Separazione personale ed affidamento figli » Nel procedimento il minore va ascoltato come parte

Separazione personale ed affidamento: il minore non è stato sentito? La sentenza di riconoscimento è da rifare.

In materia di affidamento è necessario ascoltare anche il minore in quanto portatore di interessi sicuramente differenti da quelli dei genitori ed è qualificabile come parte in senso sostanziale.

E' quanto emerge dalla sentenza 24863/14 della Cassazione.

Da ciò che si apprende dalla suddetta pronuncia, in caso di separazione personale, per la decisione sull'affidamento, è necessario ascoltare anche il minore, in quanto portatore di interessi sicuramente differenti da quelli dei genitori.

Per questo motivo, nel corso del procedimento, il minore è qualificabile come parte in senso sostanziale.

Pertanto, a parere degli Ermellini, è da annullare il procedimento di riconoscimento del genitore deciso senza l'audizione del minore interessato.

Ciò perché, dopo la riforma del diritto di famiglia del 2013, con l'introduzione delle sale d'ascolto, possono essere autorizzati a seguire l'audizione anche le parti, i difensori, il pm e il curatore (se nominato), senza l'autorizzazione del giudice.

Concludendo, piazza Cavour chiarisce che non ci sono più soltanto le convenzioni internazionali a imporre la tutela del minore e la presenza dei figli nel giudizio, ma anche la necessità di tener conto degli esiti dell'audizione.

25 novembre 2014 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su separazione personale ed affidamento figli » nel procedimento il minore va ascoltato come parte. Clicca qui.

Stai leggendo Separazione personale ed affidamento figli » Nel procedimento il minore va ascoltato come parte Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 25 novembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di separazione e divorzio, assegnazione casa e assegno di mantenimento coniuge separato o divorziato Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca