Conclusioni sulle differenze fra acconto e caparra confirmatoria

La profonda differenza nella natura delle due figure giuridiche, risulta evidente solo in caso di patologia del contratto: l'acconto, infatti, dovrà essere restituito senza aggravi ogni qualvolta il contratto definitivo non sia concluso mentre della caparra confirmatoria dovrà essere disposto secondo il dettato dell'articolo 1385.

Alla luce di ciò, si deve prestare massima attenzione alla caparra confirmatoria: se viene inserita nel contratto, si deve essere sicuri di rispettare l'impegno e di poterla pagare.

In mancanza di diverso accordo, la somma versata senza specificare che si tratta di una caparra confirmatoria è considerata come acconto.

3 aprile 2013 · Marzia Ciunfrini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca