Affitti in nero » La consulta dice no agli sconti per chi denuncia

Affitti in nero » La Corte Costituzionale dice no agli sconti per chi denuncia

Dalla Corte Costituzionale uno stop inaspettato: gli inquilini che denunciano la mancata registrazione degli affitti non avranno sconti sul pagamento del canone.

Grande vittoria per i locatori: d'ora in poi, il conduttore non potrà più dichiarare il contratto in nero andando a registrarlo ed evitando così lo sfratto ed ottenendo la riduzione del canone mensile.

Niente più sconti sul canone per chi denuncia gli affitti in nero

Era, a nostro parere, un'ottima arma per scongiurare la pratica degli affitti in nero quella norma che è stata praticamente cancellata dalla Corte Costituzionale venerdì 14 marzo 2014.

Con una decisione che farà discutere, la sentenza 4/2014, infatti, la Consulta ha cancellato definitivamente il diritto dell'inquilino di denunciare il locatore, andando a registrare il contratto di affitto in nero e, così, ottenere l'automatica conversione dello stesso in una locazione 4+4 a canone ridotto.

La norma era stata varata dal governo proprio per favorire l'emersione degli affitti in nero, e finora era stata applicata soprattutto per le locazioni per gli studenti universitari.

Già dall'inizio, però, erano state sollevate questioni di illegittimità, legate soprattutto alla possibilità del proprietario di dare o meno lo sfratto per morosità a fronte del pagamento di un canone pagato in misura inferiore rispetto a quello originariamente concordato.

Così, la Corte Costituzionale è intervenuta sulla questione, spiegando che il Governo ha adottato questa norma pur non essendo stato delegato appositamente dal Parlamento.

Perciò, la legge anti-evasione è stata ufficialmente radiata dal nostro ordinamento giuridico.

Cosa cambia ora? I contratti ridotti in corso si estingueranno automaticamente. Dovrebbero quindi tornare in vigore automaticamente quelli con il vecchio canone di mercato, che i proprietari dovranno però registrare, riprendendo così le procedure per lo sfratto.

Il Fisco dovrà trovare armi più adatte per stanare gli evasori.

17 marzo 2014 · Andrea Ricciardi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratti di locazione in nero » Ok alla norma salva inquilini
E' stata pubblicata la legge che ha posto fine a una questione paradossale verificatasi nell'ambito del fenomeno dei contratti di locazione in nero. Grazie ad una legge emanata nel 2011 molti inquilini avevano potuto denunciare all'Agenzia delle Entrate i contratti di locazione in nero, ottenendo così canone assai ridotto e ...
Affitto in nero » Nullo il contratto verbale anche se l'inquilino denuncia il proprietario al fisco
Il Tribunale di Roma, con una recente sentenza, ha sancito la nullità, per difetto di forma, dei contratti di affitto non stipulati in forma scritta. La pronuncia emessa dai giudici capitolini mette un freno alla prassi della denuncia verbale dei rapporti locatizi da parte di coloro che erano stati costretti ...
Morte del conduttore per coppie di fatto e coniugi separati - Subentro nel contratto di locazione e intimazione di sfratto
L'assegnazione della casa familiare ad uno dei coniugi determina la successione ("subentro") del coniuge assegnatario nel contratto di locazione. Nell'ambito della separazione e del divorzio, il giudice, in presenza di figli conviventi, assegna la casa familiare ad uno dei coniugi (e precisamente al coniuge affidatario dei figli). ...
Contratti di locazione non registrati - incostituzionalità delle sanzioni
L'articolo 3, comma 8, del Decreto Legislativo numero 23/2011 aveva previsto, nel caso di omessa registrazione del contratto di locazione nel termine di legge, le seguenti conseguenze: la durata quadriennale del contratto, con rinnovo automatico alla scadenza per altri quattro anni; l'applicazione di un canone pari al triplo della rendita ...
Nullità relativa e simulazione del contratto di locazione ad uso abitativo
La norma di riferimento per i contratti di locazione è l'articolo 13 della legge 431/1998 che sancisce essere nulla ogni pattuizione volta a determinare un importo del canone di locazione superiore a quello risultante dal contratto scritto e registrato. Nei casi di nullità per pattuizione finalizzata a determinare un importo ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su affitti in nero » la consulta dice no agli sconti per chi denuncia. Clicca qui.

Stai leggendo Affitti in nero » La consulta dice no agli sconti per chi denuncia Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 17 marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria contratti di locazione - affitti in nero e sanzioni per il locatore - sfratti e diritto alla casa - morosità incolpevole Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca