Arbitro bancario finanziario » Esiti delle pronunce

Nei primi due anni di attività , stando proprio alle relazioni annuali dell'ABF, i Collegi hanno svolto un cospicuo e significativo ruolo.

Nel solo anno 2011 sono giunti in ABF 3.578 ricorsi (5% in più rispetto al periodo 2009 - 2010), dei quali il 67,3% contro banche e il 13,4% contro Poste Italiane S.p.A., e sono stata adottate 2.760 decisioni (dall'avvio dell'attività, nell'ottobre 2009, al 31 dicembre 2011 sono stati presentati 6.987 ricorsi).

Dei 2.760 ricorsi giunti a decisione nel 2011, il 62% ha avuto esito favorevole al cliente, attraverso una pronuncia che gli ha dato, in tutto o in parte, ragione, o comunque una conclusione soddisfacente per i suoi interessi.

Più esattamente, la percentuale comprende un numero consistente di casi, il 40%, che si sono conclusi con una pronuncia di accoglimento, in tutto o in parte, delle ragioni del cliente, e un numero significativo di casi (il 22 %) in cui i Collegi hanno dichiarato la cessazione della materia del contendere a seguito del raggiungimento di un accordo tra le parti, ovvero della piena soddisfazione del cliente.

Nel restante 38% dei casi i Collegi hanno invece respinto i ricorsi perché hanno ritenuto gli stessi infondati o non adeguatamente provate le ragioni del cliente o, ancora, in via residuale, per motivi legati al mancato rispetto delle regole procedurali.

Le banche si sono attenute a quanto stabilito dall'Arbitro Bancario Finanziario nelle 1.109 pronunce favorevoli ai clienti (invero solo due casi hanno registrato un mancato adempimento, e si è trattato di società finanziarie non più iscritte negli albi previsti dalla normativa bancaria-finanziaria).

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca