Indice del post acconto e caparra confirmatoria » quali sono le differenze?

Caparra confirmatoria e acconto: che differenza c’è? Quando parliamo di “acconto” o di “caparra” ci riferiamo sempre ad un anticipo di denaro sul pagamento di un prezzo. Ma la differenza tra caparra e acconto, sia sotto l’aspetto tributario che del rapporto tra le parti, è sostanziale, e di conseguenza non è possibile utilizzare contemporaneamente entrambi i termini. Nel [ ... leggi tutto » ]

La caparra confirmatoria è prevista dall'articolo 1385 del Codice Civile, dove è stabilito che: Se al momento della conclusione (1326) del contratto una parte dà all'altra, a titolo di caparra, una somma di danaro o una quantità di altre cose fungibili, la caparra, in caso di adempimento, deve essere restituita o imputata alla prestazione dovuta (1194). Se la parte che ha dato la caparra inadempiente (1218), l’altra pu recedere dal contratto, ritenendo la caparra; se inadempiente invece la parte che l’ha ricevuta, l’altra pu recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra (1386,1826; att. 164). Se per la [ ... leggi tutto » ]

L’acconto, non è altro che un parziale pagamento e secondo quanto stabilito nel comma 4 dell'articolo 6 del Decreto del Presidente della Repubblica 633 del 1972, deve essere assoggettato ad IVA. Nell'articolo appena citato, infatti, si legge che: Se anteriormente al verificarsi degli eventi indicati nei precedenti commi o indipendentemente da essi sia emessa fattura, o sia pagato in tutto o in parte il corrispettivo, l'operazione si considera effettuata, limitatamente all'importo fatturato o pagato, alla data della fattura o a quella del pagamento, ad eccezione del caso previsto alla lettera d-bis) del secondo comma. Nessuna delle parti ha diritto [ ... leggi tutto » ]

La profonda differenza nella natura delle due figure giuridiche, risulta evidente solo in caso di patologia del contratto: l’acconto, infatti, dovrà essere restituito senza aggravi ogni qualvolta il contratto definitivo non sia concluso mentre della caparra confirmatoria dovrà essere disposto secondo il dettato dell'articolo 1385. Alla luce di ciò, si deve prestare massima attenzione alla caparra confirmatoria: se viene inserita nel contratto, si deve essere sicuri di rispettare l’impegno e di poterla pagare. In mancanza di diverso accordo, la somma versata se [ ... leggi tutto » ]

3 aprile 2013 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Risoluzione del preliminare di compravendita per inadempimento del promissario acquirente - Il promittente venditore ha diritto al risarcimento del danno per il mancato pagamento del prezzo e per l'eventuale illegittima occupazione dell'immobile
La somma di denaro che, all'atto della conclusione di un contratto preliminare di compravendita, l'acquirente consegna al venditore a titolo di caparra confirmatoria, assolve la funzione, in caso di successiva risoluzione del contratto per inadempimento, di preventiva liquidazione del danno per il mancato pagamento del prezzo, mentre il danno da ...
Ordina un modello di autovettura ma il concessionario gli propone un allestimento diverso - L'acquirente ha diritto al doppio della caparra versata
Può capitare di sottoscrivere, presso un concessionario, un contratto per la fornitura una autovettura con allestimento completo di determinati e specifici accessori e versare contestualmente un caparra a fronte dell'ordine effettuato. Può accadere che, successivamente, il venditore riferisca di non potere adempiere all'ordine in quanto il modello acquistato non è ...
Acquisto casa - le visure ipotecarie e la trascrizione del compromesso
Prima di acquistare un'immobile è sicuramente utile avere più informazioni possibili sullo stesso e, soprattutto, accertarsi di effettuare l'acquisto dal legittimo proprietario. Premesso che verifiche di questo tipo sono svolte dal notaio che redige l'atto di vendita, nella sua pubblica funzione di garanzia, è importante sapere che l'Agenzia delle Entrate ...
Risoluzione giudiziale del contratto preliminare di compravendita per inadempimento del venditore - L'acquirente ha diritto al valore attualizzato del doppio della somma di denaro a suo tempo corrisposta
La risoluzione del contratto preliminare di compravendita per inadempimento ha effetto retroattivo tra le parti, salvo il caso di contratti ad esecuzione continuata o periodica, riguardo ai quali l'effetto della risoluzione non si estende alle prestazioni già eseguite. Secondo giurisprudenza consolidata, la retroattività della pronuncia di risoluzione di un contratto ...
Alternative al mutuo » Vi raccontiamo l'acquisto programmato
L'acquisto programmato: una valida alternativa al mutuo Acquistare casa, con una valida alternativa, all'ormai impossibile ed irraggiungibile mutuo? È possibile. Esiste infatti un particolare espediente che permette di abitare da subito l'appartamento che ci piace ed il cui acconto iniziale varierebbe dal 6 al 10% del prezzo dell'immobile. Ma di ...

Spunti di discussione dal forum

Proposta d’acquisto non andata a buon fine e problemi con agenzia immobiliare – cosa fare?
Ho redatto una proposta di acquisto con indicato importo del mutuo richiesto e la dicitura salvo approvazione mutuo. Consegno assegno come caparra alla proposta. Il proprietario accetta. La pratica mi è stata seguita in toto dall'agenzia immobiliare con i suoi consulenti (altrimenti avrei potuto avere problemi, naturalmente eseguo prima della…
Relativo a chi vende la propria casa avendo molti debiti
I miei genitori hanno diversi debiti sia con creditori privati e fisco-contributivi. Hanno messo in vendita la casa per riparare il più possibile la situazione. Un possibile acquirente, andando in banca per chiedere il mutuo per l'acquisto, ha ricevuto un'informazione dal bancario il quale sostiene che, a partire dal 2016,…
Tutela per evitare un’azione revocatoria su atto notarile
Si, è vero, il venditore mi aveva detto di voler evitare un'ipoteca sull'immobile, ma in definitiva ho convenuto di far saldare il debito in concomitanza o prima del rogito, dandomi evidenza in quest'ultimo caso, pena l'annullamento del contratto e la restituzione della caparra. Questo è quello che è di mia…
Ho realizzato un sito Internet ma il committente è sparito – Per ottenere un decreto ingiuntivo posso emettere una fattura?
Premetto che sono disoccupato e non ho partita iva: ho realizzato un sito internet per una ditta e ora questa ditta è sparita e si rifiuta di saldare il mio corrispettivo, che ammonta a 1400 euro nette. Visto che non posso emettere fattura, perché, come già sopra specificato, non ho…
Agenzia immobiliare che non fa per tempo le verifiche ai documenti
Dovendo vendere la casa ci siamo rivolti ad un agenzia immobiliare la quale ci ha richiesto tutti i documenti (rogito, piantine catastali, mutuo) entro una settimana, portato tutto entro i loro termini dopo 6 mesi riceviamo una proposta d'acquisto ci accordiamo sul prezzo e formiamo una contro proposta che viene…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post acconto e caparra confirmatoria » quali sono le differenze?. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Acconto e caparra confirmatoria » Quali sono le differenze? Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 3 aprile 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria consigli ed avvisi utili Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca