Adempimenti fiscali – come, dove e quando


Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

RECANDOSI NEGLI UFFICI LOCALI

L’Agenzia delle Entrate è presente sul territorio nazionale con circa 400 uffici locali, che svolgono le funzioni operative: informazione ed assistenza ai contribuenti, gestione dei tributi, accertamento, riscossione e trattazione del contenzioso.

Per individuare senza difficoltà il proprio ufficio locale di competenza, è disponibile un motore di ricerca sul sito www.agenziaentrate.gov.it. Poiché, inoltre, i servizi di assistenza e informazione sono comunque resi da tutti gli uffici, senza vincoli di competenza territoriale, il servizio, detto “trova l’ufficio”, consente di individuare sia l’ufficio di competenza, inserendo la città e l’indirizzo di residenza, sia l’ufficio più vicino a dove ci si trova, indicando un qualsiasi altro indirizzo. Il risultato dell’interrogazione sarà comunque l’indirizzo, i numeri di telefono e l’e-mail dell’ufficio cercato e, volendo, una mappa dettagliata della zona, con l’ufficio ben evidenziato e il percorso per raggiungerlo. Ognuna di queste utilità ha il suo comodo comando di stampa.

Il servizio “trova l’ufficio” viene fornito anche per telefono al numero 848.800.333. Digitando il proprio codice fiscale sulla tastiera telefonica è possibile conoscere l’indirizzo e il codice dell’ufficio competente in base al proprio domicilio fiscale. Inoltre, è bene sapere che in tutti gli uffici dell’Agenzia è possibile prenotare un appuntamento con un funzionario, evitando inutili e fastidiose attese.

La prenotazione è possibile sia per via telefonica (numero 199.126.003) che via Internet, con due modalità:

COLLEGANDOSI ALLA RETE

Lo strumento fondamentale per eccellenza utilizzato dall’amministrazione finanziaria per migliorare i rapporti con i contribuenti è rappresentato dalla rete telematica Internet.

Collegandosi al sito web dell’Agenzia www.agenziaentrate.gov.it è possibile consultare on-line la banca dati “Documentazione tributaria”, contenente tutta la normativa fiscale nonché le circolari e le risoluzioni emesse dall’Agenzia, conoscere le scadenze degli adempimenti fiscali, scaricare gratuitamente i software e la modulistica messi a disposizione dei contribuenti. È possibile inoltre calcolare il bollo auto, richiedere il duplicato del codice fiscale, verificare le partite IVA comunitarie.

Gli utenti in possesso del codice Pin, che può essere ottenuto sia tramite il servizio “Fisconline” direttamente accessibile dal sito www.agenziaentrate.gov.it che tramite gli uffici o il telefono, possono in tutta sicurezza compilare e presentare on line la propria dichiarazione dei redditi, effettuare i pagamenti delle imposte dovute, richiedere l’accreditamento di eventuali rimborsi, portare a termine diversi adempimenti relativi ai contratti di locazione e di affitto di beni immobili.

Consultando il “cassetto fiscale” i contribuenti possono inoltre accedere alle informazioni che li riguardano contenute negli archivi dell’Anagrafe tributaria, e cioè: dati anagrafici e di residenza, partita IVA, dati relativi alle dichiarazioni presentate, rimborsi, versamenti effettuati tramite F23 e F24 e atti del registro. Il servizio del cassetto fiscale può essere utilizzato anche dagli intermediari che oltre ad interrogare i propri dati anagrafici e reddituali possono consultare anche le informazioni riguardanti i propri clienti, previo conferimento di idonea delega da parte di questi ultimi.

Con il servizio “Webmail” è possibile chiedere informazioni in materia fiscale anche tramite l’invio di un messaggio di posta elettronica (e-mail) all’Agenzia. Utilizzare il servizio, risolvendo in modo rapido eventuali dubbi in materia fiscale, 24 ore su 24, tramite il computer direttamente da casa o dallo studio, è semplice: basta collegarsi al sito www.agenziaentrate.gov.it, cliccare sulla voce “Servizi”, quindi su “Webmail”, e aprire la scheda di richiesta da compilare e inviare. Per ogni e-mail inviata, il Contact Center trasmette in automatico un messaggio di avvenuto recapito o di invio fallito, nonché la soluzione al problema posto. A meno che il quesito non richieda una specifica interpretazione normativa o la soluzione di problematiche particolarmente complesse la risposta arriverà successivamente. In ogni caso, se il quesito non può avere risposta, ne verrà comunque data comunicazione via e-mail.

I servizi telematici, fruibili cioè tramite la rete, si dividono in due grandi categorie:

Di seguito l’elenco dei principali servizi telematici disponibili

servizi-disponibili-in-internet1

PER TELEFONO

Il Centro di assistenza multicanale (CAM) fornisce ai contribuenti informazioni di base sullo stato delle pratiche fiscali, sugli adempimenti tributari (normativa, scadenze) e sulla posizione fiscale del singolo contribuente (dichiarazioni, avvisi di irregolarità), nonché assistenza sull’invio telematico delle dichiarazioni dei redditi; nei casi meno complessi, possono correggere eventuali errori e annullare atti
amministrativi (es. comunicazioni di irregolarità) di cui accertino l’illegittimità.

Cura l’assistenza telefonica specialistica nei confronti di professionisti, CAF, associazioni di categoria, grandi imprese e altri contribuenti che presentano problematiche di particolare complessità.

Attraverso il CAM è possibile ottenere informazioni fiscali senza doversi recare presso gli uffici.

L’utilizzo dei servizi telefonici è particolarmente importante per facilitare i rapporti con il cittadino. Attraverso il telefono è possibile ottenere, senza doversi recare presso gli uffici, numerose informazioni fiscali: informazioni e conteggi relativi al 730, al Modello UNICO, ai versamenti. Inoltre è possibile ottenere altre informazioni quali ad esempio quelle relative ai rimborsi, crediti di imposta, chiarimenti sulle ristrutturazioni edilizie ed in genere su tutti i tributi gestiti dall’Agenzia delle Entrate.

Questi i numeri da chiamare:

tel-848-800-444.jpg
Il CAM è attivo con il seguente orario: dal lunedì al venerdì, ore 9.00 – 17.00 il sabato, ore 9.00 – 13.00.

I CAM – ubicati a Bari, Cagliari, Pescara, Roma, Salerno, Torino e Venezia – sono raggiungibili da qualunque parte del territorio nazionale al costo di una telefonata urbana a tempo (TUT).

Sono attivi, inoltre, 13 mini call center ubicati in altrettanti uffici locali.

Rispondono gli operatori dei Centri di assistenza telefonica, aperti dal lunedì al venerdì, ore 9.00 – 17.00, e il sabato, ore 9.00 – 13.00 (e in casi di particolari necessità anche nelle ore serali).

I servizi forniti dai call center sono i seguenti:

I centri di assistenza telefonica si sono evoluti dal modello “call center” al modello “contact center”, strutture cioè che colloquiano con i contribuenti anche con strumenti alternativi al telefono (fax, web, sms, ecc.). Essi forniscono anche il servizio di “Prenotazione di richiamata telefonica” (call back), che consente di essere richiamati in determinate fasce orarie (il servizio non è utilizzabile dagli intermediari).

La prenotazione di richiamata telefonica può essere effettuata telefonicamente o tramite Internet collegandosi al sito dell’Agenzia delle Entrate. In particolare, la prenotazione di richiamata viene proposta automaticamente quando il traffico telefonico intenso, per evitare al contribuente di rimanere in attesa per un lungo periodo prima di poter parlare con l’operatore.

Il contribuente, tramite internet, compilando semplicemente una scheda in cui scriverà il suo nome, cognome, codice fiscale e il numero al quale si desidera ricevere la telefonata (escluso i cellulari), dovrà indicare in quale, tra le due fasce di orario proposte – dalle ore 12,30 alle ore 14,30 o dalle 14,30 alle 16,30 – vorrà essere richiamato.

La prenotazione di richiamata è programmata per effettuare diversi tentativi di chiamata nella fascia oraria richiesta. Se il sistema nell’effettuare le richiamate dovesse trovare il numero occupato o assenza di risposta, il contribuente dovrà effettuare una nuova prenotazione.

Raggiunto un numero massimo di prenotazioni, il sistema visualizzerà un messaggio che inviterà a prenotare in un altro giorno. Si precisa che il servizio è rivolto ai contribuenti e non è utilizzabile dagli intermediari per i quali è già prevista un’apposita linea telefonica (848800333).

La prenotazione di richiamata telefonica diretta è offerta all’utente solamente quando i tempi di attesa sono superiori agli standard previsti, in tal caso la prenotazione avviene con l’uso della tastiera telefonica (voice call-back).

Per contattare il CAM tramite cellulare è necessario formare il numero 199.148.398 . Il costo è a carico del chiamante secondo il piano tariffario applicato dal proprio gestore.

tel-848-800-333.jpg

Fornisce un servizio di informazioni automatiche (il costo della telefonata è pari a quello di una telefonata urbana a tempo) quali:

tel-199-126-003.jpg

È il Centro di prenotazione telefonica che consente (al costo massimo di 14 centesimi di euro – comprensivo di Iva – al minuto), a coloro che hanno necessità di recarsi in ufficio, di prenotare un appuntamento con un funzionario. La prenotazione può essere effettuata (anche via web), 24 ore su 24, e permette di scegliere l’ufficio presso il quale recarsi, oltre al giorno e all’ora desiderati.

Se si è titolari del codice PIN si può prenotare un appuntamento anche tramite il cassetto fiscale sul sito www.agenziaentrate.gov.it esclusivamente presso l’ufficio di competenza, in ragione del dominio fiscale del contribuente, per chiarimenti sui dati visionati nel cassetto stesso.

tel-800-100-645.jpg

Questo è il numero verde gratuito dedicato ai contribuenti in attesa di un rimborso fiscale, per ottenere utili informazioni sulla loro situazione. Il nuovo servizio telefonico si aggiunge alla possibilità di chiedere informazioni sui rimborsi presso gli sportelli degli uffici.

tel-320-43-08-444.jpg

È il numero al quale è possibile richiedere informazioni fiscali tramite SMS (Short message service).

Basta inviare un messaggio (SMS) al citato numero per chiedere e ottenere informazioni veloci e semplici. Gli Sms possono essere inviati in qualunque momento della giornata solo tramite telefoni cellulari (sono eliminati dal sistema gli Sms provenienti da Internet, da telefono fisso o da cellulare con il numero riservato). Il costo, a carico di chi invia il messaggio, varia a seconda del proprio piano tariffario.

Ovviamente è possibile inviare solo messaggi sintetici (160 caratteri o al massimo non superiori a 320 caratteri pari a due Sms) e solo per chiedere determinate informazioni: ad esempio, il codice di un tributo da indicare nei modelli di versamento, il termine di una scadenza tributaria, di una proroga, della presentazione delle dichiarazioni, cioè tutte quelle informazioni che non richiedono una risposta complessa e articolata. In caso di messaggi cui non si può dare risposta l’Agenzia invierà un SMS con cui comunicherà che il quesito non può essere trattato tramite questo servizio.

L’UFFICIO A DOMICILIO

I contribuenti con disabilità o impossibilitati a recarsi presso gli uffici locali, che hanno comunque difficoltà ad utilizzare gli altri canali (Internet, Call-Contact Center), possono richiedere il servizio di assistenza a domicilio.

Per avvalersene, occorre rivolgersi:

Il servizio è attivo in tutti gli uffici locali.

Per fare una domanda su dove e quando adempiere agli obblighi fiscali,  sul contenzioso tributario, su fisco e tasse in genere, sulle cartelle esattoriali clicca qui.

12 Dicembre 2007 · Andrea Ricciardi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su adempimenti fiscali – come, dove e quando. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • consulente fiscale 4 Settembre 2008 at 10:49

    Ciao a tutti,
    ho un contratto di lavoro a progetto, vivo con i miei genitori, mio padre fa il 730 ed io non sono a carico, vorrei sapere come dovrei comportarmi io invece sono obbligato a fare il 730? Se dovessi farlo il mio reddito fa cumulo con quello di mio padre oppure devo semplicemente fare un 730 a parte pur avendo la stessa residenza?Grazie mille in anticipo.

    Ciao Gavino,ti dico che potresti anche non essere obbligato a fare la dichiarazione dei redditi.
    Comunque,tu non sei obbligato a fare il 730 anche se è più conveniente perchè ti da la possibilità di ottenere l’eventuale rimborso irpef direttamente nel cedolino di giugno/luglio dello stesso anno.Essendo un contratto a progetto (a termine)bisogna vedere però i tempi della decorrenza e cioè se hai,nel periodo di presentazione della dichiarazione,un sostituto d’imposta (datore di lavoro) che ti possa fare queste operazioni (di rimborso o trattenuta).C’è sempre il mod.unico come “riserva”.
    Se tu dovessi farlo,lo dovresti fare separato da quello di tuo padre e quindi non farebbe cumulo (solo quello del coniuge può far cumulo,diciamo).La residenza non fa testo.

  • consulente fiscale 4 Settembre 2008 at 10:16

    Vorrei assumere una persona che assista mia madre che vive in un appartamento vicino al mio e non è più autosufficiente. Quali sono gli oneri contributivi a carico del datore di lavoro e qual è il loro regime fiscale?

    Ciao Maria,sono il consulente fiscale.In merito alla tua domanda ti dico che gli oneri contributivi (inps) dipendono da quante ore a settimana verrebbe assunta questa badante e dalla fascia retributiva;se vai sul sito dell’inps (lavoratori domestici),trovi tutto.Questi oneri sono deducibili entro il limite di € 1.549,00.