possibilità che la sua proposta di saldo a stralcio venga approvata, in questa fase.

      Agos, se riterrà affidabili le informazioni da lei fornite, tenterà di “sbolognare” il credito a qualche società di recupero, cercando di ottenere più dei 1.800 euro che lei offre.

      A tale scopo, nel dossier indicherà che lei è un lavoratore dipendente con prelievo della sola cessione del quinto. E quindi, facilmente aggredibile con ricorso per decreto ingiuntivo finalizzato ad ottenere il pignoramento del 20% dello stipendio netto.

      I tempi dipendono, dunque, dal tentativo di Agos di sbarazzarsi con successo della sua posizione.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca